Cerca per genere
Attori/registi più presenti

STUFF - IL GELATO CHE UCCIDE

All'interno del forum, per questo film:
Stuff - Il gelato che uccide
Titolo originale:The stuff
Dati:Anno: 1985Genere: horror (colore)
Regia:Larry Cohen
Cast:Michael Moriarty, Andrea Marcovicci, Paul Sorvino, Danny Aiello, Garrett Morris, Brooke Adams
Visite:1220
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 15
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 25/6/07 20:31 - 3971 commenti

Ennesimo film riuscito a metà e diretto da Cohen: da un lato affronta un tema nuovo e senza precedenti illustri, dall'altro infierisce sul genere puramente horror inserendo tutta una serie di insostenibili momenti ironici (non sempre voluti e cercati). Alcuni effetti sono efficaci, e a suo modo anticipa quel sottofilone che farà del melting il suo asse portante. Ma il gelato del film, anche se a volte uccide, resta decisamente ghiacciato, freddo e privo di reale gusto. Refrigerato, in conclusione, attorno agli zero gradi centigradi.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Puppigallo 28/12/10 21:12 - 3923 commenti

Bisogna ammettere che ci vuole coraggio a fare un film su un cremoso gelato assassino semovente, che viene dalle viscere della Terra. E io il coraggio lo apprezzo sempre, soprattutto quando, come in questo caso, si riesce persino a costruirgli una storia decente attorno (impresa non facile). Detto ciò, la prima parte è sicuramente la migliore, con gli spot, gli effetti collaterali del gelato e la famigliola del povero ragazzino che ha capito tutto. Nella seconda parte invece, perde colpi; e non basta nemmeno l'aggiunta del generale col suo mini esercito per risollevarlo. Comunque, non male.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il gelato nel frigo, che entra e esce dalla confezione; Il cane gelatoleso; Il personaggio di "Cioccolatino Charlie"; Gli spot dello Stuff; Lago Stuff.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Homesick 29/5/15 8:23 - 5652 commenti

A Larry Cohen interessa più la satira contro la massificazione societaria indotta dalla pubblicità subdola e dal consumismo piuttosto che la raffigurazione dell'orrore, visto che sanno di fumetto lo scorrere viscoso del biancastro blob e le trasformazioni delle sue vittime con la bocca deformata. I toni da commedia marcano anche i personaggi, tra cui il detective di Moriality con la sua faccia canagliesca, il colonnello comunistofobo e guerrafondaio di Sorvino e il "Cioccolatino Charilie" di Morris.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il bambino perseguitato dai suoi genitori perché si rifuta di mangiare lo Stuff.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 9/2/09 0:13 - 6414 commenti

Simpatico pseudo horror che punta il dito sul consumismo e conseguentemente sul modo principale di promuoverlo (la pubblicità) e che spinge più volte sul pedale del grottesco-farsesco. Proprio per questo motivo la pellicola in questione è sconsigliata a chi cerca un film di genere puro. Cohen come spesso gli accade è discontinuo ma a volte centra il bersaglio (per esempio quando prende in giro la demenza dei militari).
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 18/11/11 10:54 - 6370 commenti

Non sarebbe meraviglioso se qualcuno inventasse un gelato non solo buonissimo ma che fa pure dimagrire? Questo di provenienza estraterrestre è proprio così, peccato non si limiti a starsene buonino in frigo e, una volta ingurgitato, mandi in pappa il cervello... Un b-horror satirico decisamente originale, che - specie nella prima parte - mette a segno qualche colpo nella rappresentazione del consumismo e del potere rimbecillente della pubblicità. Però alla lunga stucca, per sostenere fino in fondo un'idea così demenziale ci voleva più classe.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 6/8/07 19:27 - 2046 commenti

Il sorbetto che ti mangia dal di dentro e ti lobotomizza il cervello pretendeva alla regia una bella dose di spregiudicata demenza per volare alto. Ma no, Cohen si prende sul serio, lui, che fa dell'horror politico, schierato e sociale tutto d'un pezzo. Al bando la comicità: qui si fa dell'ironia, di quella arguta, per intenderci, che ammazza tutto. Poi, se non l'avevate capito, lo stuff è la droga che le multinazionali legalizzano quale bene di consumo per omologarci tutti. Dopo il didascalicismo, ce n'è abbastanza per incattivire la noia. Un'occasione sprecata.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Deepred89 8/5/15 13:26 - 2805 commenti

Spassosa satira fanta-horror che impiega l'arma dell'umorismo e dell'allora non ancora abusato "trash volontario" per una critica sociale più profonda del previsto, solo in apparenza limitata a consumismo e multinazionali (si pensi al beffardo finale e al devastante ritratto di famiglia, quasi in zona Society). A bilanciare soluzioni scontate ed effetti speciali spesso casarecci abbiamo una regia rifinita e ricca di trovate, che conduce attraverso le bizzarre evoluzioni del suo soggetto una pellicola assolutamente da non sottovalutare.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Herrkinski 18/9/10 1:50 - 3598 commenti

