Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA FELICITà NEL PECCATO

All'interno del forum, per questo film:
La felicità nel peccato
Titolo originale:Les nuits brûlantes de Linda oppure Mais qui donc a violé Linda?
Dati:Anno: 1975Genere: erotico (colore)
Regia:Jesus Franco
Cast:Alice Arno, Lina Romay, Paul Muller, James Harris, Catherine Lafferière, Pierre Taylou, Monica Swinn, Angelo Bassi, Veronica Llimera
Note:Franco era accreditato come Rick Deconinck nella copia per l'Italia, altrove come J.P. Johnson.
Visite:2766
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 12
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/6/07 DAL BENEMERITO B. LEGNANI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 20/6/07 0:36 - 4177 commenti

Nonostante qualche interessante presenza nel cast (si pensi a Lina Romay e, specialmente, al caro Paul Muller) il filmetto scivola via senza dare molto, se non concedere qualche scena che, almeno all’epoca, poteva parere spintarella. La storiella, fatta di premonizioni, non convince e non avvince.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Il Gobbo 10/6/15 8:40 - 3003 commenti

Franco (qui si firma James P. Johnson) minore, quasi minimo, fra variazioni psicanalitiche, tòpoi ricorrenti (Radek, Lorna, il muto strimpellatore che tornerà in Gemidos de placer), musichette grecheggianti come l'ambientazione (anche se in realtà siamo ad Alicante) e mescolanze mal riuscite di registri diversi. La Arno non deflette dall'unica espressione, più scatenata la Lina. Diceva tio Jess che "del film esistono almeno dieci versioni diverse: con Lesoeur andava così"
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Homesick 17/5/09 18:04 - 5737 commenti

Malattie psico-sessuali e fisiche sono l’oggetto di questa pellicola nella quale si inseriscono frangenti comici (la coppia di investigatori), che tuttavia non allentano la monotonia generale. Come spesso accade nei lavori firmati Jess Franco, tutto si esaurisce nell’accurato commento musicale e nella massima valorizzazione del nudo femminile.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 21/1/11 23:59 - 6606 commenti

Spacciato per un thriller-erotico, è in realtà una sorta di soft-core abbastanza “casto” in cui la presunta indagine dei due investigatori (tra i più incredibilmente ridicoli che si siano mai visti: fanno il paio con quelli deliranti di Polselli) c’entra come il cavolo a merenda. In realtà tutto è una scusa per mettere in scena nudi, gemiti e prestazioni ginniche che abbondano nella pellicola, ma ciò non basta né a creare atmosfere erotiche né tantomeno a fare cinema.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Ciavazzaro 4/9/09 12:08 - 4654 commenti

Un Franco minore, godibile in certi tratti. Con una commistione di generi, dal drammatico all'erotico, con siparietti comici passando per il thriller, Franco dirige un film abbastanza delirante. Ci sono l'ottimo Paul Muller, la Arno e la mia favorita Monica Swinn, ma questo non basta. Simpatico il detective, adatto solo ai fan del regista che riusciranno a trovare qualcosa di buono, per gli altri meglio evitare.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Deepred89 7/9/12 14:42 - 2947 commenti

Erotico farneticante ma godibile, dall'anima profondamente exploitation, tutto gemiti, perversioni (piuttosto timide), traumi, incesti (veri o presunti), dialoghi sexytrash e variegate tecniche di seduzione (terribile la scena della banana) per un'ironica e sfrontata esaltazione di tutto ciò che è pruriginoso. Aggiungiamoci i due (inutili ma simpatici) detective in stile porno vintage e l'incredibile presenza di Paul Muller in tal contesto e i vertici del delirio sono raggiunti. Musiche piacevolissime. Squallido e ridicolo ma spassosissimo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Muller, scandendo le parole: "Io non sono un medico ma credo che Olivia sia una paranoica ossessionata da qualcosa di abietto: il sesso".
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Trivex 18/1/11 21:24 - 1340 commenti

