Cerca per genere
Attori/registi più presenti

AMERICAN SCHOOL

All'interno del forum, per questo film:
American School
Titolo originale:Loser
Dati:Anno: 2000Genere: commedia (colore)
Regia:Amy Heckerling
Cast:Jason Biggs, Mena Suvari, Greg Kinnear, Zak Orth, Thomas Sadoski, Jimmi Simpson, Dan Aykroyd, Twink Caplan, Colleen Camp
Visite:269
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 11/5/08 DAL BENEMERITO MASCHERATO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Mascherato 11/5/08 23:52 - 588 commenti

Mi immagino la seduta dei distributori italiani che studiano le strategie di lancio per il film della Heckerling (in originale Loser). Se lui ha fatto American Pie e lei American Beauty, American ci deve essere nel titolo. Ma cosa ci si mette vicino. Sono in una scuola, no? Allora American School. Per il resto, il plot recupera la storia del nerd che conquista la bella (?) del college che, visto che è Mena Suvari e giusto per confermare il suo lolitismo, ha una relazione con il professore.
I gusti di Mascherato (Fantascienza - Horror - Thriller)

Herrkinski 24/8/10 11:31 - 3698 commenti

Il successo di American Pie (e del suo protagonista Biggs) ha creato una miriade di spin-off giovanilistici di rara bruttezza e stupidità; nel calderone finì pure questa ennesima pellicola, guarda caso interpretata dal solito Biggs e dall'altrettanto gettonata Mena Suvari, impegnati in una storia semplice semplice che ricicla i soliti luoghi comuni della commedia americana. Rispetto ad altri epigoni perlomeno ci vengono risparmiati volgarità e nudi gratuiti, ma per il resto la pellicola si muove sui binari del già visto, con moralina finale.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Cangaceiro 21/8/10 20:12 - 982 commenti

Non è un teen-movie sguaiato e sporcaccione, a dispetto del furbo titolo italiano. Siamo più dalle parti della commedia sentimental/romantica per ragazzi. La storia è di quelle già viste mille volte, ma il tutto ha una sua insospettabile dignità; c'è addirittura un fondo di amarezza per buona parte della pellicola. Biggs è di una tenerezza sbalorditiva nei panni di un Jim Levenstein ancor più sprovveduto e malleabile. Paterno e profondo Aykroyd nelle due uniche scene in cui è coinvolto. Positivo l'uso di molti hits di quei tempi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il dialogo tra Biggs ed il commesso del videostore (si cita tra gli altri Lezioni di piano).
I gusti di Cangaceiro (Commedia - Gangster - Western)

Stubby 26/10/08 10:40 - 1154 commenti

Entrambi protagonisti del film di successo American pie, poi lei protagonista di American beauty e American virgin e adesso questo "American school" (ma uscito anche con il nome "Il perdente" in Italia). Il nerd e la bonazza, storia poco avvincente e pellicola che si può tranquillamente perdere. Jason Biggs non viene sfruttato a dovere.
I gusti di Stubby (Azione - Horror - Western)

Luchi78 14/9/12 11:16 - 1516 commenti

Terrificante polpettone sentimentale per teenager, tirato su grazie al successo dei due protagonisti del momento. Preferivo di gran lunga la volgarità gratuita dei vari American Pie, piuttosto di questa storiella scontatissima con i classici cliché (professore-alunna con sfigato terzo incomodo, quest'ultimo interpretato da un Biggs decisamente sotto tono). Perdibile.
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Socrate 13/11/17 15:37 - 1114 commenti

Da studente modello di provincia a imbranato che se ne sta sempre sui libri a New York il passo è breve per Paul. A dargli una svegliata potrebbe essere l'amore per la bella Dora, ma lei sta col prof Alcott. Commedia giovanilistica-sentimentale il cui insuccesso è dovuto paradossalmente alla mancanza di volgarità à la American pie. Tutto scorre nella convenzionalità, aggravato dai limiti dei personaggi: Biggs unidimensionale, le deprimenti figure di contorno (i coinquilini), il professore cinico e maschilista di Kinnear. Come da titolo: perdente.
I gusti di Socrate (Commedia - Drammatico - Gangster)