Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IDENTITà SOSPETTE

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 14
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/6/08 DAL BENEMERITO MASCHERATO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 12/2/18
Non ci fossero stati cubi e seghe, prima, poteva anche essere un'idea. Così è solo un rimasticamento della solita trovata del mi sveglio non so chi sono dove sono e chi siete voi. L'avvio - considerata anche la fotografia che butta sul verdastro e il corpo disteso in terra apparentemente senza vita - si colloca nei pressi dell'omaggio dichiarato al primo SAW, con Caviezel a porsi le fatidiche domande sulla situazione in cui si ritrova insieme ad altri quattro uomini: uno legato a una sedia, un altro appeso con le manette, uno privo di sensi disteso sul pavimento e un ultimo "a piede libero" come lui. Rinchiusi in una sorta di ampio capannone senza uscita, i cinque cominciano col farsi domande mentre la memoria riaffiora lentamente nelle loro menti a colpi di veloci flashback non facilmente intepretabili. All'esterno una donna sta andando a pagare il riscatto per suo marito e capiamo che questi è certamente uno dei rinchiusi. Chi dei cinque? Il ritrovamento in loco di un quotidiano porta a presumere che ci sia stato un agguato e i sequestrati siano almeno due. Gli altri – si immagina - dovrebbero essere i carcerieri. La situazione è anche studiata con una certa intelligenza, organizzata discretamente, ma l'esagerato ricorso a grida e accuse esagitate porta il film dalle parti dei thriller più banali, con il ripetersi di dialoghi modesti e il solo Caviezel a dare un po' di smalto a un cast che sembra comportarsi come se stesse partecipando a un action qualsiasi. E' la mancanza di una tensione reale a rendere poco coinvolgente il tutto, al di là di una curiosità che indubbiamente sale col passare dei minuti e che apre a un finale che già sappiamo riserverà più d'una sorpresa. Non mancherà infatti il colpo di coda, che sa un po' di forzatura ma almeno spariglia un minimo le carte e ci lascia con un po' di gusto in più. Ad ogni modo gli affezionati del genere non dovrebbero rimanere troppo insoddisfatti da una costruzione in linea con le aspettative e una confezione tutto sommato di una certa qualità. Però non si può pensare di costruire una vera suspense lasciando che i personaggi si agitino a vuoto accusandosi vicendevolmente per metà del tempo. E anche le scene all'esterno relative alla polizia in caccia dei sequestratori dicono davvero poco...
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 9/5/15 9:51 - 10044 commenti

Il cinema pare non averne ancora abbastanza di produrre film su gruppi di uomini che si ritrovano prigionieri senza avere idea di come sia successo. Questo di Simon Brand è l'ennesimo e nemmeno quello più riuscito. Oltre alle evidenti incongruenze della sceneggiatura, la prova del regista denota anche uno stile visivo poco personale e una scarsa capacità di dirigere gli attori che pur bravi non riescono ad incidere. Inutile.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Cotola 21/7/09 23:16 - 6571 commenti

L'idea di partenza è abbastanza logora così come pure lo svolgimento. Ma a dare più fastidio è altro: ormai sono in tanti a credere che per fare un film ricco di suspence sia necessario riempirlo di colpi di scena (spesso più o meno disonesti) e prendere in giro il più possibile lo spettatore. Poveracci: non conoscono le regole basilari della suspence e non hanno mai sentito parlare di un signore chiamato Alfred Hitchcock. Detto questo il fim scivola via veloce, ma chi conosce un po' il cinema non resterà troppo sorpreso dal suo svolgimento.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 30/12/08 12:52 - 6824 commenti

Ormai quello del ribaltamento finale rischia di diventare un cliché talmente abusato da sortire l'effetto contrario: non sorprende affatto perché lo spettatore se l'aspetta e mangia la foglia. Comunque, pur con scarsa originalità (l'inizio ricorda molto "Saw"), il film si segue con interesse, per il piacere di vedere un gruppo di bravi attori che si scazzottano, si insultano o si alleano a fasi alterne, dato che, a causa di una temporanea amnesia collettiva, non sanno neppure loro se fanno parte dei "buoni" o dei "cattivi".
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Mascherato 27/6/08 23:32 - 588 commenti

Uno che si chiama Brand e che fa(!)il regista pubblicitario, avrebbe dovuto capire in anticipo che il limone non si può spremere più di tanto. Un copione che parte come Saw per poi attestarsi sulle convenzioni del kammerspiele coatto (DOVE SIAMO? COME CI SIAMO FINITI QUI?)con una spruzzatina di soliti sospetti, non prometteva certo bene. Se avete visto più di due film nella vita dovreste essere in grado di anticipare i colpi di scena compreso il twist in the end, quello che dovrebbe far gridare: "ma guarda te! e chi lo avrebbe detto?"
I gusti di Mascherato (Fantascienza - Horror - Thriller)

