Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA CORAZZATA POTEMKIN

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 33
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 1/5/09 1:14 - 4158 commenti

La Potemkin, vent’anni dopo i francesi. Difficile parlarne per tutti, figurarsi per il semplice cinefilo. Molto meno pesante del temuto, comunque, con la lunga parte della scalinata francamente straordinaria. Di forte impatto anche le prime due parti (“Uomini e vermi” e “Dramma sul ponte”), mentre un po’ meno efficaci mi sono parse la terza (“Il sangue grida vendetta”) e la quinta (“Il passaggio attraverso la squadra”, comunque indimenticabile nelle inquadrature sui cannoni), di retorica fattasi pesante. Al di là di tutte le condivisibili ironie fantozziane, anche un profano viene colpito dal serrato montaggio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Sarò banale, ma quella culla che rotola...
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Il Gobbo 29/5/07 9:55 - 3001 commenti

Firenze, cinema Spaziouno. Proiezione de "La corazzata Potemkin" per un compunto pubblico di studenti, poseurs intellettuali, un vago snobismo aleggiante. Ottima copia, grazie alla cineteca di Bologna, silenzio e concentrazione. Parte la scena della scalinata di Odessa e un vago risolino inizia a serpeggiare per l'austera saletta; al primo piano dell'occhio della madre scoppia la risatona, che affonda la corazzata. Salce e Villaggio sono due delinquenti. Il film è bello (e non dura tanto), ma di fatto non si può più guardare...
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Pigro 18/2/10 7:32 - 6914 commenti

Altro che capolavoro... (ri)visto oggi vien voglia di abbassare i punti di tutti gli altri film! Non c'è un'inquadratura che sia meno che perfetta, non una sequenza meno che perfetta: regia, sceneggiatura e montaggio mozzafiato per un'opera avvincente e emozionante. Non solo la giustamente celebre scalinata di Odessa, ma ogni momento di questo film risponde a un doppio criterio di efficacia narrativa e di raffinatezza estetica che raramente nella storia del cinema si combineranno ancora a livelli così alti. Imprescindibile.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Puppigallo 11/8/11 11:41 - 4027 commenti

La rivoluzione, che nasce come tenue fiammella, ma ben presto si propaga come un incendio difficile da contenere. Ci troviamo al cospetto di un grande esempio di cinema che fu. Ora potrà sembrare un po' retorico, ma se lo si osserva con attenzione, si noteranno molti particolari davvero interessanti, che danno un peso specifico maggiore alla pellicola. A partire dal comizio del compagno che tenta di svegliare i dormienti (dormienti proprio nelle amache!), al prete luciferino, fino alle vittime-carnefici e rivittime. Eppure, c'è sempre una speranza, nonostante l'inquietante bocca del cannone.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La carne palesemente marcia con vermi vivi, che viene considerata mangiabile; La scritta beffa sui piatti "Dacci oggi il nostro pane quotidiano".
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Renato 28/3/09 17:15 - 1495 commenti

OK, cercando di lasciare i pregiudizi nel cassetto: ricordo di averlo visto in vhs tempo fa e che mi era decisamente piaciuto. Anche tralasciando le scene per cui il film è famoso (direi più "famigerato", almeno nel nostro paese), tutta la parte dei marinai che muoiono di fame sulla nave è notevolissima, ed il film non annoia per niente. Per inciso, credo che sia un'opera godibile anche senza sapere nulla del momento storico di cui parla, visto che io stesso mi cullo in una beata ignoranza al riguardo.
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Tarabas 27/3/09 9:35 - 1482 commenti

Rivisto a distanza di anni nella versione restaurata e filologicamente corretta, il leggendario film di Eisenstein riacquista molto del suo splendore, rispetto alla copia distribuita in Italia, alterata in più parti. Certo, rimane per molti versi datato e, come per la Riefenstahl, la sua efficacia ideologica ha un fascino sinistro. Ma quasi tutto il cinema successivo ha copiato quella composizione impeccabile dei fotogrammi, quei tagli, quegli stacchi di montaggio su pugni chiusi, volti scolpiti e (sì) occhi delle madri e stivali dei soldati.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Rebis 20/10/10 16:12 - 2065 commenti

