Cerca per genere
Attori/registi più presenti

NINOTCHKA

All'interno del forum, per questo film:
Ninotchka
Titolo originale:Ninotchka
Dati:Anno: 1939Genere: commedia (bianco e nero)
Regia:Ernst Lubitsch
Cast:Greta Garbo, Melvyn Douglas, Alexander Granach, Bela Lugosi, Ina Claire, Sig Rumann (Sig Ruman), Felix Bressart, Bess Flowers, Gregory Gaye, Rolfe Sedan, Edwin Maxwell, Richard Carle, Peggy Moran, Jennifer Gray, Kay Stewart
Note:Soggetto tratto dall'omonimo romanzo dello scrittore ungherese Melchior Lengyel.
Visite:758
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 16
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 31/5/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 13/8/07 0:38 - 4177 commenti

Divertente commedia di Lubitsch, inevitabilmente invecchiata, ma indubitabilmente dotata di garbo e di Garbo: non è poco. Il personaggio della Divina è ripreso (parodiato) da Giovanni Guareschi ne Il compagno don Camillo (sia nel libro, sia nel film di Comencini): Graziella Granata, nel ruolo di Sonia, guida turistica-funzionario PCUS, perde la testa per Gianni Garko, comunista italiano dongiovanni...
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 13/10/08 5:59 - 10326 commenti

Primo ed unico episodio brillante della carriera di Greta Garbo, il film venne realizzato con chiari intenti propagandistici da una produzione americana di stampo chiaramente antisovietico, ma il regista riuscì a realizzare un'opera assolutamente godibile, puntando non tanto sulla componente ideologica, ma curando particolarmente la caratterizzazione psicologica dei personaggi e producendo da questo punto di vista un'opera molto raffinata, diretta e recitata benissimo.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Il Gobbo 31/5/07 15:45 - 3003 commenti

Inflessibile commissaria del PCUS viene inviata a Parigi a cercare tre funzionari che si son dati alla pazza gioia. La donna incontra un dongiovanni e perde la testa... Strepitoso film di Lubitsch, ovvero come fare un film su commissione e a tesi (anzi, diciamo pure di propaganda) senza perdere un'oncia di gusto artistico, stile e credibilità. Tempi comici perfetti, dialoghi scintillanti, attori inappuntabili e una magica, celeberrima ("Garbo laughs!", strillava la locandina) risata della Divina.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Pigro 20/10/08 10:08 - 6963 commenti

Rigida funzionaria sovietica sbarcata a Parigi scoprirà il lato leggero della vita. La politica va in secondo piano: emerge così la storia di un corteggiamento vagamente shakespeariano (una nuova bisbetica da domare). Lubitsch è una garanzia di classe e sapienza registica: è dunque con lui che può avvenire il miracolo del passaggio di Greta Garbo alla commedia. Passaggio riuscito, non tanto per la versatilità (poca) dell'attrice (comunque carismatica), quanto per la splendida macchina costruitale attorno, che rende godibile il film anche oggi.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Tarabas 14/5/16 13:33 - 1491 commenti

Lubitsch fa sciogliere un'inflessibile funzionaria sovietica in missione a Parigi per controllare l'operato di tre colleghi (pardon, compagni) pasticcioni. Inevitabile notarne l'invecchiamento, specie nell'ingessato doppiaggio italiano. Impossibile non notare la solo parziale efficacia della Divina Garbo, che ride (di gusto), nella celebre scena del bistrot, ma per il resto fatica. In ogni caso intelligenza ed eleganza strabordano da ogni fotogramma e rendono il film tuttora interessante. Se è un film di propaganda, ce ne sarebbero voluti di più.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Ninotchka ricorda alla Granduchessa i patimenti del popolo russo sotto lo Zar: un dialogo che dimostra il genio e l'equilibrio di Brackett e Lubitsch.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 21/4/09 15:09 - 7068 commenti

Lubitsch aggira la trappola del film a tesi con eleganza e ci regala un'altra delle sue opere toccate dalla grazia, vette insuperate di raffinatezza cinematografica. Greta Garbo non è proprio tagliata per la commedia ma la sua scarsa versalità ben si addice al ruolo; al resto provvedono un'ambientazione romantica, un partner affabile, comprimari simpatici, dialoghi frizzanti ed ironici. Scegliere il capitalismo diventa facile quando si presenta sotto forme tanto seducenti, oppure amabilmente assurde, come un cappellino a forma di cappa di stufa.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il conte Leon propone al proprio domestico di condividere tutti i loro averi e quello rifiuta perché non vuole cedere parte dei suoi sudati risparmi.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Deepred89 25/9/15 0:25 - 2947 commenti

Scintillante satira antisovietica che trova il suo punto di forza (soprattutto a livello comico) in una Garbo dalla Russia con poco amore (tutt'altro: movenze ed espressioni sono degne di un'aguzzina nazipoloitation) in trasferta a Parigi. Purtroppo la sua risata sbandierata in locandina giunge prematura e la dirompente forza sarcastica del suo personaggio lascia presto il posto a un intreccio ironico-sentimentale indubbiamente brillante ma a tratti un po' scontato. Secondo tempo dunque non all'altezza, ma le trovate stupefacenti non mancano.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'utilizzo "chimico" del maschio.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Capannelle 5/5/09 16:41 - 3393 commenti

