Cerca per genere
Attori/registi più presenti
"UN CICLONE IN FAMIGLIA" STAGIONE PER STAGIONE
domenica 10 dicembre 2017
LA PAGINA DEGLI ESPERTI

In questa pagina sono raccolti i commenti pervenuti sulle singole stagioni di "Un ciclone in famiglia". Chi volesse contribuire commentando un'unica e precisa stagione non ha che da CLICCARE QUI e farlo, scrivendo nel forum il proprio commento e facendolo anticipare dal numero della stagione (es. STAGIONE 2) e dal relativo pallinaggio. Il commento verrà prelevato “automaticamente” (per via umana, cioè da me) dal forum e trasferito in questa pagina nel punto esatto.


STAGIONE 1 (2005)
***
Fiction italiana dal valore produttivo leggermente superiore alla media. I Vanzina confezionano bene e in alcuni casi sembra di avere a che fare con un prodotto cinematografico, soprattutto nelle numerose trasferte estere (Canada, Africa, Monaco). La storia è piacevolmente movimentata, tra gli ormai classici temi della famiglia allargata e puntate più cinepanettonesche (tipo Mattioli e Boldi persi in Svizzera). Boldi è davvero spassoso, perfettamente accoppiato ad un Mattioli esuberante ma naturale e in una delle sue ultime performance spumeggianti prima del progessivo declino (soprattutto al cinema). Il cast di supporto ha le brave Scattini e De Rossi, ma cala vistosamente quando sono in ballo i giovani. Ultima puntata in stile perfettamente vanziniano tra i monti di Cortina. Buono. (Rambo90)

STAGIONE 2 (2006)
***
Le avventure delle famiglie Fumagalli e Dominici proseguono nel solco già lasciato dalla prima stagione. Una serie praticamente infinita di capovolgimenti di situazione (alcuni un po' troppo repentini e inverosimili a dire il vero) movimentano le trame degli episodi, divertendo soprattutto grazie all'affiatamento degli interpreti. L'innesto di Buccirosso si rivela un'ottima scelta, a spezzare gli ormai abituali siparietti della coppia Boldi-Mattioli, cambiando gli equilibri. Anche qui non mancano puntate estere particolarmente spassose, come ad esempio quella in Grecia. Ritmo fresco, regia buona. (Rambo90)

STAGIONE 3 (2007)
**!
Dopo un primo noioso episodio in India (che ci risparmia alcun luogo comune sugli italiani in trasferta orientale), la serie riacquista finalmente la spontaneità e la simpatia delle prime due stagioni. Boldi funziona ancora, anche se leggermente più sopra le righe, e i duetti con Mattioli fanno ancora ridere. Ma ancor di più funziona l'alchimia tra Mattioli e Buccirosso, con il secondo entrato ormai in pianta stabile e capace di dare linfa anche alle gag più trite. I rovesciamenti di situazione tipici della serie non mancano e l'ultimo episodio in particolare è davvero gradevole, tra equivoci, perdite di memoria e corna assortite. Inutile la breve partecipazione di Max Pisu, fondamentale invece come sempre l'apporto di De Rossi e Scattini. (Rambo90)

STAGIONE 4 (2008)
**!
Folgorante il primo episodio, con il terzetto Boldi-Mattioli-Buccirosso (ai quali si aggiunge per l'occasione un ispirato Enzo Salvi) in trasferta prima a Bruxelles e poi ad Amsterdam. Boldi diventa onorevole e si ride spesso. Poi negli episodi successivi le situazioni diventano un po' paradossali e non sempre le gag sono di prima mano. Così che a volte è solo per la simpatia dei personaggi se non ci si annoia. In particolare, rispetto alle stagioni precedenti, si riscontra un certo affanno nel rendere fluide le situazioni, che a volte sembrano precipitare troppo improvvisamente e senza una costruzione adeguata di sceneggiatura. Finale simpatico, che chiude il cerchio con la vacanza in Canada da cui partì tutto. Non male. (Rambo90)
Vedi commenti allo speciale

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

 
< Successivo   Precedente >