Coerente al suo fine propagandistico Ejzenstejn polverizza l'idea stessa di protagonista e lascia che siano il popolo e l'equipaggio della corazzata a tracciare l'intera parabola d'azione: la morte eroica del singolo sprigiona invece quell'ideologia che legittima la rivolta di massa. La composizione delle inquadrature è improntata al più rigoroso formalismo, mentre la struttura narrativa in cinque capitoli è sintetica ed espositiva. La precisione e la modernità del montaggio lasciano sbigottiti. Niente affatto tedioso e sostanzialmente irriducibile nonostante le citazioni e i benvenuti oltraggi.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Caesars 31/5/07 9:08 - 2290 commenti

Siamo di fronte ad un film che ha fatto la storia del cinema e questo è un fatto. Difficile però esprimere un giudizio sereno sul valore dell'opera, che sicuramente a suo tempo fu grande, per svariati motivi; primo: il lasso di tempo che ci separa da esso (sono oramai passati più di 80 anni), secondo e forse più pesante: oramai, almeno per noi italiani, è impossibile scinderlo dalla "visione" che ne diede negli anni '70 Paolo Villaggio. Sicuramente comunque un film da conoscere e che risulterà sicuramente interessante.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Ciavazzaro 19/7/08 12:41 - 4640 commenti

Nonostante sia entrata nell'immaginario collettivo per essere stata parodiata ne Il secondo tragico Fantozzi, la pellicola è comunque un tassello fondamentale per la storia del cinema. La scena del massacro è di forte impatto e l'ottimo bianco e nero rende il tutto indimenticabile.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Deepred89 18/10/08 20:27 - 2938 commenti

Difficile giudicare una pellicola del genere. Un film d'altri tempi, con pochissimi movimenti di macchina, musiche assolutamente teatrali e alcuni volti quasi ridicoli (il prete ha una pettinatura degna del Dae-su di Old Boy). Il montaggio è ancora oggi competitivo e la storia, se vista dalla giusta prospettiva, non è nemmeno troppo noiosa. Per quell'epoca era completamente rivoluzionario, oggi una pellicola per i pochi che vogliono cimentarsi. Non una "cagata pazzesca" anche se non tutti potrebbero apprezzare.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Matalo! 14/4/10 12:22 - 1330 commenti

Facciamo che Villaggio è spesso una cagata pazzesca? Facciamo che qui siamo di fronte ad una delle opere capitali del cinema universale? Facciamo che ogni tanto, nella vita, per affrontare un classico si richieda un po' di pazienza e un minimo di preparazione? In fondo Eizenstejin è uno di quei geni che ha inventato l'arte che a noi piace tanto... Comunque: il montaggio delle attrazioni trova uno sviluppo più plastico che in Ottobre (scalinata di Odessa in primis) risolvendo nodi narrativi e messinscena dei concetti. Capolavoro!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Ovviamente, la scena della scalinata.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Enzus79 14/8/11 16:00 - 1539 commenti

Alla fine la "cagata pazzesca" si è rivelata un capolavoro non solo del cinema sovietico, ma di quello mondiale! Ejzenstein è stato un regista di gran valore, che ci ha lasciato questa eccellente eredità. Oltre alla scena della culla, c'è anche quella dei marinai che si ribellano a potersi definire eccezionale.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Saintgifts 25/2/10 0:47 - 4099 commenti

Molti hanno imparato tanto da questo film. Nato come propaganda per commemorare i vent'anni dalla rivoluzione del 1905, è stato girato e montato in tempi brevi e con uno stile tra il documentaristico e il reportage di alto livello. Riprese veloci e mai definite nelle scene d'azione, per creare emozioni e partecipazione nello spettatore. Il tutto naturalmente deve essere mediato con il periodo in cui è stato girato, se ancora oggi suscita ammirazione per le inquadrature originali, figuriamoci 85 anni fa. il regista era ventisettenne, un genio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: È già stato detto milioni di volte, ma le riprese sulla scalinata di Odessa, oggi scalinata Potemkin, sono un capolavoro mai più ripetuto.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Pinhead80 14/12/10 12:23 - 2969 commenti

