Cerca per genere
Attori/registi più presenti

L'ULTIMA FUGA

All'interno del forum, per questo film:
L'ultima fuga
Titolo originale:The last run
Dati:Anno: 1971Genere: gangster/noir (colore)
Regia:Richard Fleischer
Cast:George C. Scott, Tony Musante, Trish Van Devere, Colleen Dewhurst, Aldo Sambrell, Antonio Tarruella, Robert Coleby, Patrick Zurica, Rocky Taylor
Visite:277
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/10/09 DAL BENEMERITO HOMESICK

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Homesick 24/10/09 18:01 - 5712 commenti

Iniziato da John Huston, un noir on the road dalla fotografia crepuscolare che ben si adatta alla figura di Scott, antieroe malinconico e perdente. Piuttosto derivativo, sconta una prima parte lenta, discorsiva e poco avvincente, ma poi evolve all'insegna dell'azione - tradimenti, trappole, spettacolari corse in auto lungo tortuose strade litoranee, sparatorie - preparando un finale tragico, come la miglior tradizione del genere insegna. Nel cast anche Sambrell, volto emblematico del western italiano e spagnolo.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Rebis 15/5/10 16:03 - 2059 commenti

Per oltre 40 minuti Fleischer disattende la tempistica di genere e insegue quella introspettiva di Harry Grames, un gangster che dopo nove anni di ritiro ricomincia il lavoro sporco per trovare un senso per cui vivere o una dignitÓ con cui morire. Quando mette mano all'azione, Fleischer lo fa con piglio romanzesco, letterario, esausto: quello che sta tratteggiando Ŕ il crepuscolo di un carattere (il loser chandleriano) e di un genere (il noir); Ŕ anche l'avvento di una nuova generazione, vampirica e notturna (ah, il finale...). Splendide musiche di Goldsmith. Luci di Sven Nykvist.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Nicola81 12/11/17 22:42 - 1304 commenti

Un omaggio al noir vecchio stampo, quindi inevitabilmente derivativo nei suoi sviluppi narrativi, ma insolito nell'ambientazione (siamo in Portogallo). Con una confezione di lusso alle spalle (splendida fotografia di Sven Nykvist, buone musiche di Jerry Goldsmith), Fleischer trova un accettabile compromesso tra introspezione psicologica e azione, chiudendo il cerchio con un malinconico finale notturno. Ottimi i tre protagonisti: Scott sconfitto dalla vita ma ancora capace di sfoderare gli artigli, Musante guascone, radiosa la Van Devere.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Lupoprezzo 20/3/11 18:47 - 635 commenti

Richard Fleischer recupera il classicismo noir (come era in voga negli anni 70) dandogli la didnitÓ e l'eternitÓ che merita. Il protagonista (un gigantesco George C. Scott) Ŕ il loser per antonomasia: disilluso, votato al sacrificio e consapevole del proprio destino cupo. Un on the road d'autore, un omaggio sentito ad un epoca affascinante e irripetibile. La splendida fotografia Ŕ del bergmaniano Sven Nykvist.
I gusti di Lupoprezzo (Horror - Poliziesco - Western)