Cohen realizza un film apertamente polemico, che fa una satira feroce del consumismo, della pubblicità lobotomizzante, delle schifezze propinatici dalle multinazionali e financo del maccartismo; argomenti di non facile discussione, di cui Cohen stempera la serietà con i mezzi del B-movie anni '80. E ci riesce, grazie a un buon ritmo e a un modo di raccontare la vicenda decisamente sagace, aiutato da buoni SPFX; peccato per il brutto doppiaggio della versione italiana e per qualche effetto visivo un po' artificiale. Decisamente divertente!
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Daidae 6/2/09 19:29 - 2203 commenti

Delizioso film horror. Abbiamo il male (un alieno) che si presenta sotto forma di gelato bianco: chi lo mangia diventerà schiavo... una sorta di metafora del consumismo e delle multinazionali. Non fa paura, anzi più che un film dell'orrore si tratta di fantascienza. Da segnalare la testa di cartone che si gonfia ed espelle lo stuff.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La testa di cartone che spalanca la bocca.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Patrick78 24/7/09 15:21 - 357 commenti

Film senza infamia e senza lode diretto nel più classico "Cohen-style" e con più di un ammiccamento ai b-movies Anni 50 tanto cari al regista newyorkese. I modelli sono L'invasione degli ultracorpi e The Blob, ma non bastano alcuni ammiccamenti a rendere l'operazione meritevole dello status di culto. Gli attori recitano senza particolare impegno, la regia è alquanto scolastica, gli effetti alle volte risultano un tantino raffazzonati, il ritmo altalenante e mai coinvolgente. Se Cohen avesse inserito un po' più di gore forse... Vedibile ma nulla di più.
I gusti di Patrick78 (Animali assassini - Azione - Horror)

Jena 27/5/17 12:53 - 716 commenti

Lo stile di Cohen è molto personale: opere bizzarre, molto weird cui il regista riesce a dare un'incredibile coesione interna. In certi casi le cose funzionano come qui, storia di un gelato assassino che fuoriesce dalla terra. Un po' Blob, un po' La cosa, un po' Halloween III, ricco di personaggi strampalati (l'incredibile miliziano semipedofilo di ultradestra che salva gli USA), questo strano film non dimentica le tematiche sociali (il potere dominante del consumismo e della pubblicità). Ottimi effetti speciali artigianali vecchia scuola.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La prima uscita dello Stuff dalla bocca del postino; Il lago dello Stuff; La trasformazione del tipo nero; L'invasione della fabbrica dello Stuff.
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Taxius 9/3/16 23:46 - 653 commenti

The stuff è una critica sociale del regista verso il mondo del consumismo e principalmente verso la pubblicità vista come uno strumento diabolico per lobotomizzare la mente del comune cittadino. Il film è un divertente mix di horror e fantascienza e come detto non è così stupido come il titolo potrebbe far credere. Nonostante il budget sia prossimo allo zero, gli effetti speciali non sono male e il cast è accettabile, per un film di questo livello. Superiore a molti altri horror ben più blasonati. Merita almeno una visione.
I gusti di Taxius (Commedia - Horror - Thriller)

Jdelarge 19/6/13 17:20 - 569 commenti

Film coraggioso e in alcune scene decisamente demenziale; basti pensare all'esercito anti-comunista che lotta per annientare il gelato killer (ma se al posto del gelato che mangia da dentro le persone ci fosse stata dell'eroina, nessuno si sarebbe stupito). Eppure Cohen mette al centro della scena il gelato, un prodotto classico che può essere consumato da tutti. Perciò, alla fine della pellicola, i temi affrontati sono molteplici, dal consumismo al proibizionismo e la cosa assurda è che alla base di tutto c'è un semplice gelato. Geniale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: David "Mo" Rutherford: "Lo state mangiando o è lui a mangiare voi?".
I gusti di Jdelarge (Drammatico - Giallo - Horror)

Kekkomereq 16/11/11 19:59 - 360 commenti

Larry Cohen continua a girare brutti film dopo i due sul bambino assassino. "The Stuff - Il gelato che uccide" critica il consumismo, ma rimane comunque un'americanata troppo stupida per essere presa come una commedia horror. I buchi nella sceneggiatura sono più grandi di quello che fa lo Stuff nel terreno. Perche ad esempio il bambino non vuol mangiare il gelato? Tutti i bambini lo vorrebbero. Oltre ai brutti effetti speciali, anche gli attori danno il peggio e Michael Moriarty è davvero sprecato.
I gusti di Kekkomereq (Azione - Horror - Thriller)

Gabigol 19/3/17 0:19 - 154 commenti

Notevole e incredibilmente suggestiva l'idea di associare un elemento innocuo, come il gelato, all'atavica e inesorabile pericolosità di quelle entità ignote che tanto hanno reso gloriosa la fantascienza negli anni '50. Il buon Cohen offre un peculiare taglio al film a cavallo fra l'horror e la denuncia sociale, corroborando il tutto con un approccio grottesco che si amalgama bene con l'intero contesto narrato. Peccato che il film, alla distanza, paghi l'eccessiva carne al fuoco e perda inesorabilmente mordente fino a un canonico finale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La liberazione "fisica" del gelato alla stazione radiofonica.
I gusti di Gabigol (Animali assassini - Fantastico - Horror)