Cerca per genere
Attori/registi più presenti

STEPHANE, UNA MOGLIE INFEDELE

All'interno del forum, per questo film:
Stephane, una moglie infedele
Titolo originale:La Femme infidèle
Dati:Anno: 1969Genere: drammatico (colore)
Regia:Claude Chabrol
Cast:Stéphane Audran, Michel Bouquet, Michel Duchaussoy, Maurice Ronet, Louise Chevalier, Louise Rioton, Serge Bento, Henri Marteau, Guy Marly, François Moro-Giafferi, Albert Minski, Dominique Zardi, Michel Charrel, Henri Attal, Jean-Marie Arnoux, Stéphane Di Napoli, Donatella Turri
Note:Aka "Stephane, la moglie infedele", "Stephane una moglie infedele".
Visite:1202
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 11
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/3/07 DAL BENEMERITO FLAZICH

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 26/8/08 13:53 - 6606 commenti

Splendido film di Chabrol che ancora una volta mostra in questa pellicola tutte le sue indiscusse ed eccelse qualità. Quel che colpisce non è tanto la storia (non certo particolarmente originale), quanto piuttosto la magistrale capacità nel descrivere l'ambiente e la mentalità borghese (spesso splendidamente satireggiate nei suoi film), oltre che nel tratteggiare in maniera impeccabile i tre personaggi che animano l'intreccio. Bello e violento il finale. Da non mancare soprattutto per chi ama questo grandissimo regista francese.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 3/10/15 14:30 - 7060 commenti

Coppia altoborghese vive in una villa dei sobborghi parigini insieme al figlioletto decenne, in apparente armonia ma mentre lui sembra aver raggiunto la pace dei sensi, lei cerca altrove chi le plachi i fremiti... Inizio in sordina per una "banale" storia di tradimento coniugale, che, dal fattaccio in poi, intriga e suscita interesse grazie alla sapienza della regia e alla classe degli interpreti. La colonna sonora accentua la tensione fino ad un bel finale sospeso. Nella sua raffinata semplicità, uno dei migliori film hitchockiani di Chabrol.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Nel prefinale, il volto enigmatico di Audran richiama quello, altrettanto misterioso, dell'"arma" del delitto.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Deepred89 7/5/14 0:27 - 2944 commenti

Vista la semplicità della trama e la sobrietà della regia, colpisce la capacità di questa pellicola (dramma su possibili corna nel primo tempo, thriller hitchcockiano nel secondo) di catturare l'attenzione dello spettatore dal primo all'ultimo fotogramma; merito forse del montaggio serrato, di una sceneggiatura che non si perde in lungaggini o del carisma degli interpreti. Il coinvolgimento resta altissimo fino a un finale maturo e sotto le righe, quasi improvviso, messo in scena con classe (che bella l'ultima inquadratura!). Da non perdere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lo sguardo della Audran mentre brucia il foglio compromettente: tracce di misoginia latente?
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Daidae 16/4/12 3:26 - 2344 commenti

Il valido regista francese Chabrol, autore discontinuo ma dotato, ci offre un altro thriller alla francese. Ambientazioni raffinate e borghesi, una sorta di denuncia della suddetta borghesia e un thriller che certo non è tra i migliori ma neppure sfigura. Direi che la sufficienza la strappa e una occhiata la merita sicuramente, anche se Chabrol farà poi di meglio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il trasporto del cadavere.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Flazich 23/3/07 12:24 - 658 commenti

Stupendo Chabrol, forse nel suo momento migliore. L'interpretazione della protagonista è affidata alla bravissima Stéphane Audran (sua moglie) e all'ottimo e sorprendente Michel Bouquet. Quello che colpisce è il contrasto reale che esiste tra i due coniugi, seppur sempre indiretto, e l'apparente tranquillità che invece, fintamente, si instaura quando c'è il figlio. Ma è debole e si manifesta nella scena del pezzo mancante del puzzle. Il finale, crudo, ricorda incredibilmente History of Violence.
I gusti di Flazich (Fantascienza - Poliziesco - Thriller)

Saintgifts 6/9/17 11:13 - 4099 commenti

Asciutto, senza fronzoli, sottolineato da una musica inquietante, diretto con vera maestria. Chabrol riempie di dettagli, apparentemente insignificanti, una storia "di tutti i giorni" rapportandola ai suoi veri significati universali: la società, la famiglia, le diverse sfaccettature dell'amore, il "benessere" della borghesia e la zeppa (im)prevista che blocca il perfetto ingranaggio. È il marito a subire una profonda trasformazione: in un attimo viene riportato ai suoi istinti primordiali sepolti, ma non sopiti, sotto cortine di vuote apparenze.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il mini tv portatile.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Mickes2 31/3/14 0:40 - 1550 commenti

Hitchcockiano nei toni e alienato nei comportamenti; un thriller drammatico che, attraverso un meccanismo a orologeria, sonda le dinamiche comportamentali della vita di coppia spogliando i personaggi dei propri valori fino a una resa dei conti interiore che implode distruggendo possibilità e futuro. Potente schiaffo in pieno volto alla borghesia, così succube dei propri tabù, così incatenata da retaggi etici, così insoddisfatta e frustrata da schivare ogni pensiero di verità per nascondersi dietro a maschere tanto invisibili quanto intrinseche.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La visita di Charles a Victor; L’incipit; Il bellissimo finale.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Giacomovie 22/5/11 13:39 - 1261 commenti

La partenza è dimessa, con sequenze frammentarie, poi la trama ha uno sviluppo interessante. L'uso di musiche tetre crea il necessario clima drammatico. Grande la prova delgi attori, con la moglie enigmatica e ammaliante ed il marito all'inizio spaesato ma poi in parte. Il finale sul momento appare sospeso, ma pensandoci qualche secondo si rivela coerente nella sua asprezza. Rifatto nel 2002 (Unfaithful).
I gusti di Giacomovie (Drammatico - Erotico - Sentimentale)

Ronax 21/12/11 20:22 - 705 commenti

Grande Chabrol d'annata che riesce nell'ardua impresa di far lievitare a livelli autoriali la più frusta delle trame: il classico triangolo (marito, moglie e amante) con delitto. Evitando accuratamente le scene madri, lasciando che la storia parli da sè senza forzature, Chabrol accompagna lievemente verso il baratro i suoi personaggi senza pedanti spiegazioni del loro agire, ma portando freddamente alla luce il legame inestricabile fra la banalità del male e i riti della famiglia borghese. Bouquet, la Audran e Ronet recitano in stato di grazia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Anche Chabrol cede all'autocitazione: Bouquet passa in auto davanti a un cinema che annuncia la riapertura con Les biches, il suo film precedente.
I gusti di Ronax (Drammatico - Erotico - Thriller)

Liv 9/12/16 10:04 - 233 commenti

Un "bourgeois" ha la mala sorte di trovarsi nel 1968 con un bel lavoro, una bella casa, un bel figlioletto biondo e una moglie attraente e più giovane di lui, che naturalmente lo tradisce. Farà una brutta fine (ma la moglie se la caverà egregiamente). La banale storia è raccontata con maestria da Chabrol, con grande accuratezza e deliziando lo spettatore, che sa già che finirà male, con l'immancabile senso di angoscia, con delicatezza, senza alcuna fretta.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il simbolismo del "jig-saw" con il quale il bambino si intrattiene.
I gusti di Liv (Animazione - Avventura - Commedia)