Cerca per genere
Attori/registi più presenti

POLYTECHNIQUE

All'interno del forum, per questo film:
Polytechnique
Titolo originale:Polytechnique
Dati:Anno: 2009Genere: drammatico (bianco e nero)
Regia:Denis Villeneuve
Cast:Maxim Gaudette, Sébastien Huberdeau, Karine Vanasse, Evelyne Brochu, Johanne-Marie Tremblay, Pierre-Yves Cardinal, Pierre Leblanc, Francesca Barcenas
Visite:758
Il film ricorda:Elephant (a Brainiac, Tarabas)
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 12
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 11/5/10 DAL BENEMERITO BRAINIAC

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Pigro 15/2/13 8:34 - 6638 commenti

Accorata elegia funebre per il massacro di Montreal, dove un ragazzo uccise 14 ragazze, con strascico di studenti suicidi. Racconto di un’entropia inspiegabile nonostante la motivazione antifemminista del killer: il caos incontrollato nel cosmo coerente, che Villeneuve racconta in un b/n dolente, assediato da una neve silente, rovesciando le inquadrature o sovvertendo la cronologia, perché non esiste più ordine dopo il passaggio del disordine. Immagini raffinatissime, scrittura poetica, una sensibilità struggente che straccia Elephant.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Schramm 12/10/14 20:52 - 2045 commenti

Nell’esibire fiero i suoi pantaloni a zampa d’elephante nella cristalleria univeritaria, Villeneuve deloca subito quel che sembra un ovvio modello in quella linea maginot che unisce e divide la dissennatezza del coevo Boll e l’introspezione keviniana a venire, con l’eco di 'Vola Coloumbine bianca vola' e il mirroring cronachistico raffreddato e al contempo sublimato da un uso superbo del b/n e il ricordo volto al King di Ossessione, (divenuto suo malgrado foriero di certi incidenti). A restarci tra le mani, nella cervice e nel miocardio la migliore Guernica scolastica mai pennellata su schermo.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Cotola 23/9/15 22:36 - 6463 commenti

Un elephante torna ad intraprendere i sentieri del cinema canadese. L'influenza di Van Sant è evidente anche allo spettatore più disattento e sprovveduto, ma ciò non si rivela un male. Villeneuve, infatti, ha i numeri e lo dimostra già in questo esordio girato in bello stile ed in un efficace bianco e nero. Inoltre evita anche lui, come il suo nume tutelare, di dare spiegazioni (sappiamo solo che il protagonista ce l'ha con le femministe) e giudizi. Alla fine il film fa il suo lavoro e resta nella memoria.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 11/9/14 9:14 - 6457 commenti

Nel raccontare questa strage di studentesse avvenuta nel 1989 a Montreal ad opera di un esaltato antifemminista, l'esordiente Villeneuve adotta una chiave di lettura simile nella forma a quella di Gus Van Sant con una decostruzione della cronologia dei fatti fra flashback, flashforever e reiterazioni di una stessa sequenza da diversi punti di vista. Nonostante l'ambientazione gelata, sottolineata dal ricorso ad un nitido bianco e nero, il risultato è però più "caldo" e coinvolgente di Elephant, anche se rimane una sensazione di incompiutezza, forse connaturata al tipo di approccio.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 24/1/17 9:41 - 2057 commenti

Se in Elephant la sottrazione di regia in lunghi piano sequenza che catturano gli accadimenti, produce - paradossalmente - una visione esiziale (elefantiaca?) cui soccombiamo, in Polytechnique la sofisticata elaborazione di immagini, montaggio e sonoro in un'attonita, algida apnea concettuale, rilancia la posizione frontale dello spettatore: impotente, moralmente inadeguato a quanto sta accadendo davanti ai suoi occhi. Non un'antitesi, ma un soggetto analogo sui cui si elevano due statuti autoriali, un confronto che ratifica Villeneuve tra i registi più significativi del cinema contemporaneo.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Capannelle 22/1/17 11:58 - 3263 commenti

