Cerca per genere
Attori/registi più presenti

ASSASSINIO SULL'ORIENT EXPRESS

All'interno del forum, per questo film:
Assassinio sull'Orient Express
Titolo originale:Murder on the Orient Express
Dati:Anno: 2017Genere: giallo (colore)
Regia:Kenneth Branagh
Cast:Kenneth Branagh, Daisy Ridley, Leslie Odom Jr., Manuel Garcia-Rulfo, Penélope Cruz, Josh Gad, Johnny Depp, Derek Jacobi, Sergei Polunin, Michelle Pfeiffer, Judi Dench, Olivia Colman, Willem Dafoe
Note:Basato sul celebre omonimo romanzo di Agatha Christie.
Visite:708
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 11
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/12/17 DAL BENEMERITO THEDUDE94 POI DAVINOTTATO IL GIORNO 3/12/17
Dal classico di Agatha Christie una trasposizione visivamente sontuosa che spinge in modo inatteso sul lato scenografico senza tuttavia riuscire a organizzare al meglio la storia, che si perde in una fase centrale caotica e faticosa. Descritto con grande gusto e caratterizzato in modo superbo l'Hercule Poirot di Branagh, dai folti baffi grigi e lo sguardo penetrante, vero punto di forza di un film non a caso diretto dallo stesso Branagh (e prodotto da Ridley Scott). Dopo un prologo a Gerusalemme, in cui l'investigatore belga mostra di che pasta è fatto risolvendo al volo un caso di fronte alla folla riunita al Muro del pianto, l'azione si sposta a Istanbul, dove il nostro sale sull'Orient Express all'ultimo momento invitato dal gestore della compagnia. Sul treno, inquadrato in splendidi campi lunghi mentre passa tra foreste e montagne, verrà ucciso chi a quanto pare si è fatto qualche nemico di troppo e il perché sembra coinvolgere anche il sequestro di una bimba avvenuto qualche tempo prima. Bloccato nella neve da una slavina, il lussuoso treno diventa il set entro il quale si consuma l'intera vicenda, saltuariamente spostata all'esterno per suggestive quanto brevi escursioni condotte con abili movimenti di macchina. Riprese di grande qualità, virtuosismi tecnici talvolta davvero notevoli (si pensi al lungo piano sequenza che dalla stazione si spinge fin negli scompartimenti accompagnando i protagonisti o al ritrovamento del cadavere con i protagonisti ripresi solo dall'alto), ampi voli della mdp che si aprono sugli incontaminati panorami solcati dal treno, con la cinepresa che si avvicina ed allontana, scruta dal finestrino, si tuffa nel gelo dei paesaggi innevati. L'impianto scenografico è di prim'ordine, il cast ricco di presenze importanti e dominato da un Poirot doppiato in modo eccellente da Marco Mete. Anche la ricostruzione storica e alcuni dialoghi denotano una cura non comune, così come la colonna sonora, avvolgente al punto giusto. In fin dei conti la debolezza sta nel manico, in uno dei romanzi della Christie più scarsamente credibili nella risoluzione e condotto con indecisioni, pause, evidenti difficoltà nel dare consistenza all'indagine, che si trascina nel solito affollarsi di nomi, sospetti, prime accuse, ribaltamenti, ammiccamenti, mezze confessioni... Tanto che il pre-finale - modesta quanto inevitabile concessione all'action - sembra arrivare quasi d'improvviso, inatteso, mentre eravamo assuefatti dal turbine di parole e ipotesi generato da una ricerca fumosa, difficile da seguire. L'epilogo alla stazione di (Slavonnski) Brod, al confine bosniaco, apre l'aggancio per l'imminente trasferta sul Nilo di Branagh.
il DAVINOTTI
PROSSIMAMENTE: un nuovo commento (firmato PUPPIGALLO) a questo film verrà pubblicato il giorno 15/12/17 alle 22:15


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Deepred89 10/12/17 18:17 - 2881 commenti