Film politicamente (e anche esteticamente) imprenscindibile del grande regista russo Sergei M. Eisenstein. Racconta avvenimenti storici con sguardo attento e sempre alla ricerca di emozioni. Ogni inquadratura racconta qualcosa di dolorosamente profondo. La breve durata (meno di un'ora) lo rende facilmente fruibile anche ad un pubblico poco inclide a questo genere di film. La prima parte sulla nave e quella sulla scalinata di Odessa sono a tutti gli effetti scene che entrano di diritto nella storia del cinema mondiale.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Belfagor 5/2/09 17:01 - 2531 commenti

Un film che segnò un'epoca, una punta di diamante del cinema muto. Ejzenstejn trasporta su pellicola gli ideali di una rivoluzione con effetti altissimi, utilizzando un linguaggio ricco di significati profondi. La potenza dell'azione viene riassunta in poco più di un'ora, senza perdite di tempo. Purtroppo oggi spopolano quegli snob che Salce e Villaggio volevano prendere di mira e il significato del grido di rivolta fantozziano è stato travisato. Da vedere almeno una volta. Indimenticabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scalinata di Odessa e la bandiera rossa (colorata a mano dallo stesso regista), che ispirò anche Schindler's List.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Giùan 12/12/15 10:30 - 2397 commenti

Come la nascita dei popoli e delle nazioni, la genesi della storia del cinema ha la necessità dei suoi miti, delle sue leggende. Il capolavoro di Eisenstein ne è testimonianza assoluta, tanto da essersi maestosamente prestata a iperboliche esegesi come a icastiche (de)mistificazioni. Dirne qualcosa di sensato resta perciò impresa picaresca, certo è che se alcuni segmenti (quello finale soprattutto) risultano svuotati dalla propaganda, altri (Uomini e vermi, Il morto grida vendetta) son superlativi, mentre La scalinata di Odessa è di ineguagliata frenesia.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Paulaster 16/10/13 10:23 - 1711 commenti

Trattandosi di un film di quasi di un secolo fa si apprezza la componente d’avanguardia e non solo rappresentativa: recitato con veemenza ma senza teatralità gratuite. Riprese con inquadrature fisse perlopiù, tutto gioca sul famigerato montaggio analogico e l’uso sapiente dei primi piani. Momenti altissimi nelle scene concitate sulla corazzata e sulla scalinata di Odessa. Il limite è che essendo un film di regime svolga un compito ruffiano che toglie pathos alla vicenda. Bianco/nero di stile fotografico.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Mickes2 30/9/14 10:59 - 1550 commenti

Un fondamento del cinema, stra-citato, studiato, osannato e finanche calpestato; un inno corale di innata forza rivoluzionaria che prende la voce del popolo per farne linguaggio universale in quella che principalmente è un’opera contro ogni tipo di dittatura e tirannia. Ancora oggi, incredibilmente, forte del suo stile epidermico e materico rimangono dei fortissimi pugni nello stomaco la diatriba sulla carne divorata dai vermi che porta all’insubordinazione e l’assalto dei cosacchi sulla scalinata di Odessa. Immortale.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Luchi78 9/8/11 10:48 - 1521 commenti

Sfatato il mito delle 18 bobine, rimango piacevolmente colpito dal capolavoro di Eisenstein, nonostante il film muto appartenga ad un'altra era cinematografica. Credo che oggi si possa supporre una platea "allargata", non più solo d'elite, per quest'opera ricca di colpi di scena ed immagini forti (il cosidetto "cine-pugno" che oggi va tanto di moda). Da non precludere neanche una seconda serata in tv per la buona conoscenza di tutti.
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Disorder 4/9/09 10:48 - 1370 commenti

Una sorpresa. Mi aspettavo il film interminabile e noioso di cui parlava Villaggio, invece ecco un'opera alquanto breve, ricca di azione e dramma. È un film di propaganda, certo, ma l'ottima cura per le inquadrature e per la storia (non so se sia vera al 100%, però è ottima) ne fanno un grande prodotto. Certo, chi è cresciuto a pane e Fantozzi avra qualche difficoltà a trattenere le risate nella scena della scalinata, ma è un film da vedere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La fine del povero Vakulincuk; il medico gettato fuori bordo; la scalinata di Odessa.
I gusti di Disorder (Avventura - Commedia - Drammatico)

