Cerca per genere
Attori/registi più presenti

[11.2] • COLOMBO: EDIZIONE STRAORDINARIA DI UN DELITTO

All'interno del forum, per questo film:
[11.2] • Colombo: Edizione straordinaria di un delitto
Titolo originale:Butterfly in a shades of grey
Dati:Anno: 1994Genere: giallo (colore)
Regia:Dennis Dugan
Cast:Peter Falk, William Shatner, Molly Hagan, Richard Kline, Jack Laufer, Beverly Leech, John Anders, Glenn Taranto, Yorgo Constantine, Wayne Dvorak, Mark Lonow
Note:Aka "Edizione straordinaria per un delitto". E' un episodio della serie tv "Colombo".
Visite:5800
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 13
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Dalla prestigiosa penna di Peter Fischer, già autore di alcune tra le più riuscite sceneggiature delle serie storiche, una puntata strutturata molto bene e che avrebbe meritato una regia meno anonima di quella firmata da Dennis Dugan. L’antagonista è l’ex capitano Kirk di STAR TREK, quel William Shatner che già era stato (deludente) interprete di CIAK SI UCCIDE, uno tra i meno memorabili episodi delle prime stagioni. Col tempo è maturato, ha acquistato spessore e ha trovato nel personaggio di Fielding Chase (un giornalista radiofonico d’assalto che uccide chi vuole portargli via la figlia adottiva promuovendone la carriera da scrittrice) un ruolo ideale: Chase è arrogante, senza scrupoli, egoista ma in possesso di un apparente self control che lo rende particolarmente minaccioso. La sfida col tenente è condotta sul filo dell’insulto, con ripercussioni sulle alte sfere (del tipo “lei non sa chi sono io”...) e rimproveri seccati fin quasi da subito. Per questo si possono perdonare l’assenza di intromissioni nella sfera privata del tenente e un poco incisivo parco di caratteristi secondari. La lotta a due è serrata, senza intrusioni esterne o quasi. Gli indizi raccolti non sono moltissimi, né il finale è completamente soddisfacente. Ciononostante la puntata è interessante, ben scritta e adeguatamente interpretata. Nulla di particolarmente originale, ma è proprio questo ad essere un punto a favore, spesso.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Puppigallo 18/4/07 20:24 - 3953 commenti

All’inizio, il tenente e l’assassino si incrociano ignorandosi. Poi Colombo dà spettacolo parlando del cellulare con un agente. L’omicida (conduttore radiofonico) è scontroso, arrogante e spesso maleducato col tenente, trattandolo come un mezzo idiota (peccato che lui stesso non sia certo un genio, visto come Colombo se lo cucinerà con calma). Shatner (l’assassino) non mi ha molto convinto. A parte la sua nota inespressività, il doppiatore italiano calca pure la mano, esagerando. Divertente escamotage finale. Ritmo costante e discreti scambi.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Daniela 10/3/09 14:48 - 6562 commenti

Niente da fare: pur figurando meglio che nel precedente Ciak si uccide (dove impersonava un attore collaborativo in modo stucchevole), Shatner si conferma modesto antagonista. È certo antipatico, ma eccessivo, forzato, senza la statura dei fetenti d.o.c. che, insieme alla bravura di Falk, hanno fatto grande la serie. Il suo confronto con Colombo è ben presto segnato dalla scortesia manifesta, per cui manca quel tira-e-molla psicologico che porta all'esasperazione anche gli assassini più arroganti e sicuri di sé, mentre delizia noi spettatori.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Ciavazzaro 6/4/08 12:42 - 4620 commenti

Anche William Shatner ritorna dopo anni a rivestire i panni dell'omicida (dopo molti anni di assenza) con una più che buona performance. Dick De Benedictis ci offre come al solito un tema musicale d'eccezione: la trama gialla è ben scritta, anche se il colpo di scena finale poteva essere evitato. Divertente la scena negli studi televisivi.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Markus 1/4/11 13:00 - 2329 commenti

Ritroviamo nei panni dell’assasino l’attore William Shatner (Star Trek, T. J. Hooker) che avevamo già visto nella “settantiana” Ciak si uccide. La puntata nel complesso è convincente, ma non memorabile. Il lato positivo della vicenda qui rappresentata (e che si discosta da molti episodi del “Ritorno di Colombo”) è la lunga indagine ponderata dal tenente alla ricerca di tutti gli elementi atti a porre fine al caso (salvo la sorpresa finale). Dunque, il classico e sempre ben gradito colpo di teatro.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Zender   6/2/13 13:26 - 243 commenti

E' migliorato molto William Shatner, dai tempi dell'ispettore Lucierne. Ora ha acquisito quella sottile perfidia e antipatia congenita associabile ai migliori nemici del tenente, ed è pronto a sfidarlo nei panni di un conduttore radio senza scrupoli, che boicotta le ambizioni letterarie della figlia pur di impedire che lei se ne vada via a cercar fortuna. Ottimi duetti (soprattutto quando le domande si fanno incalzanti) e un'eccellente sceneggiatura firmata Peter Fischer, come ai bei tempi. Finale macchinoso che non delude.
I gusti di Zender (Comico - Fantascienza - Horror)

