Cerca per genere
Attori/registi più presenti
Vai a fine pagina
Pagina 2 di 2Altre pagine: 1 2  Inizio < Prec.Pross. > Fine 

DISCUSSIONE GENERALE: Una magnum special per Tony Saitta (1976)

 B. Legnani
Consigliere
12158 interventi
Una magnum special per Tony Saitta (1976)
02 dicembre 2010 ore 17:11 (7 anni, 1 mese fa)
Eh eh eh...
 Per contribuire alla discussione effettua il login in alto a destra.
 Ciavazzaro
Pianificazione e progetti
5324 interventi
Una magnum special per Tony Saitta (1976)
02 gennaio 2018 ore 02:03 (2 settimane, 4 giorni fa)
Scelto come prima visione dell'anno, un bel titolo, mi è piaciuto molto.

Una felice commistione tra il classico giallo all'italiana whodunit e il poliziesco (anche se io personalmente lo considero più giallo).

Ottimo Stuart Whitman atletico protagonista, tormentato poliziotto che deve indagare sull'omicidio della sorella.
Cast di lusso, a partire dal compianto Martin Landau dottore e sospettato numero uno, la favolosa Gayle Hunnicutt (una delle mie favorite), John Saxon poliziotto degna spalla di Whitman, Tisa Farrow cieca come già la sorella in un altro bel thriller.
Bellissima e magnetica la Laure.

Le scene d'azione sono fenomenali e realizzate divinamente (il famoso inseguimento della durata di 8 minuti, con acrobazie che pare incredibile siano state concepite senza problemi di sorta).

Notevole colonna sonora di Trovaioli (il pezzo ossessivo durante gli omicidi mi è entrato in testa).

Omicidi violenti e ben realizzati, da segnalare quello brutale nel vicolo, ma soprattutto quello truce e sanguinoso della Hunnicutt.

L'intreccio giallo ben scritto, con un movente concreto molto bello.

Whitman è un personaggio tragico, al quale è difficile vedere la verità, amando in modo sviscerato la defunta sorella (esemplare a questo proposito il suo dialogo con la Hunnicutt nel corridoio).
Molto interessante il continuo uso dei mini-flashback sul volto della Laure, (che poi sfoceranno nel vero flashback rivelatore finale, con una inquadratura simile ma senza vestiti), quasi a voler essere canzonatori nei confronti di Whitman (ovvero non ti rendi conto di chi era tua sorella in realtà),e che tentano inutilmente di far venire fuori la realtà, realtà che però inesorabile nel finale uscirà fuori, senza possibilità di appello.

Alla fin fine proprio il personaggio della Carole, un pò come quello di Laura in Vertigine di Preminger, pur apparendo poco è la vera protagonista nell'ombra, la cui presenza aleggia durante tutto il film.

Non scontata l'identità del killer di turno, ambientazione gradevole, doppiaggio cd di elevata qualità, con Rinaldi, De Angelis, Colizzi, Savagnone, Febbi etc. , una gioia per le orecchie.

E poi il finale regala allo spettatore una delle punizioni finali riservate al killer più creative ed emozionanti di sempre

SPOILER

La morte sull'aereo rubato

FINE SPOILER

Un filmone !
 Per contribuire alla discussione effettua il login in alto a destra.
Fauno
Compilatore d’emergenza
2007 interventi
Una magnum special per Tony Saitta (1976)
02 gennaio 2018 ore 10:39 (2 settimane, 4 giorni fa)
E' un capolavoro, e mi fa piacere che ti sia entrato sotto la pelle.

Quando l'ho commentato io eran tempi duri, perché avevo tutta la mia collezione più che decennale e i film me li ero scelti oculatamente, quindi i pentapalle eran tanti ed ero considerato un po' il pazzo scatenato del sito, mentre ora tanti film me li passano anche come cortesia e ci son molto meno pentapalle e tanti più pallinaggi intermedi.

Ma Fauno è sempre Fauno, e questo per me sarà sempre un superfilm, a partire dalla primissima scena con un sottofondo musicale altrettanto strasuper. E che dire delle scene al ralenti dell'omicidio...
 Per contribuire alla discussione effettua il login in alto a destra.
 Nicola81
Portaborse
258 interventi
Una magnum special per Tony Saitta (1976)
02 gennaio 2018 ore 20:24 (2 settimane, 3 giorni fa)
Concordo sul fatto che si tratti più di un giallo che di un poliziesco, e amando entrambi i generi non potevo non gradirlo, anche se il miglior connubio in tal senso per me lo ha firmato Dallamano con La polizia chiede aiuto.
Comunque una delle migliori prove di De Martino, con un finale amaro che colpisce indiscutibilmente nel segno.
 Per contribuire alla discussione effettua il login in alto a destra.
Fauno
Compilatore d’emergenza
2007 interventi
Una magnum special per Tony Saitta (1976)
03 gennaio 2018 ore 23:47 (2 settimane, 2 giorni fa)
Sì, è splendido anche quello di Dallamano, e lì molto più dei protagonisti influenzano la resa del film dal punto di vista dello sconvolgimento l'estrema crudeltà degli omicidi e ancor più la noncuranza di una delle bambine a prostituirsi...
Ma qui Whitman ha una classe che non è davvero acqua e anche Landau, che io non seguendo le serie di fantascienza non conoscevo, ha un ruolo quasi da ecatombe, perché gli crolla davvero il mondo addosso. Va bene il giallo e il poliziesco, ma qui c'è anche un risvolto drammatico che lascia il segno, ed è per questo che per me merita il massimo.
Poi ok le scene spettacolari e il sangue nello scivolo, ma è un film molto ricco di contenuti.
 
Ultima Modifica: 2018/01/03 23:48 Da Fauno.
 Per contribuire alla discussione effettua il login in alto a destra.
Vai all'inizio pagina
Pagina 2 di 2Altre pagine: 1 2  Inizio < Prec.Pross. > Fine 
Sei nella sezione DISCUSSIONE GENERALE di