Cerca per genere
Attori/registi più presenti

[4.5] • COLOMBO: PLAYBACK*

All'interno del forum, per questo film:
[4.5] • Colombo: Playback*
Titolo originale:Playback
Dati:Anno: 1975Genere: giallo (colore)
Regia:Bernard Kowalski
Cast:Peter Falk, Oskar Werner, Gena Rowlands, Robert Brown, Patricia Barry, Marta Scott, Herb Jefferson, Trisha Noble, Bart Burns, Steven Marlo, Joe O'Har
Note:E' un episodio della serie tv "Colombo". Il simbolo * indica puntata breve.
Visite:6500
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 15
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Con Oskar Werner (l’assassino) e Gena Rowlands (sua moglie, in sedia a rotelle) si respira inevitabilmente un’aria da cinema d’autore (Truffaut e Cassavetes, per l’esattezza), in questa penultima puntata della magnifica quarta serie. Lui lo ricorderete protagonista in JULES E JIM o nei panni del “pompiere” Montag in FAHRENHEIT 451, lei in GLI ESCLUSI, I VOLTI o MINNIE E MOSKOWITZ a fianco del marito Cassavetes e spesso delsso stesso Peter Falk. PLAYBACK, non per niente, è una delle puntate di Colombo meglio recitate in assoluto (ottima anche Martha Scott nel ruolo della vittima), forse un po’ statica nella regia (di Bernard Kowalski), ma molto ben scritta e con un finale che non delude. L’assassino (vessato dalla suocera che vuole esautorarlo dalla società di cui lei è proprietaria) sfrutta, per crearsi un alibi perfetto, i marchingegni di una casa ultratecnologizzata: porte che si aprono battendo le mani, telecamere ovunque, scale atrezzate per far salire nel modo più comodo la sedia a rotelle della moglie... Harold van Wyck (Werner) controlla ogni cosa, ma ingannare l’intuito di Colombo non è facile per nessuno C’è tempo anche per un paio di scene col cane e una deliziosa parentesi in una Galleria d’Arte, dove il tenente al solito si stupisce dei prezzi atronomici di opere che – ovviamente – non capisce. Uno dei momenti più divertenti dell’intera serie, ancora una volta testimonianza dell’estrema bravura di Falk e della sua perfetta aderenza al personaggio. Sembra una puntata più “piena” di quanto in realtà non sia (la durata non supera la classica ora e dieci), il che significa che ogni componente della formula è dosato al meglio. E si vede.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Puppigallo 4/7/07 18:42 - 3952 commenti

L’inizio è buio, ma più avanti si capirà il perché di una certa azione. Notevole la messinscena dell’assassino, che sfrutta le sue conoscenze in campo elettronico. Il tenente è raffreddato, ma non per questo sarà in difficoltà (inizierà con cautela, per poi colpire come sempre). L’assassino (bravo l’attore) sembra annoiato e un po’ sofferente, tranne quando può parlare delle sue invenzioni (l’orologio). La vittima (suocera dell’omicida) è una discreta carogna, mentre la moglie a rotelle è brava e ingenua. Sarà proprio la tecnologia a… Grande!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'assassino all'odiata suocera: "Salve Margareth. Hai fatto qualcosa ai capelli?". Risposta: "No". E lui: "Lo sospettavo".
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Daniela 9/12/08 8:37 - 6557 commenti

Cast eccezionale e anche l'ambientazione nella casa ipertecnologica è interessante. Uno di quei casi in cui l'omicida non è interamente odioso (come sono sempre odiosi, ad esempio, i personaggi interpretati da Patrick McGoohan). Infatti si resta incerti sul reale attaccamento dell'assassino alla moglie invalida e questo, unitamente all'antipatia della suocera, fa sospendere il giudizio nei suoi confronti e in un certo modo patteggiare per lui, nonostante l'esito sia noto. Un po' debole il particolare che lo incastra.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La visita di Colombo alla galleria d'arte moderna.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Ciavazzaro 17/2/08 12:50 - 4619 commenti

Interessante episodio tecnologico, con un assassino abile ingegnere che userà la sua abilità per liberarsi dell'odiosa suocera che vuole licenziarlo. Colombo riuscirà a incastrarlo usando le stesse armi. La soluzione finale è inaspettata e ben scritta, Falk è affiancato dal bravo attore Oskar Werner, ma anche da Gena Rowlands e dalla compianta Martha Scott. Discrete anche se piuttosto assenti le musiche di Bernardo Segall.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il modo in cui l'omicida falsa l'orario della morte della suocera.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Markus 1/2/12 14:37 - 2327 commenti