La prorompente morbosità qui scivola spesso in aspetti caricaturali, in quanto alla fine c'è un limite a tutto. Nella casa si annidano pulsioni malate, con il fragore del desiderio che deborda tramite lamenti esasperati e azioni riprovevoli. Alcuni personaggi paiono usciti dal girone dei lussuriosi, altri dal limbo, mentre l'unica persona normale alla fine si scopre pure lei un po' maga. La bella Lina appare moderatamente acerba, pur se ben generosa, mentre Alice mostra sempre una espressione inviolabile, poco attraente. Dialoghi megatrash, da brivido.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L: "Ho fatto l'amore solo con me stessa". A: "E ti piace farlo?".
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Rufus68 2/11/16 22:06 - 1823 commenti

Il film ha la coerenza e lo spessore leggermente inferiori a quelle di un qualunque episodio di "Sukia" o "Jacula". L'unico serio motivo per sopportarne la visione è Lina Romay, dalle grazie torbide e spontaneamente lascive: tutto il resto è noia (e ridicolo: basti, per questo, il personaggio del servo muto e la micidiale coppia di poliziotti). Non mancano psicologismi d'accatto e perversioni da operetta: un Franco d'annata, insomma e senza sconti.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Fauno 11/3/17 0:16 - 1661 commenti

Sarà monotona la musica, sarà scarso il sangue nei delitti, saranno ridicoli gli investigatori; c'è però da dire che il soggetto è qualcosa di molto valido e il finale è già stato sperimentato con successo in molte altre occasioni: basterebbe questo a salvare in parte il film. Ciò che l'avvicina a un capolavoro inarrivabile è la presenza e la prestazione di una "universale" Lina Romay, dinanzi alla quale qualsiasi altra "diva" si fa infinitesimale fino a sparire. Lina è una Signora Attrice e quest'opera non è più delirio, ma "eccelsa cinematografia".

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena con la banana, se la mandano nello spazio, arrivano anche dal centro della Terra a cercare Lina; La scena col fumo di sigaretta su sfondo rosa.
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Faggi 31/1/18 22:18 - 1091 commenti

Jesus Franco e le sue muse: Alice Arno e Lina Romay. Se Alice è quasi algida ci pensa Lina a scaldare l'ambiente, dando il meglio di sé e a far valere, da sola, la visione del film. E l'artefice usa la macchina da presa per esaltarne la bellezza e la sensualità (memorabili i primi piani; gli occhi quando riempiono deliziosamente lo schermo). Vicenda e svolgimento alla Franco, senza regole; e così la regia, concentrata sull'atmosfera erotica e l'esosfera morbosa; travestendo tutto da thriller psicologico, velando il quadro con tintura d'onirismo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lina Romay alle prese con una banana; Lina Romay sempre.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)

Ronax 2/1/17 2:24 - 705 commenti

Distribuito in Italia vari anni dopo la sua realizzazione, con tagli censori e un titolo a metà fra De Sade e Matarazzo, è uno pseudo-giallo dalle venature morbose e vagamente soprannaturali in perfetto stile franchiano. Vale a dire una trama inconcludente, recitazione imbarazzante, lentezze e ripetizioni esasperanti. Il tutto continuamente condito da scene erotiche che ovviamente nulla hanno di erotico. All'opera c'è la consueta compagnia di giro di zio Jess: Muller, la Arno e una giovanissima e nudissima Lina Romay.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La Romay che mima una fellatio con una banana.
I gusti di Ronax (Drammatico - Erotico - Thriller)

Uomomite 7/8/09 17:57 - 175 commenti

Alice Arno si muove sinuosa e spaurita nella casa del orrori. Corridoi bui e fangosi, si procede a fatica, mani unte e scivolose l'afferrano nel buio, l'accarezzano: "mio dio lasciatemi, anzi no, prendetemi". Cosa succede in camera da letto? "Siete pazzi, schifosi, mi fate orrore, fatemi vostra". Bocche gigantesche, spalancate, corpi molli scivolano sotto le porte, ombre minacciose. Una casa a Parigi? Forse no, un brutto incubo, quella casa è nella mia testa ed è di carne.
I gusti di Uomomite (Fantascienza - Horror - Poliziesco)