Cerca per genere
Attori/registi più presenti

QUELLO CHE NON SO DI LEI

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/3/18 DAL BENEMERITO DEEPRED89

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 29/3/18 11:40 - 6621 commenti

La bravura di Polanski è tale che riesce progressivamente a rendere coinvolgente e piacevole da seguire una storia che, sul piano dell'originalità, non ha molte frecce al suo arco, finale con colpo di scena (solo presunto: chi ha visto un paio di film nella sua vita, mangerà subito la foglia) compreso. Tutto già detto e scritto altrove, ma qui la discreta sceneggiatura (con poche forzature), la professionalità e la buona verve del polacco rendono il tutto di buon livello. Belle anche le prove delle due protagoniste che reggono praticamente sulle loro spalle quasi tutti il film.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 17/6/18 0:19 - 7157 commenti

scrittrice di successo viene avvicinata da una sua ammiratrice che, con le buone o con le cattive, intende spingerla ad abbondare i progetti in corso per scrivere il suo "libro segreto"...Amicizia (?) femminile in cui i ruoli di manipolata e manipolatrice sembrano interscambiabili, almeno prima di una virata minacciosamente kinghiana che, se non proprio originale, è però ben condotta e sostenuta dalla bravura delle due interpreti. Il colpo di scena finale, pur non incongruo con quanto visto in precedenza, sa invece di forzato e non convince, facendo perdere al film la palma dell'eccellenza.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Deepred89 7/3/18 23:56 - 2965 commenti

Un'ambigua storia di amicizia al femminile (ben delineata - seppur con qualche forzatura - dalla penna di un ben riconoscibile Assayas) che sfocia in una dolente battaglia Annie Wilks vs Paul Sheldon. Pur senza raggiungere i picchi del capolavoro di Reiner (dal quale sono ripresi numerosi elementi), anche a causa di una risoluzione sbrigativa e non del tutto appagante, il crescendo trasmette una tangibile carica di disagio e impotenza, ben supportata dalla regia di un Polanski in formissima e da due protagoniste eccellenti.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)