Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL CASTELLO DEI MORTI VIVI

All'interno del forum, per questo film:
Il castello dei morti vivi
Dati:Anno: 1964Genere: horror (bianco e nero)
Regia:Herbert Wise (Luciano Ricci), Warren Kiefer
Cast:Christopher Lee, Gaia Germani, Philippe Leroy, Donald Sutherland, Mirko Valentin, Antonio De Martino, Luigi Bonos, Jacques Stany, Luciano Pigozzi, Ennio Antonelli, Renato Terra
Note:Aka "Castle Of The Living Dead".
Visite:1892
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 15
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Girato in buona parte all'interno dei suggestivi Giardini di Bomarzo, IL CASTELLO DEI MORTI VIVI è un film piuttosto inclassificabile che però trova la sua giusta collocazione nel cinema italiano di metà Anni Sessanta. Fotografia in bianco e nero dai toni soffusi e un cast notevole consentono di non considerare la pellicola datata come molte altre consimili, anche se è vero che comunque l'aderenza a un determinato periodo del nostro cinema vagamente influenzato dagli allora in voga “Hammer horrors” con Cushing e Lee è piuttosto marcata. Non per niente proprio Christopher Lee appare tra i protagonisti in una duplice veste: oltre infatti ad interpretare il malefico Conte Drago (protoimbalsamatore che pietrifica le sue vittime grazie a un non determinato intruglio) è anche la vecchia strega ingobbita. Tra gli altri attori compaiono poi un giovane Philippe Leroy e un addirittura esordiente Donald Sutherland, che nella parte del capo delle guardie ha già modo di farsi notare. La storia non è delle migliori e mescola il genere drammatico con un horror molto velato, in cui spunta qua e là qualche freak di browninghana memoria. IL CASTELLO DEI MORTI VIVI è ricordato per essere uno dei primissimi lavori a cui ha partecipato Michael Reeves, futuro regista di culto, ma il regista vero qui è Warren Kiefer, che lascia la firma per questioni fiscali a Luciano Ricci (il quale a sua volta si firma Herbert Wise). Tutto il fascino è regalato comunque dalle ambientazioni tra i marmi di Bomarzo, perché in fin dei conti IL CASTELLO DEI MORTI VIVI (titolo alquanto fuorviante per chi è avvezzo ai recenti zombi) è film mediocre, decisamente non memorabile.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 20/9/09 1:50 - 4176 commenti

Strambissimo film, di ardua catalogazione e di difficile valutazione. Procede a strappi, in più alterna situazioni che si vorrebbero orrorifiche con momenti buffi. Cast al di là di ogni immaginazione, ragionando "ex post", visti i duetti Sutherland-Gigi Bonos e Lee-Gaia Germani (quanto mi piaceva...), che oggi paiono "impossibili". Buono l'incipit circense e buona la trovata di abbinare il Castello di Bracciano al Parco dei Mostri di Bomarzo. Generosamente, si può dare **.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La prima "impiccagione".
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 17/4/08 18:03 - 3875 commenti

Uno dei primi gotici italiani, pertanto giustificato (dato l'anno di realizzazione) per un contenuto che - visto oggi - sfiora in più contesti il ridicolo (spesso involontario). Gli animali impagliati appaiono qua e là, senza generare alcun senso d'angoscia e, anzi, imbrattando una sceneggiatura già di per sè povera e mal orchestrata da una regia disattenta e svogliata. A parte il prezioso (ma limitato) ruolo di Shuterland, va segnalato un Christopher Lee ai suoi minimi storici: cioè a dire noioso (e forse annoiato).
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Puppigallo 16/4/08 9:58 - 4048 commenti

Film "de paura", almeno sulla carta, dove un gruppo di artisti finisce nelle grinfie di un conte imbalsamatore. L'ambientazione non è male, col castello pieno di animali imbalsamati, circondato da inquietanti statue. Ma alcuni attori sono piuttosto macchiettistici, come il conte stesso, sempre malinconico, Shuterland (piacevolmente sopra le righe) e la strega (da cartone animato). E' un prodotto di medio livello, che di certo fa sorridere e non spaventare, ma ha la caratteristica di scorrere abbastanza bene; e anche se spesso sfiora il ridicolo, è vedibile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La secrezione per imbalsamare che pietrifica. La freccia nell'occhio.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Homesick 25/4/08 17:18 - 5737 commenti

Gotico italiano ambientato tra i minacciosi mostri del Bomarzo, ricicla il tema classico della tassidermia, con qualche timido accenno necrofilo. Personaggi carnevaleschi e un cast delirante con l’elegante Lee in una sorta di variazione del solito conte Dracula, Sutherland in un triplo ruolo (un paesano, la strega e il sergente tonto), Leroy, Pigozzi e persino Antonelli. Mediocre, ma tutto sommato simpatico.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 18/4/12 23:44 - 6606 commenti

Discreto e godibile gotico italiano la cui storia anticipa alcuni elementi che torneranno in pellicole future. A tratti prevedibile ma con un ritmo accettabile, si lascia seguire fino all'epilogo. Cast dalle presenze maschili importanti (con Sutherland all'esordio in un doppio ruolo maschile/femminile). Vincenti le ambientazioni del castello di Bracciano e del Parco dei mostri di Bomarzo.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Ciavazzaro 27/6/09 11:55 - 4654 commenti

