Cerca per genere
Attori/registi più presenti

PHOENIX FORGOTTEN

All'interno del forum, per questo film:
Phoenix forgotten
Titolo originale:Phoenix Forgotten
Dati:Anno: 2017Genere: fantascienza (colore)
Regia:Justin Barber
Cast:Florence Hartigan, Luke Spencer Roberts, Chelsea Lopez, Justin Matthews, Clint Jordan, Cyd Strittmatter, Jeanine Jackson, Matt Biedel, Ana Dela Cruz, Mackenzie Firgens
Visite:107
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 1
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 11/12/17 DAL DAVINOTTI
A rimorchio della solita estetica Blair Witch (e ancor più di Oren Peli e del suo AREA 51, praticamente identico, concettualmente) l'ennesimo found-footage movie che questa volta sceglie come set il deserto nei dintorni di Phoenix. E' nei cieli della capitale dell'Arizona, infatti, che vennero avvistate, nel 1997, misteriose luci in movimento sopra la città. UFO? Il governatore Fife Symington ridicolizzò l'accaduto presentandosi in conferenza con un uomo del suo staff vestito da alieno, ma nel 2007, tornando sull'accaduto, ammise di averle viste pure lui quelle luci e che la cosa non fu in realtà mai spiegata in modo convincente. Fin qui ciò che realmente avvenne. Nel film si immagina che uno dei tanti testimoni dell'accaduto, Josh Bishop (Roberts), parta poco dopo insieme all'amico Mark (Matthews) e a una ragazza (Lopez) alla ricerca di indizi sul fenomeno per volatilizzarsi la sera stessa in una precisa area del deserto dell'Arizona. Lì viene ritrovata la loro auto e, alla distanza di 11 miglia, la telecamera coi loro filmati. Dei corpi nessuna traccia, mistero assoluto anche dopo decine di spedizioni mandate in loco ad esplorare la zona palmo a palmo. La storia riprende nel 2017, quando la sorella ormai ventiseienne di Josh, Sophie (Hartigan), decide di riguardare i filmati del fratello, interrogare chi potrebbe sapere qualcosa di lui e dei suoi amici e di partire in caccia per scoprire cosa realmente capitò ai tre ragazzi. Alternando quindi con una certa sapienza le riprese moderne a quelle in 4:3 del 1997, il regista Justin Barber confeziona un mockumentary pervaso di mistero e attesa seguendo uno schema ormai ampiamente codificato. Lo fa comunque con abilità, assistito da tre protagonisti sufficientemente credibili e con la quarta che ne ripercorre le tracce interrogando i genitori degli scomparsi (compresi i propri, che dopo la presunta morte del figlio divorziarono). Buon lavoro degli effettisti sulle immagini per farle assomigliare a nastri di vecchie cassette video8, furbi e studiati agganci alla realtà di un caso realmente verificatosi e complessivamente una realizzazione di discreta qualità (tra i produttori c'è pure Ridley Scott). Il difetto maggiore sta nell'assenza quasi totale di novità, soprattutto alla luce del film di Peli (estremamente simile pure nel finale). Qui si lascia più spazio al dramma dei familiari delle vittime e a una lunga escursione nel deserto (nel film di Peli ci si muoveva all'interno della base militare del titolo), ma i colpi di scena son sempre gli stessi, le espressioni e le frasi degli autori del filmato anche; per cui non resta che accontentarsi, eventualmente, di un intrattenimento standard che nell'ultima parte rallenta in attesa dello show conclusivo, tirato esageratamente per le lunghe ma, nel suo epilogo, realizzato almeno impeccabilmente.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

Hackett 4/1/18 8:51 - 1538 commenti

Ennesimo mokumentary in chiave extraterrestre, abbastanza risaputo nella trama e nelle modalità di svolgimento. Tecnicamente essenziale, con alcune semplificazioni nella vicenda (il ritrovamento della telecamera che possiede il filmato di tutta la vicenda) ma con un punto di forza notevole nell'utilizzo dell'inquetante deserto dell'Arizona. Per appassionati del genere.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)