Panza   31/12/14 14:26 - 1318 commenti

Notevole, davvero notevole questo film del grande Eisenstein, che riesce a creare immagini di rara forza, che entrano nel cuore. E non lo fa con grandi dialoghi o interpretazioni, gli basta incredibilmente un'idea, un'immagine che diventa immediatamente storia. Come non dimenticare il lungo corteo che rende omaggio alla salma del marinaio ucciso con al collo il cartello "Per un piatto di zuppa" o i ribelli coperti con il telone? Purtroppo a volte si sfocia nella retorica (il finale), ma siamo davanti a un'opera imprescindibile.
I gusti di Panza (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Von Leppe 19/3/11 13:17 - 848 commenti

Pellicola che nasce nel periodo sovietico e tratta di tematiche politiche; spesso queste tematiche, per quello che mi riguarda, sono fuorvianti sulla vera condizione umana. Il film parla di libertà, di rivolta degli oppressi ed è quindi condivisibile negli intenti. Girato in uno stile originale, con una fotografia che esalta la massa dei corpi e dei volti, dove il vero protagonista sono il popolo, la folla. Stupenda la scena della scalinata, ancora oggi cruenta, piena di splendidi primi piani come quello sconvolto che annuncia improvviso il massacro.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La croce infilzata sul terreno come un coltello.
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)

Mdmaster 9/8/11 17:24 - 802 commenti

E finalmente toccò anche a me la visione del mito. Come film di propaganda è inevitabile il suo essere piuttosto datato, ormai ci entra da un orecchio ed esce dall'altro. Tecnicamente, però, rimane superbo, pur nella fretta con cui è stato girato e montato; l'ipercitato massacro sulla scalinata rimane un momento spettacolare e immortale di cinema. Eisenstein ha firmato un lavoro importantissimo e tutto sommato, bisogna dir grazie a Villaggio per averlo propagandato alle masse, anche se negativamente. Essenziale per ogni appassionato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'analisi della carne con gli occhiali del medico; il tributo al cadavere del povero Vakulincuk.
I gusti di Mdmaster (Avventura - Drammatico - Horror)

Ford 15/7/08 20:42 - 582 commenti

Film d'impatto incalcolabile. Grande successo già all'epoca e se ne capisce il perché; un film d'azione ben congegnato, straordinariamente girato e montato, con delle scene di massa che non potevano (possono) lasciare indifferente lo spettatore, il tutto ovviamente condito di propaganda politica. Ejzenstejn rivoluziona il linguaggio cinematografico accontentando pure chi cercava semplicemente un'oretta di spettacolo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scalinata di Odessa (scena improvvisata, oltretutto).
I gusti di Ford (Animazione - Commedia - Horror)

Magi94 19/12/17 22:53 - 407 commenti

Ha più di novant'anni ma li sente molto meno di tanti suoi colleghi del tempo. Merito del famoso montaggio di Eisenstein che ci coinvolge nel vortice delle scene, che se in parte risentono della polvere del tempo e risultano un po' allungate, dall'altra testimoniano una potenza cinematografica mai vista prima. La famosa scena della scalinata colpisce per davvero, in particolare la madre col bambino e la carrozzina che corre lungo i gradini. Storico e fondamentale.
I gusti di Magi94 (Commedia - Drammatico - Horror)

Xabaras 16/12/17 6:16 - 174 commenti

Godard narra nel suo Vento dell'Est che Ejsenstejn concepì il film dopo essersi commosso alla visione di Intolerance dell'imperialista Griffith. Disfatta del cinema rivoluzionario non in grado di stare al passo con le esigenze dello stesso secondo lui. Cosa avrebbe dovuto dire vedendo la scena della carrozzina citata negli Intoccabili (film tutto abiti Armani secondo alcuni) dell'autore di due delle pellicole forse più nocive (anche se spettacolarmente inattaccabili) del cinema neocapitalista all'arrembaggio (mi riferisco a Scarface e Carlito's way)?
I gusti di Xabaras (Gangster - Horror - Western)

