Cerca per genere
Attori/registi più presenti

UN GIORNO DI TERRORE

All'interno del forum, per questo film:
Un giorno di terrore
Titolo originale:Lady in a cage
Dati:Anno: 1964Genere: thriller (bianco e nero)
Regia:Walter Grauman
Cast:Olivia De Havilland, Jeff Corey, Ann Sothern, James Caan, Rafael Campos, Jennifer Billing, William Swan, Scatman Crothers
Visite:1095
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Puppigallo 4/3/09 0:30 - 3990 commenti

E' sicuramente originale (la protagonista, madre possessiva, in gabbia come un uccellino, con sotto parecchie iene che si alternano). Peccato però che gli attori diano vita a personaggi troppo caricaturali. Le loro reazioni sono così eccessive, a parte quella della donna in trappola, che può essere giustificabile col terrore, da risultare, alla lunga, quasi fastidiose (la ragazza è improponibile, ma anche il compare accoltellatore è quasi grottesco; mentre il barbone, almeno, ha la scusa di essere disturbato mentalmente e alcolizzato). Datato, ma comunque vedibile e discretamente violento.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La ragazza fulminata al suo uomo psicopatico: "Non lo vuoi un figlio?". E lui: "A un figlio tuo e mio non mi fiderei di dargli neanche un temperino".
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Homesick 7/3/09 11:36 - 5737 commenti

L’abilità di Grauman consente di passare da un registro iniziale quasi da commedia al successivo da thriller violento con concessioni persino allo splatter (l’accecamento); il montaggio ha un taglio vivace e moderno, basato spesso sui contrasti spaziali e acustici. Nonostante qualche battuta d’arresto nella parte centrale – un po’ troppo dilatata – la tensione claustrofobica, rafforzata peraltro dalle implicazioni psicanalitiche, regge saldamente. Ottimi la vittima inferma e madre castratrice Havilland e l’irrecuperabile psicopatico Caan.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 23/7/08 22:24 - 6571 commenti

Notevole thriller claustrofobico a tinte forti che dietro il paravento del genere palesa una chiara matrice psicanalitica. Il regista, infatti, dipanando la matassa narrativa dà vita ad una serie di personaggi che rimandano a veri e propri topoi della materia tra cui spiccano quello della madre possesiva e castratrice e quello del figlio infelice di cui uno dei rapinatori rappresenta il prolungamento. Gustosa colonna sonora jazzante. Grandiosa la prova della De Havilland ed ottimo esordio per James Caan. Per l'epoca abbastanza violento.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 21/7/17 0:13 - 6822 commenti

Matura scrittive vedova resta intrappolata nell'ascensore posto all'interno della sua casa, teatro delle scorribande di un barbone alcolizzato, una prostituta ladra e tre giovinastri sbandati senza scrupoli. Film cattivissimo, in cui non si salva nessuno: la vittima, madre possessiva ed asfissiante, non aspira molta più simpatia dei suoi aguzzini, capitanati da Caan che, al primo ruolo importante, è un concentrato di nervi pronto ad esplodere. Anche il finale non tradisce l'assunto: i passanti sembrano indifferenti e c'è posto solo per la disperazione e l'orrore. Grave prova di Havilland.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Havilland a Caan: "Lei è uno dei rifiuti prodotti dalla previdenza sociale che concorro a mantenere con buona parte dei miei guadagni pagando le tasse.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Ciavazzaro 21/11/09 10:45 - 4633 commenti

Ottimo. Angosciante e senza speranza, sorretto da un incredibile cast. La De Havilland offre un'interpretazione da oscar, brava anche la Sothern. Da citare la De Havilland che tenta di uccidere Caan nell'ascensore, la rivelazione della lettera. Curiosi accenni splatter nel finale (per l'epoca). Nessun personaggio si salva sul serio (dal punto di vista morale) e neanche il mondo intorno a loro. Finale angosciante, nel suo realismo.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Brainiac 23/11/10 23:21 - 1081 commenti

Un'alcolizzato tratteggiato da una penna corrosiva come la bile di Bukowski. Un tris di bastardi fuoriuscito dal vagone metropolitano (delle ore 3) dopo aver fatto incetta di romanzi di Chandler. Un'ascensore visto salire al piano d'Hitchock (ma in casa d'Aldrich). Assediata in un'ascensore, assediante la sua famiglia, asserragliata dalla povertà e dalla follia di un'america steinbeckiana la De Havilland salirà sul suo montacarichi per il patibolo. All'inferno e ritorno, scortata da una cricca meccanica più di quella dell'arancia. Età della pietra, eccoci a te.
I gusti di Brainiac (Commedia - Gangster - Horror)

Nicola81 17/4/17 19:25 - 1371 commenti

Teso, angosciante, disturbante, per l'epoca anche decisamente originale e discretamente violento: non è soltanto un thriller ma anche un vero e proprio apologo sul cinismo e l'indifferenza imperanti nella società americana. Una certa ripetitività è inevitabile e i personaggi, esclusa la protagonista (un'ottima Olivia De Havilland), sono a forte rischio caricatura, ma il coinvolgimento è assicurato. Peccato che Grauman in seguito abbia lavorato esclusivamente per la televisione. Funzionali le musiche di Paul Glass.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Fedeerra 6/2/18 15:37 - 208 commenti

Per la vocazione claustrofobica e per la precisa attenzione alle dinamiche psicologiche questo film si merita di essere annoverato fra i più interessanti thriller degli Anni 60. Considerato un film minore è invece un grandissimo esempio di come creare suspense con poco. Ottimo James Caan, con faccia da schiaffi e volto sornione, perfetta come sempre invece Olivia de Havilland.
I gusti di Fedeerra (Drammatico - Horror - Thriller)