Cerca per genere
Attori/registi più presenti

GLI ULTIMI 10 GIORNI DI HITLER

All'interno del forum, per questo film:
Gli ultimi 10 giorni di Hitler
Titolo originale:Hitler: The Last Ten Days
Dati:Anno: 1973Genere: drammatico (colore)
Regia:Ennio De Concini
Cast:Alec Guinness, Simon Ward, Adolfo Celi, Diane Cilento, Gabriele Ferzetti, Eric Porter, Doris Kunstmann, Joss Ackland, Barbara Jefford, Julian Glover, Michael Goodliffe, Freddie Jones, Phyllida Law, Paul Muller, Ann Lynn, John Bennett
Note:Aka "Gli ultimi dieci giorni di Hitler".
Visite:447
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 30/11/09 DAL BENEMERITO SKINNER

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Nicola81 12/9/16 15:28 - 1350 commenti

Lo sceneggiatore De Concini si mette dietro la macchina da presa per raccontare (con l'ausilio di immagini di repertorio) l'agonia del regime nazista. Il risultato è un film claustrofobico nell'ambientazione, lento nel ritmo e teatrale nell'impostazione, ma sorretto da un'accurata ricostruzione storica (anche se qualche licenza è inevitabile), dialoghi eccellenti e, soprattutto, da un'interpretazione di Alec Guinness straordinaria per mimetismo e aderenza con il vero Hitler. Nel cast di contorno si fanno valere i nostri Celi e Ferzetti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I monologhi di Hitler; Il consiglio di guerra; Il matrimonio; Il dialogo conclusivo (bello, ma quanto attendibile?) tra Hitler e Eva Braun.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Rigoletto 22/4/12 19:33 - 1154 commenti

Nato da una co-produzione anglo-italiana, è un film che racconta in maniera efficace gli istanti finali di Hitler e del Nazismo. Girato a metà strada tra film e documentario, con molti filmati d'epoca che vengono integrati per confutare una realtà diversa da quella immaginata e voluta dal dittatore. Non me ne voglia Alec Guinness (monumentale) se lo omaggio dicendo che è stato l'Adolf Hitler più somigliante che abbia mai visto, tanto da farmi pensare per un attimo che a recitare fosse il führer in persona.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La faccia sdegnata di Hitler quando, durante il matrimonio, il celebrante gli chiede se sia di pura origine ariana!
I gusti di Rigoletto (Avventura - Drammatico - Horror)

Jena 16/12/17 19:17 - 784 commenti

Inevitabile il confronto con il film di Hirschbiegel. Quest'ultimo risulta più realistico del lavoro di De Concini che, nonostante il continuo richiamo a ricostruzioni "accuratissime" dei fatti, ha un impianto più teatrale e spettacolaristico. L'Hitler di Guinness (bravissimo) è quello che ci si aspetta che sia: un folle delirante, tra il demoniaco e il demenziale (un po' chapliniano, in certi momenti), mentre quello di Ganz più sofferto e "umano" (e per questo il film fu criticato). Per certi versi più "divertente" del film tedesco.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'inizio, con un gelido Hitler che nomina l'SS Gebhard capo della croce rossa; Gli inserti di distruzioni belliche e dei campi di concentramento.
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Skinner 30/11/09 13:15 - 595 commenti

Esordio registico dello sceneggiatore De Concini, il film è una molto teatrale ricostruzione degli ultimi giorni di Hitler e relativo seguito nei bunker berlinesi. Alternando immagini di repertorio e fredde ricostruzioni recitate, il film è quasi un documentario, affascinante non per meriti cinematografici quanto piuttosto storici/storiografici. Comunque sorpendente (in positivo) la performance di Guinness.
I gusti di Skinner (Commedia - Drammatico - Western)

Mark 10/7/11 1:44 - 232 commenti

Nulla da invidiare al più recente omonimo film tedesco. Nel cast spiccano gli ottimi Ferzetti e Celi, la trattazione è approfondita con cura e introdotta da una dettagliata analisi sociale e politica. L'Hitler in questione incarna ottimamente il personaggio. Certo, manca l'effettistica odierna che ormai rende tutto magnificamente realistico e col senno di poi il film sembra fare economia di mezzi. Ciò non inficia comunque l'indubbio valore di questa pellicola.
I gusti di Mark (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Black hole 27/2/13 1:12 - 125 commenti

Film decisamente più di taglio "documentaristico" rispetto a La caduta e girato quasi esclusivamente in interni, nell'atmosfera claustrofobica del bunker, in un clima di rassegnazione e disperazione delirante. Guinness è superbo, secondo me superiore a Ganz nel trasmettere il suo delirio finale: rende meglio la glacialità, il distacco dell'uomo. Celi forse è il meno "teutonico" del cast, anche se la sua interpretazione del gen. Krebs è comunque di ottimo livello. Merita di essere visto, magari confrontandolo col film di Hirschbiegel.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'uscita dal bunker del capitano Hoffman e le sigarette donate alla ragazzina spaurita della Hitlerjugend.
I gusti di Black hole (Drammatico - Fantascienza - Western)