Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL TEMPO DELLE MELE

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 30
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Sono in molti, tra i critici, ad aver sottolineato come LA BOUM (il titolo originale fa riferimento al nome francese con cui si definiscono le feste a sorpresa) non proponga poi molto di più rispetto ad altri film di adolescenti alle prese con i primi amori. Sbagliato, perché innanzitutto IL TEMPO DELLE MELE fotografa una precisa situazione sociale con una sincerità e una disinibizione del tutto nuove, riuscendo finalmente a cogliere l'esatto stato d'animo dei tredici-quattordicenni di fine Settanta. La scelta della splendida Sophie Marceau (ovvero, per la storia, Vic Beretton) come protagonista si dimostra perfetta, almeno quanto quella della coppia Claude Brasseur/Brigitte Fossey, genitori in una famiglia a tre ricca di contrasti ma anche di forti sentimenti. Non è un caso insomma se il film ha davvero segnato un'epoca mietendo successi strepitosi non solo in patria ma anche da noi. La canzone trainante (l'immortale, dolcissima “Reality” di Vladimir Cosma cantata da Richard Sanderson) è il simbolo stesso di quanto nel film ogni componente sia stata scelta con attenzione raggiungendo un amalgama unico, che s’è poi incredibilmente ripetuto nel seguito, realizzato dalle stesse persone e che col primo capitolo si fonde alla perfezione creando in pratica un dittico indissolubile, nella memoria di chi in quegli anni viveva le stesse esperienze di Vic. Non è tanto la regia del buon Claude Pinoteau a fare la differenza, quanto la scelta del cast e la sceneggiatura. Come film in sé avrà insomma anche dei difetti, ma il feeling è senza dubbio quello giusto e per la prima volta il mondo degli adolescenti viene dipinto come esattamente è, senza filtri inibitori o storpiature dovute alla poca appartenenza degli autori allo stesso. Da non dimenticare il pregevole tocco ironico della sceneggiatura.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 6/9/13 22:52 - 4118 commenti

La tentazione potrebbe essere quella di partire dalla "stupidità" dei 13-14enni, ma la constatazione che gli adulti, pure nel film, essendo più grandi, possono praticare stupidità più grandi, fa evitare il rischio. Film furbo ma azzeccato, con un Brasseur che conferma la sua bravura in più di un registro. Funzionano meno bene l'inverosimile - benché simpatica - nonna sprint e (forse) qualche attor giovane. Dico "forse" perché l'impaccio è pure parte dell'età. In fin dei conti, il "buono" ci sta.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 15/4/08 19:02 - 10055 commenti

A distanza di parecchi anni dalla sua realizzazione, si può considerare un ritratto piuttosto riuscito (benchè edulcorato) della realtà adolescenziale. Commedia piuttosto furba ma indubbiamente ben realizzata, girata su una sceneggiatura ben scritta e con personaggi che "bucano" lo schermo per simpatia, il film non è certamente un capolavoro ma opera senz'altro godibile che resiste alla prova del tempo.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Pigro 21/9/08 9:32 - 6798 commenti

Ragazzina di fronte ai primi innamoramenti con compagni di scuola, mentre i genitori sono in crisi sentimentale. Il film è furbetto, ma anche sincero nella descrizione delle torme di adolescenti che si gettano spasmodicamente in feste e discoteche. Un bel mix per teenager sognatrici, che non dimentica la realtà. La spietata ironia dell’ultima scena, che spiazza un lieto fine che comunque nessuno spettatore avrebbe aspettato, dà il giusto segno della leggerezza non superficiale di questo film.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Homesick 1/8/07 8:39 - 5737 commenti

Efferevescente e leggerissimo, ricupera l'esuberanza pre-sessantottina rivestendola di quella eleganza tipicamente francese, ben resa dai due attori principali (i versatili Marceau e Brasseur). Nonostante qualche ingenuità nella sceneggiatura, il film regge bene e non concede troppo a banalità e sdolcinatezze varie. Divertenti i numeri della bisnonna tutto pepe. Celeberrimo il main-theme della colonna sonora di Cosma.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Vstringer 2/1/10 20:04 - 349 commenti

