Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA TORRE NERA

All'interno del forum, per questo film:
La torre nera
Titolo originale:The Dark Tower
Dati:Anno: 2017Genere: fantastico (colore)
Regia:Nikolaj Arcel
Cast:Idris Elba, Matthew McConaughey, Tom Taylor, Katheryn Winnick, Abbey Lee, Jackie Earle Haley, Nicholas Hamilton, Claudia Kim, Dennis Haysbert, Fran Kranz
Note:Ispirato alla saga letteraria creata da Stephen King.
Visite:336
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/8/17 DAL BENEMERITO RAMBO90 POI DAVINOTTATO IL GIORNO 13/8/17
Cominciamo da quel che si legge ovunque: non siamo di fronte a una trasposizione degli otto romanzi dedicati da Stephen King alla Torre Nera ma all'epilogo della vicenda, in cui l'incontro/scontro tra il Pistolero Roland (Elba), il malvagissimo Walter (McConaughey) e il piccolo Jake (Taylor), che avrebbe le potenzialità col suo solo pensiero di abbattere la Torre Nera, origina un finale che ovviamente poi tanto finale non è detto che sia. Si comincia con gli inquietanti disegni di Jake, bimbetto problematico che riporta su carta le visioni dei suoi incubi un po' come faceva Dreyfuss negli INCONTRI RAVVICINATI di Spielberg. Invece di una montagna Jake disegna un'alta torre e personaggi che si scornano in mondi diversi, ma per raggiungerli dovrà passare attraverso una sorta di Stargate che lo traghetterà in un pianeta sconosciuto. E' qui che farà la conoscenza del Pistolero e saprà del temibile Walter, essere immondo che punta alla distruzione della Torre Nera, unica barriera in grado di tenere i demoni lontano dai diversi universi cui sovrintende. Jake e Roland faranno insomma comunella mettendosi in caccia del feroce nemico, che nel frattempo si diletta a bruciare, accoppare e infierire su più persone possibile mentre cerca il ragazzino giusto la cui forza dovrà convogliare per distruggere la Torre. Elba il buono McConaughey il cattivo insomma, entrambi figli di caratterizzazioni stucchevoli. A Elba va appena meglio: il suo Roland qualche sfumatura in più ce l'ha; McConughey si ritrova invece prigioniero del solito buffone ultraterreno che gode nell'uccidere mantenendo lo sguardo più freddo possibile, concedendosi qualche raro accenno di ironico sadismo ma dando vita a un villain come mille altri, per il quale non era certo necessario scomodare uno dei più quotati attori di Hollywood. La prima parte sembrava promettere discretamente: si segue la lenta delineazione di universi sovrapponibili dominati dalla sfuggente sagoma della Torre Nera, spesso resi con paesaggi pregevoli; si soffre con Jake in fuga dalla madre e dal suo convivente che lo vogliono consegnare a una scuola correttiva purtroppo retta da Visitors dalla pelle squamata al soldo di Walter. E' la seconda – molto più lunga - a far crollare non la Torre ma la storia: tutto si riduce ad apparizioni di demoni che si trasformano all'occasione in parenti scomparsi, ai soliti corpo a corpo, alle sparatorie interminabili montate a mille all'ora degne dell'ultimo degli action e ben lontane dallo spirito kinghiano. Tra effetti speciali al risparmio, sceneggiatura misera e spunti buttati lì senza un perché (degli stessi “alieni” con la pelle male appiccicata nessuno spiega nulla) veniamo travolti da bombardamenti a ripetizione, luci e pallottole. Elba gioca a fare il maestro Jedi con Jake, McConaughey dirige truppe di ciechi servitori in una guerra spesso a distanza di scarso interesse. Peccato, perché si vede che dietro una patina di grigiore da fantasy preconfezionato senza grinta si muove qualcosa di grandioso.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

124c 16/8/17 14:01 - 2448 commenti

Da una serie di racconti di Stephen King un film fantasy che vorrebbe essere anche dark ma che poi si rivela un prodotto dimenticabile. Eppure gli interpreti sembrano in parte, specie Idris Elba nel ruolo del pistolero che filosofeggia sul suo credo e lo trasmette al giovane protagonista, Tom Taylor. Purtroppo non è solo uno scioglilingua che fa di un film fantasy uno buono, anche perché c'è chi gigioneggia (Matthew McConaughey) e chi è davvero sprecato in un ruolo alla "ci sono ma non ci sono" (tipo Jackie Earle Haley d Watchmen). Medio.
I gusti di 124c (Commedia - Fantastico - Poliziesco)

Rambo90 10/8/17 22:41 - 4771 commenti

Con una base di partenza eccellente, un pasticcio incredibile. Il film ha ritmo e una confezione discreta, ma fallisce nel dosare il mix di generi a sua disposizione, mancando completamente la componente dark o la tensione a favore di un fantasy innocuo e banale, dove i personaggi dicono e fanno cose prevedibili. La situazione è tenuta un po' a galla dai due protagonisti (bravo anche il ragazzo) che sembrano credere in quello che fanno, a dispetto di una sceneggiatura poco coinvolgente. Fascino zero, un'occasione davvero sprecata.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Maxx g 18/8/17 11:48 - 327 commenti

Tratto da Stephen King, è un fantasy in piena regola, con tutti i connotati del caso. I giochi di luce si sprecano, il piacere visivo è molto intenso, ma il tutto è già visto, tra sogni, maghi e oggetti sospesi nel cielo. Il film si vede, ma la confusione regna sovrana e non è tutto questo splendore. Meglio, molto meglio, lo Stephen King horror. Nulla di nuovo sotto il sole.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il personaggio del pistolero, inquieto e affascinante.
I gusti di Maxx g (Comico - Horror - Western)