Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL PADRONE SONO ME!

All'interno del forum, per questo film:
Il padrone sono me!
Dati:Anno: 1955Genere: drammatico (colore)
Regia:Franco Brusati
Cast:Andreina Pagnani, Paolo Stoppa, Pierre Bertin, Assunta Radico, Albino Cocco, Jacques Chabassol, Myriam Bru, Leopoldo Trieste, Margaret Roy Anderson, Guido Celano, John Douglas, Lina Gennari, Carlo Dale, Daniela Rocca, Piero Girotti, Stefano Trani, Benedetta Tamburella
Note:Soggetto dal romanzo "Il padrone sono me!" di Alfredo Panzini, pubblicato nel 1922.
Visite:362
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/5/10 DAL BENEMERITO GOFFREDO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Goffredo
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Daniela


ORDINA COMMENTI PER:

Daniela 23/11/17 14:42 - 6607 commenti

Brusati esordisce con un adattamento abbastanza fedele del romanzo di Panzini incentrato sulla storia di due famiglie di diversa classe sociale nella primi decenni del Novecento. La prima parte, relativa all'infanzia del narratore, è nostalgica e dolce, sia pur punteggiata da qualche notazione ironica, ma via via i toni si incupiscono, irrompe il dramma della guerra e la chiusura è nel segno del pessimismo: una volta diventati padroni, i servi non si comportano diversamente da questi. Film non del tutto convincente ma delicato, ben ambientato e ben recitato, in particolare da Pagnani.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Ho scritto un'ode sulla sua virginale bellezza..."; "Ma che virginale, sono sposata e ho 4 figli!"; "Ma per i poeti le donne sono tutte virginali".
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Goffredo 28/2/11 22:57 - 3 commenti

Esordio di Franco Brusati, prodotto da Angelo Rizzoli. Dal romanzo d'Alfredo Panzini (1922), è la storia di une famglia benestante (Pierre Bertin e Andreina Pagnani) e dei suoi dipendenti, una famiglia di contadini (il cui capo è Paolo Stoppa) dall'inizio del XX secolo alla vigile della prima guerra mondiale. Fra cambiamento d'epoca e rivalità sociali, un affresco singolare che purtroppo non ebbe alcun successo. Brusati dovette aspettare il 1962 per dirigere il suo secondo film, Il disordine.
I gusti di Goffredo (Commedia - Drammatico - Peplum)