Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA MORTE VIENE DAL PIANETA AYTIN

All'interno del forum, per questo film:
La morte viene dal pianeta Aytin
Dati:Anno: 1965Genere: fantascienza (colore)
Regia:Anthony Dawson (Antonio Margheriti)
Cast:Giacomo Rossi Stuart, Renato Baldini, Ombretta Colli, Enzo Fiermonte, Renato Montalbano, Nino Vingelli, Piero Pastore, Wilbert Bradley, Furio Meniconi, Goffredo Unger, Isarco Ravaioli, Halina Zalewska, Giuliano Raffaelli, Franco Ressel, Franco Nero (n.c.)
Note:aka "La morte viene dal pianeta Aityn" o "La morte viene dal pianeta Aitin". Fa parte della serie diretta da Margheriti chiamata "Gamma 1" dal nome della base spaziale omonima.
Visite:709
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 13
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 3/8/11 15:01 - 4187 commenti

Pazzesco film di fantascienza italiana. Secondo Giusti è il peggiore della serie "Gamma 1", ma pure il più divertente. È vero, a partire dal cast (fra i non accreditati ci stanno pure Manera e la Perego...), ma il vertice verso il basso è l'Himalaya (ove la gente s'aggira nuda) che viene rappresentato - con incredibile candore - dai declivi dell'Appennino Centrale e sherpa che portano scatole di cartone. Dialoghi folli, accenni sentimentali risibili, descrizione del futuro che non sta né in cielo né in terra. Divertente, pertanto, ma pessimo.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 15/6/09 18:10 - 3875 commenti

Tentativo d'incrociare il mito dello Yeti con la fantascienza, e ciò dando per ipotesi che l'abominevole uomo delle nevi altro non sia che una forma di vita aliena (proveniente, appunto, dal Pianeta Aytin). Per arrivare a sanare definitivamente il pericolo, si rende però necessaria una spedizione spaziale indirizzata al Pianeta di origine. Giocomo Rossi Stuart sostituisce il più convincente Tony Russel e nel complesso, a parte un accattivante incipit (la spedizione degli scienziati negli scenari nevosi), il film denota una battuta d'arresto rispetto alla qualità tecnica delle opere precedenti.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Pigro 20/6/10 8:45 - 7005 commenti

Il peggiore dei 4 film della serie di Gamma 1 è ambientato per due terzi sull'Himalaya dove gli eroi spaziali vanno in cerca di yeti, che in realtà sono alieni che vogliono ghiacciare il mondo. Storia risibile e sconclusionata, narrazione pessima e raffazzonata, errori e cialtronate a ogni minuto (il top: gli yeti in calzamaglia e doposci), con personaggi e situazioni che si perdono per strada. Annunciato da un titolo tanto pomposo, il film è semplicemente inqualificabile. Non è neanche kitsch o naif: è soltanto terribilmente brutto.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Puppigallo 28/1/07 22:56 - 4058 commenti

In realtà il film si svolge quasi tutto sulla Terra, dove i ghiacci si stanno sciogliendo) e pare che sull'Himalaya si nascondano le creature forse artefici del cataclisma, altro che Yeti. Mamma mia! Noioso, quasi ridicolo, tirato all'inverosimile, con dialoghi barbosi e spesso inutili. Usate anche immagini di repertorio (fa parte di una quadrilogia). Da segnalare: gli esseri coi doposci, dei respiratori a grugno di maiale e uno sherpa decisamente nero. Perdibile.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Homesick 13/6/12 17:12 - 5737 commenti

Il capitolo finale della quadrilogia di Gamma 1 è davvero modesto sia per la storia, che incrocia la leggenda dello Yeti con le intelligenze aliene, sia per la messa in scena che, a parte un paio di esplosioni degne della tecnica di Margheriti, si riduce ad una sfilata di costumi carnevaleschi prelevati dal guardaroba del trash. È avvertibile ormai il peso della stanchezza della serie, tanto che la vicenda fantascientifica, anziché nello spazio, si svolge quasi tutta sulla Terra.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La danza, forsennata e ridicola, della guida himalayana.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 12/10/09 18:42 - 6621 commenti