Deepred89 9/7/16 19:41 - 2905 commenti

Thrillerino che unisce l'ormai abusatissima base di Cube a un intrigo noir lontanamente debitore del primissimo Tarantino. Ogni tanto una certa curiosità affiora e la confezione è corretta, ma le idee latitano (e infatti si arriva agli 80 minuti con l'aiuto di inutili scene "esterne") e i colpi di scena conclusivi non colpiscono particolarmente. Caviezel sovrasta il resto del cast, che comunque non dispiace.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Stubby 7/2/09 16:18 - 1154 commenti

Una partenza alla Saw che attizza la curiosità, poi pian piano l'interesse tende a scemare. La pellicola comunque riprende bene nell'ultima mezz'ora finale con continui colpi di scena, alcuni anche abbastanza scontati. Comunque nel complesso mi ha piuttosto divertito, per cui una visione la consiglio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Bridget Moynahan quando accavalla le gambe è da infarto fulmineo.
I gusti di Stubby (Azione - Horror - Western)

Mco 23/9/13 23:23 - 1882 commenti

Saw o son desto, verrebbe da dire dopo le prime immagini che le nostre cornee riflettono dallo schermo. Poi la strada percorre altre direzioni e le sfaccettature violente lasciano spazio a più miti dilemmi: chi sono? Recito il carnefice o la vittima? L'opus di Brand dura poco meno di un'oretta e venti e scorre via di conseguenza, tra reminiscenze e attualità. Il cast se la cava ma non tutto viene sviluppato al meglio. Discreto entertainment, nulla più.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli ultimi fotogrammi prima dei titoli di coda.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Enzus79 11/7/09 10:20 - 1538 commenti

Non male questo Identità sospette, che si pone sulla falsa riga di Saw e Cube. Ma nemmeno tanto esaltante. La suspence c'è (fino ad un certo punto), gli attori bravi anche (c'è pure Caveziel!), il soggetto è di tutto rispetto. Si va avanti colpevolizzando e scazzottandosi, ed è questo che tiene in piedi (bene) il film. Credevo peggio...
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rickblaine 11/7/09 10:01 - 635 commenti

Un film nato per confondere e lasciare un libero e facile spazio ad un colpo di scena nel finale. Uno schema già utilizzato in varie opere e sopratutto nei generi horror e thriller. Comunque non si può certo definire brutta un'opera che può interessare e che offre un coinvolgimento ad ampio raggio. Non è originale ma di sicuro non è inguardabile.
I gusti di Rickblaine (Fantascienza - Horror - Thriller)

Rambo90 11/1/10 16:36 - 5033 commenti

Inizio praticamente identico a Saw e ai suoi sequel, colpi di scena forzati e scene d'azione poche e confuse. Cosa salvare? Gli attori, tutti ottimi a partire da Jim Caviezel (sempre più nel regno della serie B) e il ritmo abbastanza veloce che fa scorrere il film liscio liscio verso la fine. Vedibile ma non esaltante.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Nando 30/7/11 23:45 - 3132 commenti

Plot iniziale sicuramente poco originale, ma il mestiere degli interpreti associato ad una narrazione collerica tendente all'iracondo genera un discreto film in cui il livello claustrofobico porta alla consequenziale esasperazione degli ignari prigionieri salvo poi emergere nel ribaltante finale.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Gestarsh99 2/7/12 15:43 - 1061 commenti

Questo thriller reclusivo, che a una prima annusata dissipa l'odoraccio del secondarismo sbattuto ai quattro venti, va un po' oltre quanto offerto nei titoli quotati che saltano alla mente dopo le immagini di apertura: oltre a confinare i suoi cinque sconosciuti in un'area ignota per un tempo indefinito, li depriva anche della memoria, sia a breve che a lungo termine. La partita che si disputa non è pertanto quella vermiglia al massacro, arbitrata da crittografi demiurghi col fischietto chissà dove, ma si accentra negli sforzi mnemonici volti a radarizzare le due squadrette in campo. L'esito fuori programma solo ai calci di rigore.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il bastardissimo coup de theatre conclusivo...
I gusti di Gestarsh99 (Horror - Poliziesco - Thriller)

Skinner 15/3/09 8:47 - 595 commenti

Quasi una versione pseudorealistica di The cube, questo "Unknown" si rivela un buon b-movie di onesto intrattenimento, capace di "prendere" in qualche modo fino alla fine, senza pretese di cult o di film d'autore. Seppure con troppi finali e troppi momenti inverosimili, il film si apprezza comunque per il cinismo e la cattiveria di fondo. Buono il cast, menzione speciale per Pepper e Pantoliano.
I gusti di Skinner (Commedia - Drammatico - Western)

Fintocolto 21/12/15 12:11 - 19 commenti

Inizialmente si appiglia al canovaccio Cubo-Saw ma poi, pian piano, riesce a camminare su gambe proprie. Thriller mnemonico diviso a scaglioni che ricompongono il puzzle, a visione ultimata si ha la sensazione che soprattutto nel doppio colpo di scena finale si potesse usare maggior cura; alcuni potrebbero rimanere un tantino interdetti. Nel complesso si lascia guardare e c'è di buono che non annoia e istilla nello spettatore una certa dose di curiosità. Una visione la può meritare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La parte iniziale e poi il finale.
I gusti di Fintocolto (Giallo - Horror - Thriller)