A parte il doppiaggio non proprio perfetto, un buon film. Lee imambolato ma buon villian, ottimi Leroy e Sutherland (con un buon make-up da strega). L'idea di partenza è interessante e viene ben realizzata. Da citare il bel giardino con le statue giganti, la sorpresa in camera da letto. Da vedere (almeno per chi è appassionato del genere).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La megera che recita sempre in rima.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Enzus79 10/7/09 15:20 - 1539 commenti

Alcuni artisti vengono invitati da un conte in un castello nel bosco ad esibirsi: faranno una brutta scoperta. Gotico italiano con un bel soggetto che è influenzato dalla solita lentezza di quegli anni, ma che comunque ha un suo stile di tutto rispetto. Bravi gli attori, sorprende in tutti i sensi Sutherland nei panni del goffo soldato, bravissimo.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rickblaine 10/7/09 15:12 - 635 commenti

Non male dopotutto. L'inizio ricorda vagamente Il settimo sigillo (il gruppo di comici che vanno per le corti a rimediare denaro per campare). La seconda parte porta in scena il lato "horror" della storia. Da considerare. Simpatico il personaggio del nano e un unico neo: il nome del conte "Dracula" cosa ci azzecca?
I gusti di Rickblaine (Fantascienza - Horror - Thriller)

Myvincent 15/1/15 8:07 - 2001 commenti

Un gruppetto di saltimbanchi finisce nelle grinfie di un conte con manie alla Frankenstein in un sinistro castello maledetto. A tratti buffa, è una fiaba nera appartenente al genere gotico all'italiana, con momenti comici involontari ma che annovera alcune stelle del cinema internazionale come Christopher Lee, Philippe Leroy, Donald Sutherland (in un doppio ruolo). Basta questo per renderlo un prodotto fruibile e divertente...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La vecchia stregaccia (in realtà Donald Sutherland) che asserisce di essere stata bellissima prima dell'incantesimo...
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Rufus68 6/2/18 23:48 - 1821 commenti

Inaspettato: un gotico ben fatto, gradevole, con tocchi macabri non urtanti. Interpretazioni pregevoli: dallo stuolo di mestieranti sino al Sutherland bifronte per finire con un bravo Lee, nobile spietato ma dai perfetti modi blasé. Più divertito e divertente che davvero persuasivo, il filmino vanta, tuttavia, una sua fluida linearità e non accampa pretese snob o eccessi da Grand Guignol. Ottime le location.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Ryo 12/10/11 12:29 - 1611 commenti

Horror gotico con un ottimo cast e una storia molto piacevole da guardare che scorre senza noia alcuna. Presenta dei personaggi molto caratteristici che diventeranno stereotipi negli anni a seguire. C'è persino un "Conte Dracula" che non è un vampiro ma un imbalsamatore. Buono il bianco e nero e bellissimi i giochi di ombre che vengono creati. Ottimi anche i costumi e le scenografie. Finale un po' sotto le righe.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il gatto che si pietrifica con il tasto "pause".
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Faggi 26/2/17 12:10 - 1089 commenti

Horror quasi d'antiquariato, dal curioso fascino grottesco; buono se guardato dopo mezzanotte con la giusta disposizione e senza aspettarsi eclatanti spaventi psichici o visuali (il tema necrofilo ha comunque una sua sottigliezza). Ricco di personaggi che attirano l'attenzione, ha una riuscita ambientazione classica da gotico (il castello sinistro) dove, con originalità, è affiancato lo spettrale (o quantomeno ambiguo e di notevole colore scenografico) Parco dei Mostri di Bomarzo.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)

Bruce 17/1/11 9:52 - 872 commenti

Curioso gotico in bianco e nero, con cast sorprendente (Christopher Lee/Philippe Leroy/Donald Sutherland) coinvolto in una storia piuttosto bislacca che vede una compagnia di girovaghi circensi cadere in trappola nel castello di un conte pazzo imbalsamatore. Di horror c'è poco o nulla, prevale un senso di stranezza mista ad incanto ed ironia, complici l'ambientazione favolistica e la musica ipnotica. Incompiuto.
I gusti di Bruce (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Von Leppe 10/12/10 17:22 - 853 commenti

Saltimbanchi, nani e streghe, girato nel castello di Bracciano abitato dal mortifero conte Drago. La fotografia è ottima, negli interni, nei lunghi corridoi e in alcune riprese al parco dei mostri di Bomarzo (di giorno, pure se sembra crepuscolare, in questo ricorda il Nosferatu di Murnau). Ci sono anche i notturni con le lanterne e non con l'effetto notte. È molto fiabesco, ironico e teatrale; ci voleva più orrore. Il fatto di essere girato in location così famose non so se sia un bene; in parte è un difetto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Guardatevi dal castello, da coloro che son morti e paiono vivi.
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)

Maik271 24/12/16 13:52 - 430 commenti

Pessimo gotico italiano che ha come unico punto di interesse (se potesse bastare, ma non basta) la presenza di un giovane Philippe Leroy e del caratterista Antonelli nella parte a lui congeniale di un muto. Un Conte Dracula anomalo cerca vittime ma non per il loro sangue, quindi perché un vampiro? Vabbé, sorvoliamo. La vecchia strega del bosco che parla in rima è forse il personaggio più divertente del film, il che è tutto dire.
I gusti di Maik271 (Giallo - Poliziesco - Thriller)