Lascia il segno questo lavoro di Lubitsch, grazie alla notevole prova della Garbo nel ruolo della gelida funzionaria di partito e a una sapiente regia che sa dosare il ritmo dell'ironia senza mai sbagliare. Gli altri attori fungono da azzeccate spalle per la prova della protagonista e compongono un efficace quadretto dove i contrasti vengono esaltati e ammorbiditi allo stesso tempo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Cosa succede a mezzanotte?" "Metà degli abitanti di Parigi parla d'amore all'altra metà...".
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Saintgifts 4/1/14 10:12 - 4099 commenti

Lubitsch non si smentisce nemmeno di fronte a "impegni" di sceneggiatura da rispettare. I suoi film, questo compreso, sono una delizia di eleganza, raffinatezza e buon gusto. Un mondo forse un po' troppo smussato quello che traspira dai suoi lavori, ma credo il mondo che tutti vorremmo (o almeno lo spero). Ignorando la evidente propaganda dello stile di vita al di qua degli Urali, c'è una verità inoppugnabile: l'attrazione per le belle cose (vestiti, gioielli, ecc.) che le donne, ma non solo loro, hanno, il che significa anche libertà di scelta.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il "Garbo laughs!".
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Belfagor 2/6/12 14:29 - 2535 commenti

L'inappuntabile commissaria Ninotchka, spedita a Parigi per recuperare altri tre funzionari, finisce con l'innamorarsi di un nobile seduttore e del capitalismo che egli rappresenta. Girato prima che un film del genere fosse impensabile, è una commedia di propaganda semplicistica, realizzata però con ironia, eleganza e indubbio talento artistico. La Garbo è perfetta nei panni della rigida protagonista e gli eventi sono deliziosamente assurdi. È una beata illusione, un gradevole colpo basso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Ninotchka che smonta i discorsi d'amore del conte Leon parlando di chimica. Da sposare!
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Faggi 10/4/16 19:15 - 1091 commenti

Commedia romantica che brilla come stella di prima grandezza nella filmografia di Lubitsch. La traccia anticomunista, pur se esilarante, è solo un pretesto per celebrare Eros e la sua potenza; la regia è perfetta perché "invisibile", pur se il celebre "tocco" del Maestro colpisce inesorabile. Dialoghi pungenti e una Garbo diversa, in un ruolo brillante che, secondo quanto da lei stessa dichiarato, era "stanca di fare la donna perduta, l'eroina tragica".
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)

Nancy 11/11/12 18:34 - 722 commenti

Bellissima commedia che gioca pericolosamente sulle politiche vigenti in quegli anni nel mondo (anche alcuni riferimenti al nazismo). Il "Lubitisch touch" riesce a evitare le cadute di stile e il propagandismo capitalistico puro e semplice attraverso intuizioni geniali, tra cui quella di affidare la parte del funzionario sovietico a Greta Garbo, tanto insolita nel genere commedia da essere usata con lo slogan "Garbo laughs" per la sponsorizzazione del film. Capace di far ridere molto più delle commedie contemporanee. Indimenticabile.
I gusti di Nancy (Commedia - Drammatico - Thriller)

Ziovania 7/2/11 11:49 - 337 commenti

Parigi diventa qui il simbolo dell'occidente capitalistico da contrapporre al comunismo sostanzialmente privo di fantasia dei piani quinquiennali. E se inizialmente per la bella compagna Nina tutte quelle luci sono solo uno spreco di energia, è dopo aver gustato lo champagne che impara a ridere e a ripensare a se stessa in altro modo. Messaggio un po' semplicistico (la Guerra Fredda era di là da venire) pur se proposto da Lubitsch con la consueta leggerezza e ironia. Impagabili le figure dei tre funzionari, bambini nel paese dei balocchi.
I gusti di Ziovania (Commedia - Documentario - Musicale)

Tomslick 14/9/08 10:13 - 205 commenti

Nonostante ad oggi la storia mostri i segni del tempo (lo sbeffeggiare sottilmente il comunismo russo allora imperante, adesso non è più così d'attualità...), questa raffinata e adorabile commedia rimane godibilissima. Ambientazione seducente, battute indovinatissime, una Greta Garbo grandiosa (soprattutto nella prima parte, quando ancora deve cominciare a sciogliersi: impettita ed imperscrutabile) e, principalmente, il famoso "Lubitsch touch": ogni singolo fotogramma è imbevuto della sofisticata classe del grandissimo regista. Delizioso.
I gusti di Tomslick (Azione - Drammatico - Fantascienza)

Quietcrash 11/6/15 21:04 - 83 commenti

Il film in soldoni tratta di russi che fanno affari in Francia. Colpisce molto Greta Garbo, che in questa interpretazione è fantastica. Non ci si annoia in nessuna fase. Il film sottolinea contrapposizioni e barriere tra il mondo occidentale e quello comunista dei tempi (misterioso), ma lo scopo è quello di andare oltre ai preconcetti. Anche se talvolta i cliché sono sempre lì e a volte forzati, resta pur sempre un buon film.
I gusti di Quietcrash (Documentario - Fantascienza - Horror)