È la noia il tratto distintivo fondamentale di questa pellicola fantascientifica nostrana. Accade poco ma in compenso ci sono tanti dialoghi inutili e poco altro. Dopo un'oretta sembra tutto finito: come fare a raggiungere almeno i canonici 90 minuti? Poco intrigante, poco interessante, per nulla avvincente. Tra i margheritiani del genere uno dei più evitabili.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 2/3/18 11:21 - 7157 commenti

Ultimo capitolo del ciclo dedicato a Gamma Uno: questa volta il pericolo viene dagli aityani, extraterrestri tanto pelosi che all'inizio vengono scambiati per yeti, impegnati nel consueto piano di invasione del nostro pianeta. Scenografie approssimative come la recitazione del cast, effetti speciali poco curati (in alcune scene ambientate nello spazio sono ben visibili i "fili"), look alieno carnevalesco per un film non più brutto o noioso del Pianeta errante, tanto per citare un altro titolo della saga, ma senza originalità, a parte il fatto di anticipare Chewbecca, ancora più peloso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli alieni in calzamaglia; La macchina con cui i protagonisti si allontanano nel finale: a giudicare dalla partenza, non va oltre i 5 km all'ora.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Ciavazzaro 11/7/08 12:03 - 4658 commenti

Questa volta il caro Rossi Stuart (accreditato come Jack Stuart) se la deve vedere contro yeti che in realtà sono alieni in cerca di una nuova casa (cambiando il clima della terra) per la loro popolazione a rischio estinzione. Fa paura vedere quanto siano attuali tematiche che negli anni '60 erano fantascienza (lo scioglimento dei ghiacci). Brava la Colli (doppiata da Mirella Pace) e non male la realizzazione. Da vedere.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Enzus79 9/4/10 17:03 - 1539 commenti

Con un inizio che preludeva a chissà cosa mi aspettavo molto di più. La parte migliore è quella girata all'interno della montagna, che secondo me poteva durare di più, a differenza di quando i terrestri attaccano la luna di Giove. Attori mediocri, con capigliature mediocri...
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rickblaine 9/4/10 15:44 - 635 commenti

Parte della serie "Gamma uno" di Margheriti. La storia non è male, peccato che il bassissimo budget non consenta di agire meglio sul set. Le musiche sono comunque dignitose e la regia buona. Spesso si cade nella banalità e qualche attore non si esalta più di tanto. Salvabile.
I gusti di Rickblaine (Fantascienza - Horror - Thriller)

Rufus68 20/6/17 22:30 - 1870 commenti

Fra la Terra e l'apocalisse si trova il ciuffo di Rossi Stuart: e questo dice tutto. Il resto è un divertente disastro: dagli yeti con doposci pelosi ai modellini stile "sorpresa ovetti di cioccolato", dalle nivee altitudini himalayane (Abruzzo?) sin alla temibile pistola accendigas del capo alieno... L'insieme è d'impressionante ingenuità, ma senza sgangheratezza o pretenziosità. Il candore dell'operazione, poi, induce a una (postuma) mitigazione del giudizio.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Giuliam 9/4/10 16:11 - 178 commenti

Il terzo e, probabilmente, migliore del precedente I diafanoidi vengono da Marte. Antonio Margheriti è un grande esperto del genere fantascientifico/avventuresco; è stimato per averci regalato nel panorama italiano dei veri e propri cult, nonostante il basso budget e compagnia bella. Gradevole la combinazione fra leggenda e fantascienza.
I gusti di Giuliam (Horror - Poliziesco - Western)

Megatone 11/4/10 22:15 - 56 commenti

Ancora più demenziale, se possibile, dei Diafanoidi. Giacomo Rossi Stuart ha dei capelli laccatissimi color rame che lo fanno sembrare una versione spaziale di Paolo Limiti e beve del "vermut sintetico". Anche Ombretta Colli sfoggia un clamoroso parruccone ramato e nient'altro. Il vero protagonista è però la guida nepalese Charru, interpretata da quello che sembra un brasiliano, balla come un tarantolato e parla come un cinese. Gli Yeti spaziali sembrano i fratelli romani di Sanda e Gaira (Katango).
I gusti di Megatone (Fantascienza - Fantastico - Horror)