Ultimo 9/6/15 10:47 - 1064 commenti

William Shatner torna a vestire i panni dell'assassino dopo l'episodio della sesta stagione. Qui pare più in parte, ritagliando un personaggio freddo, egoista e antipatico al punto giusto, così da rendere la puntata coinvolgente seppur non eccelsa. Falk è sempre convincente e dà vita a una serie di scambi niente male con l'assassino. Buono anche il finale con trappolone per un episodio notevole.
I gusti di Ultimo (Commedia - Giallo - Thriller)

Lythops 14/7/15 17:36 - 894 commenti

Ignobile, bastardissimo conduttore di talk show radiofonici, roso dalla gelosia, uccide l'amico della figlia adottiva lasciando indizi che incastrino altri. Anche questa “Edizione straordinaria di un delitto” è in parte ambientata su un set, abitudine già rilevata in altre occasioni, ma si avverte la mancanza di un consulente legale poiché il sosospirato arresto dell’omicida sarebbe stato giuridicamente nullo (non gli vengono letti i diritti) e, nella realtà, un intervento di qualunque avvocato d’ufficio avrebbe procurato la sua liberazione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Di questi tempi si può dire qualsiasi cosa in televisione. E non è detto che siano cose vere".
I gusti di Lythops (Documentario - Poliziesco - Thriller)

Ale nkf 23/3/10 15:20 - 803 commenti

Episodio buono ma oltre a non fare il salto di qualità non convince nemmeno Shatner, al contrario di molti altri assassini (cito Cassidy, Gordon, Grant e Culp, furbi e che ci regalano dialoghi ottimi, con Colombo). Comunque la storia è buona, la musica di De Benedictis ottima. Ciononostante la puntata non convince del tutto.
I gusti di Ale nkf (Commedia - Giallo - Poliziesco)

Digital 24/2/15 11:32 - 708 commenti

Un cinico conduttore radiofonico uccide colui che vuol promuovere le abilità letterarie di sua figlia, con il rischio di farla allontanare da lui. La pècca maggiore arriva da un movente abbastanza debole, per il resto sono i pregi a prevalere: da una storia gialla coinvolgente a una prova per incastrare il colpevole oltremodo schiacciante (anche se tardiva); da un'assassino all'altezza della situazione - un bravo Shatner – all'incrollabile verve di un Falk non più giovanissimo, ma sempre capace di strappare applausi.
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)

Ira72 12/5/17 21:02 - 459 commenti

Shatner avrebbe potuto far pace col barbiere, dal momento in cui ogni venti minuti circa ha il baffo chiaro e il capello scuro, il baffo scuro e il capello chiaro, il baffo chiaro come il capello e via dicendo. Posto che, dunque, come omicida risulta poco credibile, questa è una grande puntata, anche innovativa sotto diversi punti di vista (si parla di omosessualità e compaiono i primi cellulari, per esempio). La sceneggiatura è notevole, i dialoghi mai banali e ci sono numerose gag divertenti (vedi Colombo sul set scambiato per un senzatetto).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Chase: "Sa una cosa Colombo? è possibile che l'abbia sottovalutata!" Colombo (sornione): "E' possibile signore, sì... è possibile...".
I gusti di Ira72 (Documentario - Horror - Thriller)

Mfisk 13/1/08 17:34 - 128 commenti

Shatner ha impersonato alcuni tra i personaggi più antipatici di Hollywood (chissà come sarà nella vita!) e quindi qui si trova perfettamente a suo agio. Colombo non ama le mezze misure: dà il suo meglio o con i criminali profondamente immorali (Cassidy...), o con vittime del fato (Carsini, 6.2, 6.3...); e quindi qui sguazza come un papero nello stagno. Unico punto dolente, la solita lunga deriva didascalica che spiega il funzionamento delle tecnologie d'avanguardia (qui cellulare e segreteria); ma noi appassionati ci abbiamo fatto il callo.
I gusti di Mfisk (Commedia - Gangster - Guerra)

Gordon 17/5/15 15:39 - 93 commenti

Un ottimo episodio. William Shatner migliora molto rispetto alla sua prima (deludente) apparizione e interpreta un assassino arrogante e possessivo. Il piano delittuoso e l'alibi sono molto buoni e ricercati, mentre l'indagine risulta abbastanza coinvolgente. Colombo se la cava decisamente bene e i suoi dialoghi ad "alta tensione" con l'omicida ne sono la conferma; in più la regia di Dugan non delude affatto. Si ravvisa qualche sporadica gag e il finale, seppur sia un trappolone, è più che buono.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Colombo che, scambiato per un clochard, interrompe una registrazione; L'omicida a Colombo: "E' possibile che l'abbia sottovalutata" "Si, è possibile".
I gusti di Gordon (Commedia - Giallo - Poliziesco)

Vesco 17/2/15 23:19 - 42 commenti

Dopo il brutto Ciak si uccide Shatner si riqualifica con una buona interpretazione: arrogante, possessivo, il cui egoismo è l'elemento fondante dell'intera vicenda. Il movente dell'omicidio in sé è stupido e la sua premeditazione troppo frettolosa, mentre l'alibi è ben gestito e curato dall'assassino. Colombo è semi ironico e la sua indagine appare mediocre ma comunque apprezzabile. Il finale, un po' macchinoso, smonta l'alibi dell'omicida con una prova semplice ma indifendibile. In sostanza un buon episodio, nella media, senza acuti né demeriti.
I gusti di Vesco (Comico - Giallo - Horror)