Cerca per genere
Attori/registi più presenti
32. Festa a Budrio: entrano Hackett, Schramm e Herrkinski
sabato 19 luglio 2008
C’è silenzio al teatro di Budrio. Brusio in prima fila, dove i Signori del Davinotti (Galbo, Undying, il Gobbo, quelli che hanno sempre un posto in prima fila...) cominciano a domandarsi come mai non appaia nessuno sul palco. D’improvviso, illuminati dall’occhio di bue, ecco i tre nuovi Fondazionisti tutti insieme: Schramm, Hackett, Herrkinski. La sala esplode in un fragoroso applauso e finalmente si sente un timido colpo di tosse: il nuovo Granburattinaio è giovane, giovanissimo, deve prendere coraggio. Quello è stato il posto di gente come Flazich, Legnani, Puppigallo, Homesick, non uomini qualsiasi. Ciavazzaro finalmente prende la parola e si guadagna il primo applauso: “i nostri nuovi fondazionisti”, dice. Altri applausi scroscianti, con i tre che ringraziano salutando (Schramm conscio che la location tra drappi e scenografie minimali è stata scelta su sua precisa richiesta).

E’ stata una lunga rincorsa, quella di Ciavazzaro. Giunto tardi, rispetto agli altri GB, ha puntato tutto sull’inesorabilità: 4 commenti al giorno, cascasse il mondo! Han provato a fermarlo... inutile! Son caduti tutti, persino il fresco Granburattinaio Homesick, che non ha potuto resistere a lungo agli attacchi del giovane rampante. Non c’è stato niente da fare. Ciavazzaro era il predestinato, lo si era capito da subito. La costanza fenomenale che l’ha caratterizzato fin dalla sua seconda vita davinottica (la prima era stata più zoppicante, forse per deviare l’attenzione) ha subito terrorizzato i piani alti, che han cominciato a tremare. Poi, circa un mese fa, l’approdo alla maggiore carica davinottica. L’altro scossone l’ha dato comunque il sempre fenomenale Homesick, il nostro professore, valentissima penna storica del Davinotti che ha scalzato in un colpo Legnani e il Puppigallo (adagiati su ritmi umani e costretti a rintuzzare sempre più a fatica gli attacchi della nuova classe dirigente) ponendosi come Consigliere Massimo. Sarà difficile togliergli il posto... Lo si vede lì, a fianco di Ciavazzaro, con Legnani e il Puppigallo dietro pronti ad aiutare chi è ancora inesperto.

Partono le presentazioni. Hackett è stato il primo dei tre a raggiungere la Fondazione: si avvicinò al sito grazie alla prima ormai sorpassata e insufficiente ricerca sulle location della CASA DALLE FINESTRE CHE RIDONO (che infatti verrà integrata la prossima settimana). Seguì un periodo di silenzio e infine lo sbocciare tra i commentatori doc, di cui continua a far parte grazie a una precisione e una conoscenza cinematografica encomiabili. Un magnifico acquisto che siamo contenti di avere tra le nostre file, un altro di quelli che si fa notare per la costanza nella presenza e per l’affezione. Grazie Hackett. Schramm è un caso a parte. Ci vorrebbe un libro per descrivere la personalità dell’uomo in questione: padrone assoluto della lingua italiana (che peraltro disprezza se applicata al doppiaggio), recensore che si lascia guidare dall’estro, teatrante, intransigente (qualcuno provi a chiedergli di commentare Lost e capirà), specializzato in film misconosciuti e serie misteriose, ondivago (capace di sparare 10 commenti e non farsi sentire per una settimana), ha anche il merito di aver inserito molte curiosità nel forum. Herrkinski dei tre è l’ultimo arrivato ma anche quello che ha scritto di più e che ha impiegato meno per entrare in Fondazione. Spazia dall’horror alla commedia, dall’action al thriller, dal documentario agli animali assassini... Un collaboratore polivalente che si è dimostrato anche molto gentile e disponibile, un acquisto fondamentale che siamo tutti orgogliosi di portare in Fondazione.