Un'icona del riflusso eighties, questo film di ragazzini apolitici e di genitori in crisi sentimentale, ritratto edulcorato dei tredicenni dell'epoca, forse un po' datato con gli occhi di oggi. Però anche un classico, a modo suo, leggero ma pepato quanto basta, con finezza d'Oltralpe e lampi di tenerezza: papà Brasseur, la frizzante bisnonna Grey, ed un ottimo cast di supporto assicurano un tasso di brio superiore alla media. Ci si diverte senza sbracare. Sophie Marceau 15enne all'esordio è già bellissima e recita tutto sommato dignitosamente.
I gusti di Vstringer (Commedia - Drammatico - Musicale)

Ciavazzaro 14/9/08 13:33 - 4633 commenti

Orrendo. Sicuramente un titolo di culto per i giovani degli anni '80, ma oggi questo film sentimentale appare terribilmente invecchiato, inguardabile (e non perché io sia della generazione '90, dal momento che apprezzo molto gli 80's). Resta simpatica la nonna della protagonista.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Deepred89 17/5/07 21:06 - 2906 commenti

Film leggero e piacevole. La regia si mantiene su discreti livelli e il cast è buono, con la Marceau e Brasseur in testa. La sceneggiatura è sicuramente banale, ma alcuni tocchi di ironia la rendono comunque godibile. Immortale la colonna sonora. Sicuramente non un capolavoro ma nel suo genere è un capostipite.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Markus 12/2/09 12:47 - 2412 commenti

Uno dei pochi film francesi che hanno fatto breccia in Italia, ma in questo caso anche dovunque. “Il tempo delle mele”, così è stato curiosamente rititolato quello che nel mondo è uscito come “La boum”. Geniale sceneggiatura, che abbozza al sentimentalismo adolescenziale (perfettamente incarnato dalla debuttante Sophie Maerceau, che in questo film ha trovato la sua fortuna ma anche il suo limite). Cast di contorno perfetto nel quale spicca il simpatico Brasseur, talvolta prestato al nostro cinema popolare.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Capannelle 11/4/08 23:10 - 3345 commenti

Sicuramente ha avuto più clamore del dovuto. Rimane un film adolescenziale ma sarebbe ingiusto non riconoscerne i meriti. I personaggi sono ben assortiti (su tutti la Marceau e la nonna). Poi una musica invitante (anzi, un cult del genere) e una discreta regia.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Zender   17/8/12 9:45 - 245 commenti

I primi amori d'una splendida tredicenne e i non sempre idilliaci rapporti tra i due genitori: un doppio binario (con larga preferenza di quello adolescenziale) che Pinoteau segue con brio, freschezza e spigliatezza. Attori al meglio delle loro possibilità, un'aderenza magnifica alla realtà del tempo, alle interrelazioni tra i sessi e una grande abilità nel descrivere un personaggio potenzialmente squallido come quello della bisnonna. Successo epocale e manifesto di una generazione. Sentimento, ironia e una "Reality" che ancora mette i brividi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Cinema & patatine; Macchina da distruggere per proteggere l'alibi; Il finale beffardo, che non ti aspetti.
I gusti di Zender (Comico - Fantascienza - Horror)

Lovejoy 15/9/08 18:03 - 1827 commenti

Un film entrato di prepotenza nella storia del cinema sentimentale, non fosse altro per la celeberrima canzone di Richard Sanderson "Reality". La pellicola è poca cosa, nonostante gli interpreti all'altezza della situazione (bravo e simpatico Brasseur) e qualche gag a segno. Ma rivisto oggi è meno appassionante di quel che si crede. Un filo superiore al secondo capitolo, comunque.
I gusti di Lovejoy (Comico - Horror - Western)