Altra grandissima puntata da "applausi a scena aperta": l'assassino è un teutonico signore fanatico di tecnologie e di videoregistrazioni (eravamo agli albori dei videoregistratori), si muove in casa aprendo porte con arroganti colpi secchi di mano mostrando orgoglioso il suo orologio a led luminosi (è un “Pulsar”). In questo contesto altamente tecnologico Colombo inizialmente rimane basito, ma la sua intelligenza sorprenderà tutti… Ritmo serrato (la breve durata aiuta) e geniale sceneggiatura fanno di questa puntata tra le più belle di sempre.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

G.Godardi 23/8/07 19:13 - 960 commenti

Ottima puntata che offre diversi punti di interesse, a partire dai due grandi attori protagonisti. Ma soprattutto è un perfetto congegno ad orologeria, il cui unico limite è la durata troppo breve dell'episodio standard da 70'. Per forza di cose è un episodio che corre come un treno. Avrebbe invece meritato qualche riflessione in più per via dei temi trattati (realtà-finzione, avvento dell'elettronica e dei videotape); il sospetto è che Colombo sia stata (anche) una serie metalinguistica, ma che nessuno l'abbia mai analizzata sotto tale aspetto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Nella galleria Colombo scambia una grata dell'aria condizionata per un'opera d'arte! Fantastico!
I gusti di G.Godardi (Horror - Poliziesco - Thriller)

Zender   13/2/07 15:59 - 243 commenti

Lui è il Jules di Jules e Jim, lei è la grande Gena Rowlands. Con un cast così era difficile ottenere un cattivo risultato e infatti "Playback" si segnala tra le migliori puntate brevi della serie, anche in virtù di un finale che non lascia scampo al colpevole ed esalta le capacità intuitive "virtuali" di Colombo. Solo uno lo sketch "da commedia" (alla galleria d'arte), ma dura abbastanza e si segnala per essere uno dei più spassosi di sempre, specie quando Colombo spiega perché la moglie viene ritenuta in casa "una pittrice".
I gusti di Zender (Comico - Fantascienza - Horror)

Didda23 13/4/15 15:12 - 1799 commenti

Lo "specialista" Kovalski gira un episodio registicamente non comune, conferendo il giusto ritmo a una vicenda interessante soprattutto per la costruzione del delitto e per l'ingegnoso alibi. Lo spettacolo messo in scena è notevole, ma non si raggiungono vette "che fanno gridare al capolavoro" per colpa di un antagonista (un mediocrissimo Oskar Werner) abbastanza anonimo che non sa reggere il confronto con l'arguzia del tenente. Un episodio sopra la maedia, macchiato unicamente per una scelta attoriale non del tutto felice.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La costruzione dell'alibi; Colombo alla galleria d'arte.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Furetto60 23/4/15 9:09 - 1133 commenti

Un bell’episodio caratterizzato da un assassino specialista di (quelli che all’epoca apparivano come) innovativi strumenti tecnologici. Ed anche un antipatico di primo livello. Colombo lo mira subito: “Quando qualcuno fa una cosa diversa dal solito, comincio a pensare”. Siamo in uno di quei casi in cui anche lo spettatore non vede l’ora che il tenente riesca a trovare le prove per incastrarlo e ciò avviene in modo mirabile, contrapponendo e sfruttando la stessa tecnologia!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La presa dell’aria condizionata scambiata per opera d’arte.
I gusti di Furetto60 (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Ultimo 11/2/15 18:11 - 1063 commenti

Ottimo episodio sorretto da un altrettanto notevole cast in cui l'assassino è un dirigente molto abile con la tecnologia, della quale usufruisce per commettere quello che ritiene essere un delitto perfetto con alibi inattaccabile. Colombo è raffreddato, ma ciò non gli impedisce di svolgere le indagini in modo come sempre meticoloso e maniacale, deliziandoci con qualche siparietto dei suoi che non guasta mai (alla galleria d'arte, per esempio...). Finale notevole e preciso, per un episodio che merita la visione.
I gusti di Ultimo (Commedia - Giallo - Thriller)

