Cerca per genere
Attori/registi più presenti
Vai a fine pagina

LOCATION VERIFICATE: La legge è legge (1958)

La legge è legge (1958)
05 luglio 2013 ore 08:23 (4 anni, 9 mesi fa)
Qui di seguito le location del film che sono state da noi verificate, controllate e inserite nel radar (quando non di passaggio).
 
  Mauro
Compilatore d’emergenza
7737 interventi
La legge è legge (1958)
05 luglio 2013 ore 08:23 (4 anni, 9 mesi fa)
Assola, il paese tagliato in due dalla frontiera nel quale vivono il contrabbandiere Giuseppe La Paglia (Totò) nella parte italiana e il doganiere Ferdinand Pastorelli (Fernandel) in quella francese, è in realtà, come si può leggere su wikipedia, Venafro (Isernia).

Qui abbiamo una veduta aerea di Venafro come appare nel film, con la fronteria fasulla che la divide in due settori. Oggi la campagna che si vede sullo sfondo è fittamente edificata.



La strada d’accesso ad Assola, lungo la quale La Paglia e Pastorelli giungono in paese nelle scene iniziali, dopo che il primo è stato arrestato dal secondo per contrabbando di acquavite, è l’attuale Via Tre Cappelle


 
  Mauro
Compilatore d’emergenza
7737 interventi
La legge è legge (1958)
06 luglio 2013 ore 08:20 (4 anni, 9 mesi fa)
CASA LA PAGLIA E BOTTEGA
La casa nell’Assola italiana dove abita Giuseppe La Paglia (Totò) e alla quale è annesso un negozio di articoli da regalo, gestito dallo stesso, ha doppia natura.

L'INGRESSO
L’ingresso all’abitazione si trova in Via Cristo a Venafro (Isernia).




IL NEGOZIO
Il negozio, che Totò raggiunge aprendo una porta del suo appartamento, era in realtà collocato da tutt’altra parte, addirittura in un altro quartiere di Venafro, esattamente in Corso Garibaldi 20. Oggi il civico 20 esiste ancora ma l’ingresso è stato arretrato in seguito alla demolizione del corpo di fabbrica che ospitava il negozio: ci confermano la location la presenza del civico 22 (A), controcampo e vista laterale.


 
  Mauro
Compilatore d’emergenza
7737 interventi
La legge è legge (1958)
07 luglio 2013 ore 08:37 (4 anni, 9 mesi fa)
LA CASA E IL NEGOZIO DI PASTORELLI
La casa nell’Assola francese dove abita il doganiere Ferdinand Pastorelli (Fernandel), con annesso negozio di orologeria (gestito dal suocero), ha doppia natura, come quella di Totò.

LA CASA
La casa si trova in Vicolo Porta Gugliemo a Venafro (Isernia). Per arrivarci Totò e Fernandel transitano sotto un arco (D, anche la scena dell’ingresso sotto l’arco, posto all’incrocio con Via Cotugno, corrisponde)




Pochissimi istanti dopo il Pastorelli sente la voce del figlio e alza lo sguardo verso il balcone di casa:




Ecco la visuale di Fernandel sugli affetti familiari, una vista oggi impossibile perché il balcone è stato demolito e la porta d’accesso allo stesso murata. Da un successivo fotogramma, la visuale sul balcone presa dall’altro lato, si capisce come successivamente l’edificio stesso sia stato “segato”, demolendo la porzione che si trovava a sinistra del balcone. Inoltre, conferma la location un ulteriore fotogramma, con la visuale dal balcone sul sottostante vicolo




IL NEGOZIO
L’orologeria (che, come nel casa della casa di Totò, ha accesso diretto dall’appartamento) si trova invece in Via Leopoldo Pilla a Venafro (Isernia), all’altezza della confluenza su Via Plebiscito (la strada che si vede dall’ingresso al negozio)




L’ingresso all’orologeria:

 
  Mauro
Compilatore d’emergenza
7737 interventi
La legge è legge (1958)
08 luglio 2013 ore 08:47 (4 anni, 9 mesi fa)
L’”Auberge des deux frontieres”, l’albergo così chiamato perché tagliato a metà dal confine di stato, nel quale Giuseppe La Paglia (Totò) scopre che Ferdinand Pastorelli (Fernandel) era in realtà un cittadino italiano e, come tale, non poteva esercitare come doganiere francese (e per questo motivo l’arresto del La Paglia era nullo) si trova in Piazza Vittorio Veneto a Venafro (Molise). La piazza antistante l’albergo (se ne scorge l’insegna sulla sinistra):




L’ingresso all’albergo:


 
  Mauro
Compilatore d’emergenza
7737 interventi
La legge è legge (1958)
08 luglio 2013 ore 08:49 (4 anni, 9 mesi fa)
Il carcere della dogana francese di Assola nel quale Giuseppe La Paglia (Totò) viene condotto da Ferdinand Pastorelli (Fernandel) in seguito al tentativo di contrabbandare una damigiana di acquavite si trovava in Via Roma 1A a Venafro (Isernia).

Recandosi verso la prigione Totò e Fernandel transitano davanti alla chiesa del Purgatorio e alla finta dogana (con tanto di sbarra):



L’ingresso al carcere, situato immediatamente a destra della dogana:




Qui sotto si vede meglio la chiesa presente qui sopra nella foto di oggi, e che ci dà la certezza del posto:

 
  Mauro
Compilatore d’emergenza
7737 interventi
La legge è legge (1958)
09 luglio 2013 ore 09:27 (4 anni, 9 mesi fa)
La “mairie” (municipio) dell’Assola francese, nella quale il doganiere Ferdinand Pastorelli (Fernandel) si precipita a richiedere il certificato di nascita che dimostri che è cittadino francese a tutti gli effetti, pena la sospensione dal servizio, è Palazzo Del Prete di Belmonte, situato in Via Cristo 49 a Venafro (Isernia), quasi di fianco all’abitazione italiana di Totò. L’ingresso al municipio è uno degli accessi secondari al palazzo, oggi sede di un bed & breakfast, aperto sull’adiacente Piazza Cristo.


 
  Mauro
Compilatore d’emergenza
7737 interventi
La legge è legge (1958)
09 luglio 2013 ore 09:31 (4 anni, 9 mesi fa)
MUNICIPIO E DOGANA
Il Palazzo Comunale, situato in Piazza Cimorelli 1 a Venafro (Isernia), ovvero il reale municipio della cittadina molisana, è utilizzato per due diverse location.

MUNICIPIO
E' il municipio dell’Assola italiana nel quale Ferdinand Pastorelli (Fernandel) si reca per ottenere la cittadinanza italiana dopo aver scoperto di non essere mai stato cittadino francese, come invece era convinto di esserlo dalla nascita,.




LA DOGANA
Il medesimo edificio, ripreso da una differente angolatura, più avanti sia stato "riciclato" per un altro scopo: è il palazzo sede degli uffici della dogana italiana, presso la cui frontiera il Pastorelli viene respinto da entrambi gli stati dopo che si era capito che non era italiano ma, oramai, non aveva più documenti francesi.


 
  Mauro
Compilatore d’emergenza
7737 interventi
La legge è legge (1958)
10 luglio 2013 ore 00:17 (4 anni, 9 mesi fa)
La strada dove un cittadino di Assola si accorge che Ferdinand Pastorelli (Fernandel), impazzito per essere rimasto senza patria, era salito sulla montagna soprastante armato di carabina e si era messo a sparare sul paese è Via Amico da Venafro a Venafro (Isernia), all’altezza della sbocco in Piazza Merola.

Questo è il momento nel quale l'assolano sente le ruote del suo automezzo sgonfiarsi, colpite dai proiettili




Controcampo su piazza Merola...



.. e sul monte (D) sul quale si trovava Fernandel


 
  Zender
Pianificazione e progetti
Moderatore
41023 interventi
La legge è legge (1958)
10 luglio 2013 ore 17:54 (4 anni, 9 mesi fa)
Grazie Mauro, radarizzate.
 
Vai all'inizio pagina
Grazie ai segnalatori delle location di questo film e cioè, in ordine di contributi: Mauro (8), Zender (1)
Sei nella sezione LOCATION VERIFICATE di