Cerca per genere
Attori/registi più presenti

FASCISTA

All'interno del forum, per questo film:
Fascista
Dati:Anno: 1974Genere: documentario (bianco e nero)
Regia:Nico Naldini
Cast:(n.d.)
Note:Montaggio di film LUCE.
Visite:814
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/9/07 DAL BENEMERITO B. LEGNANI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 2/9/07 1:22 - 3914 commenti

Bellissimo documentario, montato dallo stalinista Kim Arcalli che, da enorme professionista qual era, riesce perfino a migliorare (taglia qua, cuci là) il discorso mussoliniano di Ancona, contribuendo a farne un capolavoro di oratoria (smorfie escluse). Commento di Giorgio Bassani. Il film fu incredibilmente scambiato, all'uscita in sala, da parte di qualcuno, come film di propaganda del Ventennio. Fondamentale per capire l'importanza dell'oratoria nel rapporto con la massa (sia all'epoca, sia ora).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il citato discorso di Ancona.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Fauno 10/4/11 16:45 - 1561 commenti

Se l'intenzione era di fare un film antifascista, per quel periodo poteva valere, visto che il ricordo del ventennio era ancora molto vivo, ma vederlo al giorno d'oggi vien da pensare: ci fosse stato un solo politico dopo di lui, capace di accendere un coinvolgimento così totale nelle folle e una partecipazione emotiva universale per un tentativo non del tutto strambo, almeno all'inizio, di far qualcosa di valido... chiaro che se si pensa agli errori successivi con tanti retroscena non ufficiali non vale la pena di vederlo. Voto comunque buono.
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Kanon 19/4/11 15:39 - 562 commenti

Al di là della propria appartenenza politica, è un documento veramente notevole sul potere magnetico che si instaura tra parlatore ed uditori. Declamazioni, gesti e sguardi capaci di trasportare una massa di astanti, in cerca di una guida ed in qualcuno in cui identificarsi, in un momento storico in cui appariva veramente come salvatore della patria. Sia come sia, in termini politici non c'è più stata una presenza così imponente come quella di Mussolini; se ciò sia un bene o un male non va ricercato in questo documentario.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La spontanea professione di fede di una contadina confusa nella folla plaudente "Dio ci dà il pane, Egli ce lo lavora e ce lo difende".
I gusti di Kanon (Commedia - Fantascienza - Thriller)