Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DIO LI FA POI LI ACCOPPIA

All'interno del forum, per questo film:
Dio li fa poi li accoppia
Dati:Anno: 1982Genere: commedia (colore)
Regia:Steno (Stefano Vanzina)
Cast:Johnny Dorelli, Marina Suma, Lino Banfi, Giuliana Calandra, Franco Caracciolo, Enio Drovandi, Annabella Schiavone (n.c.)
Note:Aka "Dio li fa e poi li accoppia".
Visite:2726
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 16
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 16/1/10 22:47 - 9788 commenti

Spunto interessante in questa commedia di Steno: un parroco integerrimo viene concupito contro la sua volontà da una fanciulla che rimane incinta: il film è tutto sommato gradevole con discrete prove dei suoi protagonisti (specie Dorelli più misurato di Banfi), anche se la sceneggiatura indugia un po' troppo nel becero.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Homesick 27/9/14 10:11 - 5712 commenti

Steno dirige con perizia, non c'è che dire, ma il copione di suo figlio Enrico e di Bernardino Zapponi, pur toccando un tema di cui oggi molto si discute (le adozioni gay), fa acqua ovunque: la storia è insulsa e facilona, e con quella "Dio c'è" declamata sui titoli di coda tocca davvero il fondo del patetico. Pur diligente e misurato nella parte, Dorelli non è molto credibile come prete serio, mentre Banfi riesce sempre a travolgere con la sua carica irrefrenabile di comicità anche quando circoscritta nel macchiettismo. Tremenda la Suma.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Banfi e la coppia gay in Olanda; I pettegolezzi della Schiavone in confessionale.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Markus 9/6/10 13:42 - 2321 commenti

L'idea in sè non è male, ma gli interpreti principali (particolarmente istrionici) portano avanti un loro discorso senza quasi mai incontrarsi. La comicità è limitata a qualche battuta di Lino Banfi e al sarcasmo del confidenziale Johnny Dorelli, ma tutto appare francamente buttato lì: è evidente che fu un prodotto commerciale senza il desiderio di approfondimento. Pruriginosa (almeno per me) la presenza dell'allora giovane e seducente Marina Suma, qui munita di mascherina da diavolessa. Valse il prezzo del biglietto!
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Fabbiu 17/4/09 10:35 - 1796 commenti

Commedia italiana, impegnata (con i suoi soliti mezzi) ad approfondire diversi temi, in cui Dorelli (nei panni del prete) se la cava piuttosto bene (riesce a convincere abbastanza) e il merito maggiore va in assoluto a Lino Banfi che, se forse stereotipizza troppo la figura dell'omosessuale, per lo meno riesce a risollevarla con l'umorismo nei momenti in cui le riflessioni tendono al patetico. Steno riesce bene a raccontare la storia in modo rilassante e poco macchinoso, sebbene l'ultima porzione di film giri un po' a vuoto. Odiose la Suma e la canzone a tema.
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Mco 23/9/17 14:32 - 1846 commenti

Ben prima del Don Matteo di Terence Hill ecco il Don Celeste dorelliano che, a cavallo della sua bicicletta, si prodiga nel far coesistere il suo amore per il Santo Padre e quello per una giovane che ne ha abusato. Le situazioni da commedia si alternano alle riflessioni intelligenti sull'uomo che veste una tonaca e sulla condizione dell'omosessuale nella società (Banfi dà il meglio di sé in tribunale). Il Johnny nazionale è bravo quanto basta a esaltare le doti di una splendida Marina Suma, a suo agio anche in uno spiazzante nudo integrale.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Saintgifts 17/8/17 0:46 - 4099 commenti

Sotto l'aria scanzonata della commedia si tirano in ballo argomenti tutt'ora attuali (anzi, sono maturati e ancora irrisolti). La Chiesa è in prima fila rappresentata da don Celeste, prete musicista, con un Dorelli senza sorprese. La sceneggiatura non è il massimo, tanto in anticipo all'interno di un campo scabroso quanto troppo macchiettistica in alcuni frangenti, come la descrizione della vita in Olanda. Banfi è bravo, sopra le righe nel giusto modo, contrappeso alla vicenda principale. Brutta la canzone che compone don Celeste, Dio c'è.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Nando 17/5/11 10:06 - 3099 commenti

Commediola incentrata sull'adescamento di un bravo sacerdote da parte di una procace meccanica che rimane incinta. Dorelli interpreta il prete generoso e bonario, la Suma l'adescatrice che recita con i piedi ma si mostra in unn splendido nudo. La parte migliore, se così si può dire, spetta a Banfi che interpreta macchiettisticamente un gay abbandonato dal rozzo fidanzato. L'idea iniziale peraltro buona si perde miseramente, inutili le canzoni simil-religiose.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Giùan 4/12/11 13:39 - 2342 commenti

Commedia di Steno che per qualche criptico motivo cinematografico ho sempre scambiato per un film di Festa Campanile. Sviste registiche a parte, si tratta di uno di quei film che motivi affettivi ci fan amare ben al di là dei suoi specifici meriti. La fascinazione (personale s'intende) nasce presumo dal carisma pretesco e agée di Dorelli, unito ad un Lino capace di costruire un personaggio da una macchietta e alla Marina che ai tempi tutti ci concupiva. Stefano dirige un copione di Enrico e Zapponi, di cui era effettivamente difficile trovar il registro.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Stefania 8/7/10 14:21 - 1602 commenti

