Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LADY BIRD

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/1/18 DAL BENEMERITO HERRKINSKI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Daniela 14/1/18 15:25 - 6743 commenti

Christine si fa chiamare Lady Bird ed è una ragazzina come tante altre, con un rapporto conflittuale con la madre e alle prese con le prime cotte e le prime delusioni amorose. Anche il film d'esordio registico di Gerwig è un film come tanti altri, i cui pregi vanno ricercati non tanto nei contenuti e neppure nello stile, tipici di tanto cinema indipendente americano, quanto nell'approccio fra il tenero e l'ironico e nei particolari fra le pieghe del racconto. Tornata a vestire panni adolescenziali, Ronan convince nuovamente. Film forse sopravvalutato, ma rasserenante: fa sorridere con grazia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'allenatore di football sostituisce l'insegnante di recitazione, senza però modificare i suoi metodi.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Herrkinski 2/1/18 5:16 - 3751 commenti

Osannato da critica e pubblico ma non ne capisco tanto il motivo; non perchè il film sia brutto, tutt'altro, ma non trovo si discosti particolarmente da altri film analoghi su storie formative usciti in particolar modo nei '90 e primi 2000 (penso a Ghost world, tra gli altri) ma anche correntemente (il migliore As you are a esempio). Resta comunque un lavoro ben fatto, dai toni perlopiù da commedia o agrodolci, con un buon cast (la Ronan, vista anche nel video "Galway Girl" di Ed Sheeran) e qualche momento riuscito, ma senza troppi sussulti.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Manrico 13/1/18 20:57 - 68 commenti

Dacci oggi il nostro indie quotidiano. Tarda adolescenza femminile inquieta (ma cosa avrà mai la città di Sacramento di così brutto? Boh...) tra aspirazioni intellettuali, difficoltà economiche - è ambientato pochi anni prima della crisi del 2008 - e complesse dinamiche familiari. Nulla di nuovo, ma è gradevole e funziona, grazie a un garbo complessivo e a ottimi attori di contorno (i genitori, disegnati molto bene). Scorre e va.
I gusti di Manrico (Comico - Erotico - Fantascienza)