Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SURVIVOR - L'AEREO MALEDETTO

All'interno del forum, per questo film:
Survivor - L'aereo maledetto
Titolo originale:Survivor
Dati:Anno: 1981Genere: horror (colore)
Regia:David Hemmings
Cast:Robert Powell, Joseph Cotten, Jenny Agutter, Angela Punch McGregor, Peter Sumner, Lorna Lesley, Ralph Cotterill, Adrian Wright, Tyler Coppin, Kirk Alexander, Jon Nicholls, Roger Cardwell, Jenufa Scott-Roberts, John Edmund, Denzil Howson
Note:Da non confondere con "L'aereo maledetto" (tv movie del 1973).
Visite:1455
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
L'unica cosa veramente da salvare, in questo lentissimo film di fantasmi, sono gli scenari naturali australiani: per nulla selvaggi o particolarmente suggestivi, ma in qualche modo “diversi” da quelli che siamo abituati a vedere. E’ in questi scenari placidi, quieti e spesso semideserti che si muovono gli spettri delle vittime di un colossale incidente aereo sulle cui cause persistono molte ombre. E questo nonostante il pilota, che pare l'unico superstite, ragioni perfettamente e sia in grado di parlare. C'è un'atmosfera alienante non del tutto peregrina che aleggia per tutto il film, ma la regia spenta di David Hemmings (che preferiamo ricordare come attore, protagonista di classici come BLOW-UP o PROFONDO ROSSO) appiattisce ogni cosa rifugiandosi nell'anonima colonna sonora per riempire i troppi vuoti. Per sostenere un horror così poco parlato era necessario lavorare molto di più sulle inquadrature, i giochi di luce, le ombre e la fotografia, avere a disposizione musiche importanti capaci di far montare la tensione; soprattutto bisognava disporre di un protagonista decisamente più espressivo di Robert Powell, che pare qui senz'anima, inadeguato a sostenere il peso di un personaggio tanto fondamentale. SURVIVOR procede a stento, prende un ritmo sonnambulico che accresce sì lo straniamento e l'alienazione voluti, ma allo stesso tempo stronca la resistenza dello spettatore medio. Evidente la povertà di mezzi nella ricostruzione dell'incidente aereo, peggiorata oltretutto dalla scarsa dimestichezza di Hammings con la regia. Nel complesso un horror deludente, nonostante le evidenti ambizioni originarie, con un finale sibillino.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 19/12/08 21:31 - 3971 commenti

Un terribile incidente aereo è raccontato dall'unico testimone dell'evento: il sopravvissuto pilota. I fatti successivi inducono il protagonista a supporre che una forza sovrannaturale nemesiaca sia all'opera, giacché i responsabili del disastro iniziano a perire di morte violenta. Originale horror che accosta tecnologia (l'aereo) e ghost-story a firma - in regia - di David Hemmings (il Marcus Daly di Profondo Rosso). Il romanzo ispiratore (scritto da James Herbert) venne pubblicato in Italia su Urania, con il titolo di Il Superstite. Grande assente in home-video, è passato anni fa in TV.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Ciavazzaro 17/5/17 0:27 - 4620 commenti

Inquietante ghost-story dalle notevoli venature gialle (con mini-whodunit). Fin dalle prime inquadrature al parco e poi la tragica partenza notturna del volo, con distruzione, il film offre un clima inquietante che aumenta sempre di più, amplificato in ogni scena di omicidio (vedi quello nella camera oscura, notevole). Cast favoloso: Powell pilota tormentato dai sensi di colpa bravissimo, la Agutter sensitiva favolosa, sprecato Cotten prete (meritava più scene). I fan del catrastrofico ameranno la distruzione iniziale. Ottima regia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La distruzione del volo; Lo sciacallo fotografo in mezzo ai cadaveri; La morte nella camera oscura; Il pre-finale; La Agutter posseduta; Il finale.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Hackett 23/7/17 12:33 - 1441 commenti

Hemmings riesce a costruire un thriller con venature soprannaturali asciutto ed efficace. L'incrocio tra disaster movie e ghost story funzione e qualche momento ai limiti dell'onirico funziona davvero bene. Il colpo di scena finale ricorda un film che vedeva proprio il regista nel cast e non si può dire originalissimo, ma il tutto infine appare ben costruito.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Rambo90 26/9/15 22:57 - 4924 commenti

Niente di che. Miscuglio tra il thriller e l'horror che però non avvince mai; anzi, pur mettendo tanta carne al fuoco riesce ad annoiare anche lo spettatore più ben disposto. La confezione è dignitosa e un paio di bei colpi di scena ci sono, ma il ritmo è troppo blando e i caratteri dei personaggi appena abbozzati. Sprecatissimo Cotten. Mediocre.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Nicola81 5/11/17 23:38 - 1304 commenti

Insolito e ambizioso connubio tra disaster movie, thriller e ghost story, che ha forse il torto di non riuscire a esprimere per intero le proprie potenzialità (alcuni passaggi della storia rimangono tra l'oscuro e il tirato via). Tuttavia Hemmings dimostra di saperci fare anche dietro la macchina da presa, riuscendo a mantenere una costante inquietudine e a regalare anche sprazzi di genuina tensione. Powell se la cava, la Agutter è decisamente brava mentre Cotten avrebbe meritato di accomiatarsi dal cinema con un ruolo maggiormente incisivo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'incidente aereo; La scomparsa del fotografo; La morte nella camera oscura; Il colpo di scena conclusivo.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Pumpkh75 5/5/17 16:40 - 980 commenti

L’incidente aereo, considerando l’epoca in cui è filmato, è suggestivamente girato e l’angusto cimitero metallico di rottami e anime ha una rarefatta carica seducente. L’intricato resto tende però lentamente a evaporare, con una perfida tensione nel susseguirsi delle morti ma con il collante che si rivela acquoso e lascia parecchi punti irrisolti. Andrebbe probabilmente letto il libro per apprezzarlo appieno, ma non è un punto a favore. Nebbioso.
I gusti di Pumpkh75 (Fantastico - Horror - Thriller)

Digital 25/5/11 1:26 - 708 commenti

Fiacco horror diretto dall'indimenticabile Marcus Daly di Profondo rosso. Il film è girato con indubbio mestiere ma la suspense è praticamente assente, anche perché sapevo fin dall'inizio dove si sarebbe andati a parare. Il ritmo è decisamente lento e il colpo di scena finale è altamente prevedibile. Bella la fotografia, ottimamente valorizzata dal cinemascope. Si può vedere a patto di non aspettarsi troppo.
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)

Sadako 18/3/07 18:33 - 184 commenti

Per capire questo film bisognerebbe leggere il libro da cui è tratto, dove James Herbert (l'autore) ci spiega con molta più chiarezza perché le vittime dell'aereo precipitato si vogliano vendicare. L'atmosfera è (putroppo) quella tipica degli horror inglesi del periodo. Scene ambigue, ricchezza di dettagli contraddittori e personaggi sempre sulle loro, quasi si fossero coalizzati nel tentativo di non far capire allo spettatore come stanno le cose. E' da vedere solo se ne amate i protagonisti.
I gusti di Sadako (Fantastico - Horror - Musicale)