Fabbiu 11/11/12 15:44 - 1806 commenti

Protagonista prossima ai quattordici anni, genitori in crisi e nonna libertina: situazioni prevedibili e furbe per un film che sembra cucito su misura per promuovere il singolo di Sanderson; ma allo stesso tempo la regia si snoda bene senza risultare mai bloccata in messaggi fini a se stessi, grazie alle buone interpretazioni (scoperta di Sophie Marceau) e simpatici personaggi; in piu occasioni c'è da storcere il naso, ma qualche scena è molto rappresentativa (il walkman, e in particolare il finale). Comunque meglio dei vari Moccia d'oggi.
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Trivex 4/3/11 18:05 - 1327 commenti

Visto per la prima volta una domenica pomeriggio, in piedi, al cinema: al ritorno ero perso nelle nebbie del sentimento. Rivisto ieri sera, ho trovato più simpatica la parte del rapporto tra i genitori rispetto a quella dell'adolescente inquieta e variabile. Senza andare oltre, si può dire che il film meriterebbe due pallini e mezzo, ma ne prende uno in più a causa del mito e del fascino giovanilistico, propiziatore dei primi flirt... quelli "seri".

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La gamba ingessata! Il finale disarmante...
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Lele Emo 14/9/08 15:39 - 173 commenti

Immortale. Spaccato sull'adolescenza sì ma anche sui contesti sociali. Visto oggi genera una riflessione pesante, soprattutto quando si vede che il peccato più grave commesso dal padre è quello di avere l'amante e che le festicciole dell'epoca concedevano come maggior trasgressione "la sigaretta". È certamente addolcito, ma rimane un cult, per aver colto un momento magico della nostra storia contemporanea, quando un pizzico di umana sensibilità c'era ancora e la voglia di riscatto scalava le marce su qualsiasi altro aspetto della quotidianità.
I gusti di Lele Emo (Drammatico - Erotico - Musicale)

Nando 10/5/12 0:16 - 3134 commenti

Un boom all'epoca, con la ninfetta Marceau intrigante interprete della intraprendente Vic. Certo, visto con gli occhi attuali appare infingardo e alliccato con una narrazione sdolcinata degli adolescenti. La colonna sonora fece epoca, ma la sua ipocrisia francese appare detestabile.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Lucius  9/9/10 1:56 - 2588 commenti

I primi turbamenti dell'adolescenza, il primo amore che non si scorda mai, in questa tenera e riuscita pellicola che ha emozionato milioni di spettatori, riscuotendo un inaspettato enorme successo. Delicato ritratto adolescenziale che si apre sui banchi di scuola per proseguire nel giorno del compleanno della quattordicenne protagonista, con sequenze capaci di commuovere ancor oggi. Cult la scena delle cuffiette in discoteca. Indimenticabile.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Belfagor 4/12/09 13:01 - 2514 commenti

Film leggero, che magari per noi degli anni '90 ha poco da dire ma che conserva comunque un fascino ironico e al giorno d'oggi quasi ingenuo. Probabilmente ciò è dovuto ad una fine sensibilità che non scade nel sentimentalismo (vedi anche il finale). La storia è molto semplice, ma gli attori la portano bene in scena. Ottima per il ruolo la Marceau, molto bravi Brasseur e la Fossey nel ruolo dei genitori (anche se il personaggio migliore rimane la simpatica bisnonna interpretata dalla Grey).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Reality" al mangianastri e molte battute azzeccate di Denise Grey.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Piero68 18/8/15 15:59 - 2259 commenti

Cult adolescenziale assoluto per gli anni 80, complice anche la canzone di Sanderson, che divenne praticamente sinonimo di innamoramento. E' ovvio che la pellicola non ha retto al confronto con i tempi. Troppe diversità tra i 14enni di oggi e quelli di 35 anni fa. Storia leggera e frivola come del resto lo sono tutti i personaggi. Marceau, "vera" tredicenne all'epoca, fu la scelta vincente di Pinoteau, che seppe cogliere nell'esordiente tutte le sfumature necessarie a ricoprire il ruolo. Bravi anche Brasseur e la Fossey, credibili genitori.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Myvincent 7/3/11 18:22 - 1944 commenti