Lythops 22/5/15 17:49 - 893 commenti

Episodio molto ben scritto e realizzato in cui abbiamo un delitto quasi perfetto che sarebbe rimasto insoluto, senza la caparbietà di Colombo che fa leva su indizi davvero molto deboli. Quello che colpisce, al di là della struttura, è la cura con la quale viene disegnato il personaggio principale anche sotto il profilo psicologico: passa da genio incompreso, quasi vittima, a essere subdolo e ossessionato del proprio ego. Peter Falk, molto graditamente, non è ridotto al rango di macchietta come purtroppo spesso accade.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il clown di pezza illuminato.
I gusti di Lythops (Documentario - Poliziesco - Thriller)

Ale nkf 30/4/10 15:56 - 803 commenti

Notevole puntata e unica nella quale Colombo usa una pistola (anche se solo per simulare il suono di quest'ultima). Il cast è uno fra i migliori: Werner e la Rowlands sono incantenvoli. Colombo dovrà indagare in una casa ipertecnologica e l'assassino userà proprio la tecnologia per assicurarsi un alibi apparentemente perfetto.
I gusti di Ale nkf (Commedia - Giallo - Poliziesco)

Ira72 26/4/17 19:02 - 458 commenti

Accipicchia che tecnologia (e siamo negli anni 70)! Vorrei aprire anche io le porte con un applauso: ma perché poi licenziare un ingegnere tanto geniale? misteri delle suocere (arcigne e beone). Gran bell'episodio, molto curato nei dialoghi, spesso cinici, in stile Wildiano. Werner, marito premuroso ma infedele, ha quell'aspetto dandy che corona lo stile della puntata, con una moglie bellissima, innamorata e invalida. La messa in scena dell'omicidio è inattaccabile ma Colombo, come noto, è pignolo all'esasperazione e si fida solo del suo intuito.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Colombo alla Galleria d'arte e il costo dell'opera (la scultura in questione altro non è che il bocchettone dell'aria condizionata)...
I gusti di Ira72 (Documentario - Horror - Thriller)

Gordon 26/3/15 20:02 - 93 commenti

Un'altra ottima puntata. Oskar Werner si dimostra un buon assassino dipingendo molto bene il suo personaggio (freddo ma umano). Il piano delittuoso e l'alibi sono molto ricercati, anzi, quasi perfetti; in più l'indagine è interessante e la regia di Kowalski (a causa della breve durata) riesce a mantenere viva l'attenzione per tutto l'episodio. Colombo è decisamente in palla e si riscontrano un po' di intermezzi comici. Ottimo e convincente il finale, con una prova regina inoppugnabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'assassino alla suocera: "Hai fatto qualcosa ai capelli" "No!" "Lo sospettavavo"; Colombo che alla mostra scambia una grata per un'opera d'arte.
I gusti di Gordon (Commedia - Giallo - Poliziesco)

Vesco 6/8/15 23:48 - 42 commenti

Episodio breve e veloce che si ricorda soprattutto per la casa ipertecnologica, teatro principale della storia. Interessante la caratura psicologica dell'assassino, un genio incompreso, represso ma al tempo stesso audace nel suo egocentrismo, che si concentra prevalentemente nel fornirsi un alibi a prova di bomba sfruttando i marchingegni tecnologici della propria casa. Colombo è equilibrato e dopo un paio di indizi sommari smaschera l'assassino con una prova inconfutabile avvalendosi al tempo stesso dei difetti tecnici del piano delittuoso.
I gusti di Vesco (Comico - Giallo - Horror)

P_falco 19/7/16 8:47 - 28 commenti

Uno schiocco di mani di Colombo e un fascio di luce illumina un clown su una poltrona bianca. Scena capolavoro di un episodio in cui il vintage tecnologico non fa che valorizzarne il fascino. Playback è tra le puntate più memorabili della serie: regia ottima, musiche eccellenti e una recitazione da grande cinema fanno volare i 70' di durata con la perfezione di un meccanismo a orologeria. Anche la parentesi umoristica in galleria d'arte è, forse, la migliore di sempre: a volte si rischia la "macchietta", qui sono tempi comici perfetti!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Colombo alla Guardia di villa Midas: "Quando qualcuno fa una cosa diversa da come l'ha sempre fatta fino a quel momento, io comincio a pensare...".
I gusti di P_falco (Fantascienza - Giallo - Thriller)