Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA ROSSA MASCHERA DEL TERRORE

All'interno del forum, per questo film:
La rossa maschera del terrore
Titolo originale:The oblong box
Dati:Anno: 1969Genere: horror (colore)
Regia:Gordon Hessler
Cast:Vincent Price, Christopher Lee, Rupert Davies, Alister Williamson, Uta Levka, Sally Geeson
Note:da un racconto di Edgar Allan Poe
Visite:737
Approfondimenti:1) EDGAR ALLAN POE AL CINEMA (E "NEL" CINEMA), 2) LA VITA TURBOLENTA DI EDGAR ALLAN POE
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

PAPIRO DAVINOTTICO INSERITO IL GIORNO 7/8/06


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 11/7/07 18:14 - 4159 commenti

Non entusiasmnte prodotto che finisce col deludere chi, affascinato dal racconto "La maschera dalla morte rossa", poco si raccapezza con quanto si vede. In più la trama (che è stata creata attorno a due idee di Poe) non è esattamente capace di conquistare. Anche il grande Vincent Price qui non pare al meglio. Guardabile, ma nulla di più.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 16/5/08 2:21 - 3875 commenti

Vincent Price fa quel che può, ma a dirigerlo (in questo caso) non è Roger Corman, bensì il più "televisivo" Gordon Hessler. Da un eccellente racconto (ovviamente di Allan Poe), con l'aggiunta del professionale Christopher Lee e dalla cura riposta nella realizzazione di una scenografia di alta teatralità, era lecito attendersi qualcosa di migliore. Convenzionale, in senso negativo però...
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 15/9/08 19:09 - 5737 commenti

Horror gotico appena discreto, ispirato ancora una volta ai racconti di Poe e alle sue ossessioni per la morte apparente. Lento e ordinario nella prima parte, accenna una timida ripresa verso il finale, quando entra in azione Williamson e la sua maschera rossa. Causa la scialba regia, Price con concede certo una delle sue prove più memorabili, mentre Lee è relegato (e del tutto sprecato) in un ruolo troppo modesto per il suo carisma.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Ciavazzaro 2/1/10 11:17 - 4641 commenti

Piuttosto violento per l'epoca, con l'assassino che colpisce a rasoiate le sue vittime proprio alla gola, il film ha i suoi momenti. Vincent Price grandioso come al solito, c'è il piccolo ruolo di Rupert Davies pittore doppiato da Reder. Alla fin fine soddisfa, anche se si poteva fare un po' di più nel finale.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Mco 1/7/12 23:50 - 1904 commenti

Prodotto dalla AIP, ha il suo massimo acuto nella parte iniziale, con la genesi della voluntas vendice. Poe e la sua cassa non pertengono più di tanto a questa pellicola ma val sempre bene citarli. Price è sempre Price, mentre il giovane Lee non rimane in scena abbastanza per contribuire a rendere la confezione più invitante. Il rosso incappucciato ci va giù pesante con le armi bianche, ma nel complesso resta il rammarico di un'occasione non sfruttata alla perfezione.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Rufus68 24/12/17 0:09 - 1736 commenti

Troppo lambiccato e deragliante nella sceneggiatura. E di Edgar Allan Poe, ovviamente, manco l'ombra (o quasi). Nonostante tali pecche (e la coppia Lee-Price non molto convincente) il film riesce a catturare l'attenzione grazie al rigore della ricostruzione ambientale e a quell'atmosfera esotica che si concreta come latente minaccia (l'Africa come radice del male): lo specchio della cattiva coscienza dei colonizzatori inglesi (ovvero il sottofondo "politico", forse inconscio, di tali pellicole).
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Von Leppe 12/4/12 19:13 - 848 commenti

Ispirato al racconto "La cassa oblunga" di Poe (da cui il titolo originale) è in realtà un film abbastanza convenzionale nei temi, girato a basso costo con una buona fotografia nella campagna inglese, ma con affascinanti risvolti che portano in Africa. Ci sono due star come Christopher Lee e Vincent Price in una storia di ladri di cadaveri, volti sfigurati e delitti. Regia non molto ispirata malgrado i colpi di scena.
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)