Prototipo del filone adolescent-movie, il film ebbe un impatto di pubblico e un risvolto sociale davvero imponente all'inizio degli anni 80. Personaggi giusti (del resto scovati e scelti dopo snervanti, lunghissimi provini), tempi azzeccati e una colonna sonora altrettanto incisiva. Ma quando si parla di giovani in erba si rischia sempre di essere convenzionali e di non andare veramente nel profondo. Anche qui.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Didda23 11/3/13 20:46 - 1853 commenti

L'immedesimazione è fatto scontato anche se presenta un gap generazionale, perchè i primi impulsi, le prime feste e le prime bugie fanno parte dell'esistenza di qualsiasi essere umano. La sceneggiatura ha il gran pregio di descrivere con frizzantezza molte delle situazioni tipiche adolescenziali senza mai scadere nella lacrima facile. Scolastica la regia di Pinoteau, che svolge il proprio dovere senza affanno coaudiuvato da un cast brillante nel quale spicca l'indimenticabile Sophie. Il main theme è immortale, ma che scatole se riprosto 25 volte!
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Stefania 16/7/10 21:53 - 1602 commenti

Stessi anni: Vic e Christiane F., tempo delle mele e tempo delle pere, due facce della realtà adolescenziale, sicuramente due facce del disimpegno, del riflusso, tra autodistruttività e perbenismo... Noi ragazzetti delle medie eravamo affascinati da entrambe queste icone! Questo film lo adoro, ha dialoghi ottimi, ha il ritmo frizzante e veloce che è il ritmo della vita e del cuore di un'adolescente, tra entusiasmi improvvisi e fugaci tristezze. Finale giustamente non risolutivo, siamo nella felice dimensione dell'effimero! Leggero ma sagace.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Luchi78 11/5/12 10:27 - 1518 commenti

Beata innocenza! Spopolava tra gli adolescenti negli anni '80, oggi li farebbe ridere per l'eccessiva pudicizia. Mentre Sophie Marceau si gode la sua "Dreams are my reality" tutt'attorno le si muove un contorno di ottimi personaggi, spesso comici e sarcastici, adeguatamente scelti all'epoca per sviluppare una sceneggiatura che non è incentrata solo su una storiella adolescenziale. Godibile soprattutto il divertente Claude Brasseur, protagonista di divertenti situazioni. Ancora godibile nonostante gli attacchi del tempo.
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Disorder 24/10/10 16:49 - 1366 commenti

Buon film adolescenziale, deve lo status di cult al fatto di essere uscito in un momento ben preciso: l'inizio degli anni 80. La stagione della contestazione è morta e sepolta, la famiglia tradizionale scricchiola e questi nuovi giovani hanno poche alternative: adeguarsi e vivere spensieratamente come fa la nostra Vic, oppure rifiutare totalmente la realtà e autodistruggersi come faceva la coetanea Christiane F ne I ragazzi dello Zoo di Berlino. Due facce della stessa moneta, due simboli del nuovo corso e del riflusso. Non perfetto, ma importante.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena delle cuffiette alla festa; l'arzilla bisnonna di Vic che sfreccia in Renault 5.
I gusti di Disorder (Avventura - Commedia - Drammatico)

Giacomovie 6/6/10 14:26 - 1243 commenti

Con un leitmotiv di culto ed il fascino acerbo della Marceau il film resiste ancora nel mito dei teenager. In questo è aiutato anche da una qualità delle immagini che superava gli standard del periodo e che lo rende ancora gradevole alla visione. Un po' meno attrattiva risulta, invece, la trama, incentrata sul contrasto tra i primi pruriti adolescenziali e gli attriti genitoriali. Il ritmo è scorrevole ma disturba il frenetico accavallarsi di piccole sequenze. E si cerca di accattivarsi la simpatia del pubblico con certi ammiccamenti scenici. **!
I gusti di Giacomovie (Drammatico - Erotico - Sentimentale)