Una delle mie commedie anni ottanta preferite, con Dorelli sacerdote accomodante in una situazione che definire "scomoda" è un eufemismo, costretto a gestire una ragazza aggressiva e semi-disadattata e un gay isterico (Banfi bravissimo, un po' macchiettistico, ma non stupidamente ridicolo). E' sicuramente una celebrazione dei buoni sentimenti, ma la sdolcinatezza è dosata in modo da non far risultare stucchevole l'insieme, e gli scambi di battute tra Dorelli e Banfi (soprattutto quando quest'ultimo è sull'orlo del suicidio) sono esilaranti!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'agguato e lo "stupro" di Dorelli nella stradina di campagna! .
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Il Dandi 16/7/17 10:32 - 1160 commenti

Farsa post-scarpettiana (benché ambientata in un paesino umbro-ciociaro) basata su un assunto iniziale tanto politicamente scorretto che difficilmente avrebbe diritto di cittadinanza oggi (uno stupro subito da un uomo, oltretutto un sacerdote). Eppure, tra omosessuali macchiettistici e tirate anti-abortiste, il garbo degli interpreti rende (quasi) accettabile ogni beceraggine e ci fa dubitare se tra le due fosse più laica la società di oggi oppure il contrario. Comunque filmicamente scarso, tirato per le lunghe, appena salvabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Un omosessuale olandese a Banfi: "Io parlo italiano perché io ricchione... ricchione, Rimini...".
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Gabrius79 21/1/14 0:04 - 1008 commenti

Steno confeziona una commedia che parte da un interessante spunto (tra l'altro piuttosto attuale) ma che è privo di mordente e che man mano che il film scorre diventa piuttosto piatto. Dorelli è piuttosto misurato, Banfi omosessuale è un po' sboccato ma simpatico, la Suma decisamente fuori parte. Onestamente ci si aspettava molto di più.
I gusti di Gabrius79 (Comico - Commedia - Drammatico)

Jandileida 15/3/12 11:13 - 968 commenti

Commedia atipica (anzi forse addirittura non è nemmeno una commedia vera e propria), ma purtroppo non riuscitissima, su temi ancora oggi abbastanza attuali come le unioni tra persone dello stesso sesso ed il celibato del clero. Dorelli nella parte del prete di campagna ci sta bene, Banfi fa quello che può pur costretto a muoversi dentro una macchietta, ma il vero problema sta nella mancanza di ritmo e in una sceneggiatura che oscilla tra il patetico e lo scontato non riuscendo mai a coinvolgere del tutto. La Suma non recita. Occasione persa, peccato.
I gusti di Jandileida (Azione - Drammatico - Guerra)

Bruce 19/8/17 15:47 - 855 commenti

Originale seppur strampalata commedia comica di Steno con Johnny Dorelli e Lino Banfi protagonisti. Dorelli è un prete di provincia, Banfi un simpatico omosessuale. Diverse sono le occasioni e gli spunti per situazioni bizzarre e inconsuete. Piace lo spirito libero e abbastanza spontaneo della recitazione dei due comici che va a coprire i molti vuoti di sceneggiatura.
I gusti di Bruce (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Pessoa 30/6/17 23:22 - 736 commenti

Commedia di Steno dalle buone potenzialità ridimensionata però da una trama approssimativa che affronta gli argomenti trattati con superficialità, sceneggiata in modo banale con cadute nel patetico (il tremendo "Dio c'è" nel finale). Ottime prove di Dorelli e di Banfi, che interpreta un suo cavallo di battaglia (la checca isterica) offrendo risate convinte. Buone prove anche di alcuni comprimari (Venantini, la Calandra) mentre sulla non recitazione della Suma non è il caso di infierire. Sa tanto di occasione sprecata. Per serate senza impegno.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il gemellaggio in Olanda; Le rivendicazioni di Banfi su matrimonio e adozione gay, quanto mai attuali.
I gusti di Pessoa (Gangster - Poliziesco - Western)

Skinner 17/8/16 21:06 - 595 commenti

Stiracchiato all'inverosimile, noioso, poco divertente. Nuoce molto al film l'avere un Banfi sacrificato nel ruolo del gay, a metà tra la macchietta e il realistico-patetico. Dorelli in parte, Suma molto bella, alcuni buoni caratteristi sprecati in ruoli vicini alla comparsata. Trama che va avanti a scatti e che a tratti sembra improvvisata sul momento. Fotogafia mediocre e pessimo audio in presa diretta (difetto tipico di tanto cinema italiano anni 80) fanno il resto. Tra i peggiori di Steno.
I gusti di Skinner (Commedia - Drammatico - Western)

Ianrufus 11/5/09 13:16 - 139 commenti

Visto ai tempi dell'uscita in un cinema di seconda visione, il film di Steno già allora aveva quell'aura di cult in mezzo ai giganti Troisi e Verdone. Pensandoci oggi, Lino Banfi è forse l'unico che dagli anni 70 è riuscito a passare integro gli 80, dove altri mitici hanno fallito (da Buzzanca a Bud Spencer). Qui colora con la macchietta dell'omosessuale un film davvero minore di Steno, tra un Dorelli a suo agio come prete e noi a disagio come spettatori con la recitazione della Suma. "Dio c'è" ma non guarda più la commedia italiana.
I gusti di Ianrufus (Commedia - Poliziesco - Western)