Cerca per genere
Attori/registi più presenti
5. Incoronazione al Colosseo per Caesars e Stubby
lunedì 26 marzo 2007

26/3/07: Nemmeno il tempo di glorificare a dovere il buon Legnani che la Fondazione si è trovata ad allestire in gran velocità un secondo ricevimento per festeggiare l’entrata in Fondazione di un secondo e un terzo membro esterno: si tratta (ma chi ci segue se l’immaginava da un po’, visto che i loro nomi apparivano a ripetizione nel box degli ultimi inserimenti) del grande Caesars (per il quale Zender ha sborsato due milioni di euro di tasca propria per affittare il Colosseo la sera di ieri e fornire la cornice degna di cotanto nickname) e del prolificissimo Stubby (che essendo diventato membro della Fondazione un giorno dopo con un’improvvisa accelerazione è stato inserito da protagonista nella festa un po’ all’ultimo momento).


 Un veloce giro di telefonate e di nuovo tutti insieme (con pochissime defezioni, tra cui il solito fantasma Davinotti), questa volta nella capitale. Le presentazioni, per forza di cose, sono state più brevi dal momento che già tutti si conoscevano dalla festa al Guggenheim del 16. Giusto il tempo di presentare i nuovi arrivati: Keoma (una vecchia conoscenza di Zender che si è subito distinto per l’assiduità e la qualità dei suoi commenti), lo stupefacente Undying (la cui media impressionante di commenti giornalieri ha subito costretto tutti a una standing ovation e a qualche fischio di malcelata invidia), il magnifico Lele Emo (letterato con l’hobby del cinema francese, d’autore e del cinema malato ispirato a grandi personaggi maledetti), l’emergente Almayer (il quale nasconde un segreto che Zender ha giurato di non svelare), il preciso e abile Red Dragon, il suo validissimo compare Giapo (una garanzia), gli ancora timidi stagisti HollywoodL, Ghigo85, Karma neg e qualche disoccupato in attesa di entrare in società. Poi un veloce richiamo ai nuovi acquisti che più si stanno distinguendo per l’assidua frequentazione del box Ultimi inserimenti: Galbo e Lercio, che da new entry si trasformano improvvisamente in presenze fondamentali, e il sempre più convincente G.Godardi, al momento una delle presenze più apprezzate per l’importanza degli interventi e la frequenza straordinaria con cui vengono postati.


 Gran cerimoniere, questa volta, il Fondatore stanco Flazich, che si è ripreso da una certa sonnolenza solo gli ultimi giorni e ne ha approfittato per organizzare un autentico colpo “di teatro” per stupire il nuovo fondazionista Stubby sfruttando la particolare location: a metà festa è infatti entrato al Colosseo nientemeno che Chuck Norris. Flazich ha sorriso e Stubby ha immediatamente capito, cominciando ad accapigliarsi malamente con l’ex campione nel tentativo (fallito) di ricreare il clima di un celeberrimo “ultimo combattimento”: troppo vecchio lui, troppo inesperto Stubby. Grida di disapprovazione del pubblico mentre il Puppigallo segnalava col microfono: colpi proibiti, la sabbia, anziano pestato, i leoni. Qualcuno ha anche chiesto perché i leoni; il Puppigallo ha indicato il Colosseo e fatto una maldestra imitazione del Gladiatore.
 Nel finale, quando ormai la gran parte degli ospiti vagava ubriaca per il teatro, Zender ha preso la parola lasciando che fosse il Primo Fondatore Esterno B. Legnani a consegnare i papiri della Fondazione a Caesars e Stubby onorandoli di un inchino seguito da un ennesimo lungo applauso.
 Due ore dopo tutti a casa pronti a ricominciare una nuova dura giornata da commentatori professionisti.

 
< Successivo   Precedente >