Narrazione calcolata quella di Villeneuve, a cui non interessa prendere posizione più di tanto (e questo qualche polemica la provocò) o scavare nei personaggi, quanto piuttosto rendere l'atmosfera vissuta da tutti gli occupanti del liceo e mantenere un ritmo misurato ma abbastanza penetrante. Sacrifica un tot di coinvolgimento ma dimostra padronanza del mezzo e che la scelta del bianco e nero non è un semplice vezzo.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Brainiac 11/5/10 18:03 - 1081 commenti

Mentre all'esterno infuriava la bufera, dentro un'aula dell'Università di Montréal, Marc Lépine (uno studente gravemente dissociato) separava gli uomini dalle donne. Nella sua delirante lettera d'addio si definiva anti-femminista e alla fine di quel "pomeriggio di un giorno da bestie" avrebbe ucciso quattordici donne. Polytechnique è la rievocazione di un dramma ancor oggi emblema della più turpe fra le misoginie. Il tono, è ovvio, non enfatizza le brutalità, ma così il film corre il rischio di apparire come un'ispezione-distaccata carpita a passo d' Elephant fra reiterati riallacci temporali.
I gusti di Brainiac (Commedia - Gangster - Horror)

Hackett 11/10/17 7:59 - 1419 commenti

Visivamente pacato e neutro, il racconto della tragedia canadese fatto da Villeneuve non indugia troppo sulla figura del folle assassino, spostando lo sguardo intelligentemente su alcune vittime e sull'impatto che tale gesto ha avuto sulle loro vite. Film rigoroso, che riesce a essere anche documento della memoria asciutto e rispettoso di chi ha dovuto vivere, inerme, un'ennesima storia di follia.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Saintgifts 9/11/15 17:44 - 4095 commenti

Valérie (Karine Vanasse) è stata assunta dove ambiva, ma non gioisce; ha dovuto dichiarare che anteponeva il lavoro alla famiglia per convincere l'esaminatore, non favorevole alla scelta di una donna. Un altro modo di uccidere, non certo paragonabile a quello dell'antifemminista autore della strage, ma la radice sembra la stessa. Villeneuve amplia la visuale sulla strage del 1989 a Montreal e non si ferma al mero racconto, che da solo vale già l'appellativo di ottimo (per come è stato girato e montato). Bianco neve, nero sangue.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Mickes2 29/3/11 10:23 - 1551 commenti

La sequenza iniziale mi si è stampata in mente e non me la dimenticherò più. Detto ciò, questo è proprio un gran bel film: ottima regia, direi quasi glaciale nella narrazione e nel mostrare gli eventi con grande impeto e senza fronzoli. La psicologia del personaggio rimane in superficie, ma sinceramente poco importa, va benissimo così. In definitiva, trovo che Elephant sia superiore per narrazione, atmosfera e asetticità, ma Polytechnique è un degno erede/sostituto.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Socrate 21/6/17 23:56 - 1047 commenti

Ogni soggetto sottoposto a pressione sarà oggetto di una conversione che si traduce in uno squilibrio; non racconta nulla di nuovo Villeneuve, che si ispira a un fatto vero e col "santino" di Elephant sempre in tasca. Immersi nel ghiaccio canadese e in un b/n rigoroso ci troviamo di fronte alla "classica" sparatoria di un "pazzo assassino" all'interno di una scuola nordamericana. Lo sguardo del regista è algido e distaccato, così ci sentiamo impotenti e impietriti davanti all'odio: un po' quello che accade a Jean-François (Sébastien Huberdeau).
I gusti di Socrate (Commedia - Drammatico - Gangster)

Rullo 15/4/12 21:53 - 388 commenti

Esordi di quello che è e diventerà un gran regista. La strage in una scuola canadese, tutto per andare contro al femminismo. Per certi versi il confronto con Elephant è impossibile non farlo: questo è in bianco e nero, quello a colori, questo diretto da un novellino, quello da Van Sant. Il dramma è grande, purtroppo ogni tanto si perde per strada culminando in un finale deludente e soporifero.
I gusti di Rullo (Avventura - Commedia - Drammatico)