Terminata la presentazione dei tre nuovi, Ciavazzaro è passato a ringraziare le colonne: l’intramontabile, prezioso Galbo, commentatore onnivoro e apprezzatissimo per lo stile elegante e la semplicità con cui riesce a esprimersi e il fondamentale Undying, presenza fissa del forum, inseritore di migliaia di trailer, link importanti, curiosità, commenti... insomma, una personalità davanti alla quale lo stesso Zender non può che inchinarsi cercando di seguirla come esempio massimo di collaborazione multipla. Subito dietro, come partecipazione e costanza, sta attualmente il Fondazionista Cotola, autore tra l’altro di un magnifico approfondimento su Dylan Dog e il cinema: si fa sentire sul forum, commenta alla grande... In poche parole un altro davinottiano di ferro cui non si può ormai rinunciare, disponibile, versatile, competente. Come la carissima Gugly, moderatrice delle discussioni, generosa inseritrice di spettacoli teatrali, animatrice di simpatici dialoghi forumistici e di recente riconfermata nel ruolo di Miss Davinotti... come stare senza? Intanto noi festeggiamo insieme il ritorno in grande stile del protogranburattinaio Flazich, rientrato di forza dopo un periodo di semiassenza: ha ripreso a farsi sentire con i suoi deliri orientali e i suoi commenti, ricordandoci con un pizzico di nostalgia la preistoria del Davinotti e le sue lotte di potere col Puppigallo (il quale però ha ormai preso il largo, nonostante l’inevitabile flessione). Tornando per un attimo ai nuovi acquisti celebriamo con il dovuto rispetto e ammirazione i futuri possibili fondatori Pigro e Matalo!, abilissimi cesellatori di commenti. Il primo, in spregio al nome scelto, è al contrario attivissimo e davvero competente nonché impeccabile nella scrittura, il secondo ha la particolarità di provenire dalla stessa città del Davinotti (il che lo pone su un livello di cognizione diverso e più ampio): scrive anch’egli molto bene, svaria in ogni campo, utilizza uno stile personale e apprezzato. Due splendide realtà insomma. Alle quali aggiungiamo un altro insostituibile: Mascherato. Già divenuto idolo di molti, Mascherato scrive magnificamente, esprime una creatività superiore in molti dei periodi che compone, si occupa di cinema e insomma... ha mille qualità facilmente riscontrabili nei suoi commenti.

Altri due frequenti eroi (di giornata o di settimana) sono mitraglia-Lovejoy (botte di 15/20 commenti al colpo, un fenomeno) e Redeyes (unisce frequenza assidua a commenti di alta qualità), i recenti pregevolissimi acquisti Cangaceiro, Trivex, Ghostship (tutti subito tra i migliori) e Maineng (che ha mostrato un imprevedibile e originale amore per le nostre commedie d’epoca), il vip Iochisono (recentemente autore di una delle citazioni più divertenti di sempre nel momento memorabile della papessa Jesial), l’ottimo Ammiraglio, i frequentatori di cinema Manulele81 e Samtam 90 (ci volevano, due così!), la dolce Scarlett (quando arriva tra noi una donna è sempre motivo di felicità), l’eccellente Supercruel (che qualità, nella scrittura!), il fresco e abile Ford, il floydiano Shangai Joe (che piacere ritrovarlo tra noi!), il mirabile Straffuori (vale quanto detto per Shangai)...

Passiamo poi ancora agli storici: Il Gobbo e l’amata Supervigno, coppia storica sempreverde; il primo che giorno dopo giorno va a compilare il suo personalissimo spaghetti-davinotti (senza dimenticarsi di entrare anche in altri ambiti e partecipare, quando serve, al forum), la seconda che conferma la sua affezione per le serie tv e che non disdegna di affrontare comunque l’argomento cinema; l’inossidabile Caesars, altro polivalente che si divide tra commenti e forum con ottimi risultati in entrambi permettendo spesso al Davinotti di correggere gli errori del database, Maestro Rebis (mai una parola fuori contesto, interventi precisi nel forum... un esempio per tutti, uno di quelli che se non c’è te ne accorgi subito), l’amico Renato (altro fondamentale correttore di errori) e il suo amore bifronte per il cinema d’autore e quello scorreggione, il sempre grande G.Godardi (un po’ incostante ma presenza storica e insostituibile), papà Magnetti e il suo saper essere costantemente “sul pezzo” frequentando le videoteche, l’abile (a dispetto dell’età) Deepred89, i veterani Stubby e Fabbiu (il secondo capace anche di tirar fuori dal cilindro ottimi approfondimenti), il teen-movies specialist Dusso, il forum-boy Don Masino, il novello location-moderator Markus (ne ha snidata un’altra molto interessante da pochissimo), che ha contribuito molto anche a inserimenti insoliti e fondamentali, il grande Geppo con le sue collezioni tedesche... La famiglia si allarga e s’imprezioscisce. Tanto che per una volta Zender si è trattenuto dall’eliminare fisicamente i soliti imbucati, le anime silenziose che ha deciso di risparmiare perché “anche loro hanno i nostri stessi diritti”. Un’apertura all’uguaglianza che da Zender non ci si sarebbe mai aspettata. E che infatti è durata poco. La polizia, chiamata dagli abitanti delle abitazioni davanti al teatro per gli schiamazzi e per i molteplici schizzi di sangue che fuorisuscivano dalle finestre del teatro e giunta fortunatamente in ritardo, ha dovuto raccogliere i cadaveri smembrati di un centinaio di persone. “Hanno tutti una particolarità strana che li accomuna”, ha detto il commissario incaricato delle indagini. “Non so cosa significhi, ma hanno tutti al massimo uno o due commenti approvati su uno strano sito chiamato Davinotti”.
 
< Successivo   Precedente >