Victorvega 11/9/15 22:59 - 155 commenti

Da prendere con il giusto approccio. Occorre affrontarlo sapendo di guardare un film del 1925, muto e con scritte in inglese/ucraino (non ho visto la versione con la voce narrante di Foà) e non un kolossal hollywoodiano da cassetta. Ma al contempo è una testimonianza viva di storia e uno dei caposaldi della cinematografia. Una volta scoperto che dura meno delle 18 bobine fantozziane, è facile affrontarlo e scoprire uno stupendo affresco storico. Fantastiche scene corali. Non noioso come temuto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena corale della popolazione che porta l'estremo saluto al leader dei rivoltosi; Ovviamente la scena della scalinata di Odessa, con madre e culla.
I gusti di Victorvega (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Gaussiana 5/5/12 19:24 - 121 commenti

Monumentale film di propaganda ma al contempo di avanguardia. Ejsenstejn gira un film in cui la tensione narrativa non viene mai meno, dove i tempi sono dilatati per poter cogliere tutta la tragedia delle scene, dove la famosa scalinata viene salita e discesa in una serie sublime di contrasti, per non parlare della scena iniziale dei vermi e la rivolta popolare. Su un cannone o sulle sartie della nave la telecamera mai stanca e mai doma rappresenta in maniera inarrivabile non solo la rivoluzione russa ma tutte le rivoluzioni; storico e possente.
I gusti di Gaussiana (Fantascienza - Horror - Western)

Maineng 17/7/08 15:04 - 100 commenti

Un film che a suo tempo è stato concepito come opera di propaganda ma con contenuti realistici e forti. L'ho visto la prima volta a 13 anni e subito mi è piaciuto. Anche se spesso la scena della scalinata viene messa in relazione col Fantozzi di Villaggio questo succede perché la pellicola è considerata datata e di contenuti ormai "scaduti", ma io non credo sia così. Oltre che grande documento storico, è il ritratto di una società afflitta dal potere, che deve soccombere senza la forza della ribellione. Forse oggi non ci sono società simili al mondo?
I gusti di Maineng (Documentario - Drammatico - Thriller)

.luke. 11/4/12 16:31 - 89 commenti

Ottimo film di Eisenstein, una delle più famose vette del cinema muto, un film di propaganda uscito vent'anni dopo la Rivoluzione russa del 1905. Nonostante oggi possa risultare datato, possiede indubbiamente una notevole carica espressiva, soprattutto nella celebre (e più volte omaggiata) scena della scalinata di Odessa, ma non solo. Reso famoso dal ragionier Fantozzi, non risulta minimamente prolisso o noioso, che nell'immaginario collettivo sono le sue caratteristiche principali.
I gusti di .luke. (Commedia - Drammatico - Western)

Sircharles 28/10/17 13:54 - 55 commenti

Una mattonata? Tutt'altro. La pellicola mostra una buona dose di azione, momenti di ritmo serrato e alta drammaticità. E' un film corale, in cui le moltitudini (la folla ribelle, l'equipaggio della nave) sono protagoniste, senza che i singoli prevalgano sulla massa; è un film nitidamente politico, nella ribellione dei poveri contro i soprusi delle classi dirigenti. Non mancano tratti di modernità nella regia e nel montaggio. Con gli occhi di oggi, è appesantito solo dal muto: i dialoghi avrebbero reso meglio una vicenda così tesa e movimentata.
I gusti di Sircharles (Azione - Commedia - Thriller)

Xela 21/3/14 1:48 - 5 commenti

Un capolavoro del cinema per il connubio, raro, tra medium e messaggio. Curioso pensare che la sequenza della scalinata sia balenata nella mente del regista dal fortuito moto di un nocciolo di ciliegia. Ma il film non è solo Odessa ed è bene ricordarlo, tenuto conto che la riduzione di un'opera a singoli momenti favorisce gli stereotipi critici anziché combatterli. Se un film deve avere anche il pregio di indurre alla riflessione, questo vi riesce pienamente.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena delle barche ferme nel porto in una mattina nebbiosa: splendida fotografia ottenuta - ma si saprà dopo - del tutto inaspettatamente.
I gusti di Xela (Commedia - Drammatico - Thriller)