Gabrius79 12/10/13 18:03 - 1024 commenti

Piacevole e gustosa commedia francese rimasta (così come la canzone Reality e il titolo italiano diventato luogo comune) nella memoria di molti per la freschezza che riesce a regalare. Bene la giovane Marceau, ma i migliori rimangono sicuramente Claude Brasseur (molto bravo), Brigitte Fossey (bella e brava) e Denise Gray (impareggiabile e saggia nonna da antologia). C'è spazio per sorrisi e qualche lacrimuccia. Da rivedere.
I gusti di Gabrius79 (Comico - Commedia - Drammatico)

Parsifal68 16/11/15 11:01 - 607 commenti

Brividi adolescenziali e prime pene d'amore della tredicenne Vic, splendidamente interpretata da Sophie Marceau qui alla sua primissima prova d'attrice. Il film ha il pregio di essere veritiero perché raccontato con delicatezza, forse con qualche momento che poco centra con la storia, ma che nel complesso si lascia guardare con tenerezza per un periodo in cui gli adolescenti ancora si riunivano nelle feste casalinghe senza chiudersi nell'odierna solitudine hi-tech. Brasseur e la Fossey straordinari interpreti di "contorno". Cult.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La famosissima scena del lento ballato sulle note di "Reality".
I gusti di Parsifal68 (Comico - Commedia - Drammatico)

Domino86 7/3/11 10:26 - 365 commenti

Il film è diventato un classico nel suo genere (la commedia sentimentale giovanile), la maggior parte di noi conosce o, almeno una volta, ha fatto riferimento alla pellicola e alla sua colonna sonora. Tuttavia posso anche dire che, proprio per questo motivo, mi aspettavo qualcosa di più (forse le mie aspettative erano troppo alte). Fantastica la bisnonna.
I gusti di Domino86 (Animazione - Drammatico - Thriller)

Claudius 9/7/14 22:10 - 224 commenti

Commedia leggera e un po' furbetta che ha goduto e continua a godere di una straordinaria notorietà, dovuta al fatto che racconta un periodo della vita di noi ineguagliabile (la prima adolescenza, le prime cotte); certo rivisto oggi appare datato, ma non si può negare che abbia segnato diverse generazioni (le feste con le luci, i genitori sotto casa). Dolcissima la Marceau e buono il resto del cast.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena delle cuffie; La canzone "Reality".
I gusti di Claudius (Avventura - Horror - Sentimentale)

Venticello 18/6/07 14:08 - 63 commenti

Lo vidi in sala all'età dei protagonisti e spesso sognai di poter vivere la scena del walkman alla festa. Insomma, per l'epoca un vero cult di noi ragazzini tra le medie e il liceo. Rivisto l'altra sera, risulta quasi commovente per ingenuità pensando alle nuove generazioni. La cosa più devastante personalmente è come mi sia accorto di essere passato in tutti questi anni dal punto di vista dell'adolescente a quello del genitore. Chissà fra qualche anno come mi comporterò con i miei figli adolescenti? Immortale colonna sonora.
I gusti di Venticello (Azione - Poliziesco - Thriller)

Ginestra 22/1/18 10:59 - 30 commenti

Film unico e indimenticabile per tutte le adolescenti. Oggi è anche un simbolo di stile per i vestiti Anni 80, le feste in casa (non esistono più) e la libertà (pure scomparsa) dei ragazzi di stare per conto loro senza telefonini né social distraenti. Insomma, da far vedere ai figli adolescenti per poi commentare "Ai nostri tempi..." con qualche giusta ragione. Sophie Marceau perfetta nella parte della lolita vitale. Tutti i personaggi in parte e dialoghi molto curati.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena del cambio di abito per la festa; La festa; La distruzione in profumeria.
I gusti di Ginestra (Horror - Poliziesco - Thriller)