Cerca per genere
Attori/registi più presenti
25. Christmas Party al Polo in onore di Lovejoy
lunedý 24 dicembre 2007

24/12/07: Lovejoy è un razzo! Ha inserito talmente tanti commenti dal giorno della sua iscrizione che ci siamo accorti solo oggi che ha superato (abbondantemente!) i 300 commenti che permettono di accedere alla Fondazione. Una cosa simile non era avvenuta nemmeno per il Gobbo (che ancora svetta nella classifica dei più prolifici, pur se insidiato sempre più da vicino dal fenomeno Undying).
E così, proprio mentre la Fondazione si prepara a riconsegnare al Puppigallo le chiavi del comando attualmente in mano all’attuale Granburattinaio B. Legnani, si è organizzato in gran velocità un rinfresco proprio al Polo Nord, a due passi da quello che si dice essere il rifugio segreto di Babbo Natale (e che si era provato ad invitare per la cerimonia ricevendo in cambio una lettera di gentile rifiuto consegnataci da due elfi del posto).


 Dopo aver distribuito pellicce e moon boot a tutti, Granburattinaio Legnani si è schiarito la voce al microfono leggendo il consueto “papiro dei meriti” dedicato questa volta esclusivamente o quasi ai nuovi acquisti: in apertura ovviamente Lovejoy, definito a più riprese “mostruoso” per costanza e precisione. Primo ad entrare in Fondazione pur essendo ancora un “galoppino” nell’organigramma della società (data la freschissima iscrizione) ha battuto ogni precedente record stabilendo una media giornaliera che fa impallidire e che Legnani e Puppigallo non hanno osato definire con precisione per non spaventare i più giovani. Tra questi ultimi si sono fatti subito notare l’apprezzatissimo Cotola, in grado di spaziare tra i generi con grande disinvoltura, e la conferma Capannelle, altro nome di spicco dell’ultima stagione davinottica. Discorso a parte poi per l’emerito dottor Schramm, capace di incursioni da 20 commenti e di repentine scomparse. La qualità dei suoi interventi è tale comunque da non accettare critiche di nessun genere e quindi anche questo suo strano approccio va accettato senza riserve. Tra i nuovi segnalazione di merito pure per l’ottimo Fele (commenti eccellenti garantiti), per Spectra, indefesso amante del brutto in celluloide (contro il quale ama scatenarsi) ma non solo, e per la coppia Markus/Pol, commentatori di rango e amici personali di Zender. Tra i due Markus (strenuo difensore del cinema “non oltre il 1995”) ha dimostrato finora più continuità arrivando alla ragguardevolissima cifra di 40 commenti e intervenendo sempre con dati assai interessanti sul forum. Forum nel quale si fa vedere ogni tanto anche Geppo, il nostro inviato di Germania, con curiosità utili e precisazioni sulle edizioni dei Franco e Ciccio movies.  

 

Poi, in attesa di verificare se la sua collaborazione continuerà, un caloroso benvenuto all’amante dell’horror vecchia maniera (Hammer ma non solo) Dr. Shock nonché al validissimo Plauto. Questi i “giovani” più promettenti, quelli cioè che più costanza hanno dimostrato con la loro presenza e i loro commenti. Saremo poi contenti di poter accogliere meglio altri personaggi che devono probabilmente ancora decidere che fare, se cioè partecipare veramente o abbandonare il sito.
Presentati i nuovi, Zender ha voluto ringraziare in particolar modo tre supercontributori dell’ultimo periodo: Galbo (che ha dimostrato una costanza impareggiabile e una conoscenza ampissima in campo cinematografico), Il Gobbo  (presente da sempre nella vetrina degli eroi e quindi inattaccabile e iconico, accompagnato dall’immancabile e indispensabile Supervigno) e Undying (la cui presenza immancabile in ogni zona del sito, dagli approfondimenti al forum ai commenti, ce lo fa incoronare come miglior “davinottico a 360 gradi” di sempre).


Homesick, Ciavazzaro, gli stessi Puppigallo e Legnani, Fabbiu, Stubby, Deepred89, Tomasmilia, Lele Emo, si preparino invece a comparire insieme agli altri “storici” nell’imminente incoronamento a fondatore di un loro collega della prima ora, ovvero Dusso. Zender, per una volta, non ha ucciso nessuno dei soliti imbucati. “E’ Natale, sono più buono perfino io”, ha concluso.

 
< Successivo   Precedente >