Branagh affronta il classico della Christie nel modo più saggio possibile: stravolge le atmosfere (via i toni compassati e minimalisti da giallo classico, dentro ambientazioni spettacolari e inquadrature vertiginose), trasforma Poirot in uno Sherlock Holmes coi baffi, snellisce la vicenda investigativa e inserisce piccole dosi di azione e melodramma (con qualche sbavatura verso il finale). La base era di quelle vincenti e infatti il film vince: potente nell'intrigo whodunit, appagante nella forma, efficace nei pur basilari dilemmi etici.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

124c 11/12/17 3:34 - 2490 commenti

Kenneth Branagh si cimenta con uno dei gialli più famosi di Agatha Christie di cui è protagonista il baffuto investigatore belga Hercule Poirot. La trama non cambia di molto rispetto anche al noto film di Sidney Lumet e al film tv con David Suchet; però non tutti i bravi attori del cast hanno abbastanza spazio per esprimersi al meglio (Penelope Cruz, ad esempio, è praticamente una comparsa, come anche willem Dafoe e Derek Jacobi). Fra le novità, il Poirot di Branagh che si presenta in scena magro, capelluto e baffutissimo.
I gusti di 124c (Commedia - Fantastico - Poliziesco)

Belfagor 7/12/17 22:28 - 2496 commenti

Branagh si cimenta con il mistero già trasposto in modo eccellente con Finney e Suchet ma il risultato non è del tutto all'altezza delle aspettative. Le sontuose carrozze del treno e i gelidi scenari innevati sono l'elegante confezione di un giallo che risente di una gestione poco oculata dei tempi (il prologo troppo lungo toglie il piacere di una risoluzione lenta e misurata come quella del '74) e dei sospetti, alcuni dei quali sono ridotti a mere comparse. Straordinaria la prova di Michelle Pfeiffer, che quasi adombra il pur degno protagonista.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La parrucca che rivela l'identità di uno dei sospettati.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Ryo 12/12/17 11:57 - 1551 commenti

Adattamento molto piacevole, seppur in vari punti si distacchi dal libro prendendosi delle licenze piuttosto larghe sia dalla storia che dal personaggio di Poirot stesso, che nell'incipt si comporta quasi alla stregua di un supereroe ricalcando anche alcuni tratti del Sherlock di Cumberbatch. La storia prosegue fedelmente, con bellissime riprese e invenzioni registiche molto gradevoli, bellissimi piani sequenza ripresi dall'alto e dettagli fugaci. Adorabile il cast, composto da attori eccezionali e credibili.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Non si può mischiare il bianco con il rosso" "A me piace questo rosé"; Il finale, che lascia presagire un prossimo film tratto da un altro capolavoro.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Ultimo 11/12/17 10:32 - 1068 commenti

Kenneth Branagh si cimenta come regista e protagonista (è proprio lui Hercule Poirot) in questa buona trasposizione del famoso romanzo della Christie. Davvero validi sono la regia e la confezione (bellissima la scena della partenza del treno...), così come la prova generale del cast (bravi Depp e la Pfeiffer, su tutti). Non perfetta la gestione della vicenda, con una parte finale troppo sbrigativa (era stata meglio gestita, senza dubbio, nel classico di Lumet). Resta un buon film, con un Poirot diverso dal solito. Consigliato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La notte dell'omicidio.
I gusti di Ultimo (Commedia - Giallo - Thriller)

Gabrius79 6/12/17 20:30 - 1014 commenti

Un classico del filone giallo diretto da Branagh, che ne è pure protagonista nei panni di Poirot. Il suo personaggio è assolutamente perfetto e carismatico (praticamente da applauso), il resto del cast è decisamente in parte mentre la storia ha ogni tanto un certo calo di ritmo che viene sopperito da splendide riprese e da una fotografia infallibile. Azione quasi nulla e in qualche caso battutine al vetriolo.
I gusti di Gabrius79 (Comico - Commedia - Drammatico)

Bruce 11/12/17 11:02 - 858 commenti

L'idea è buona: rifare uno dei più famosi gialli di Agatha Christie con il rispetto dovuto a un classico del genere e avvalendosi delle attuali tecniche cinematografiche. Il risultato è un film dalla confezione sfavillante, con fotografia e ambientazioni eccellenti, ben diretto e recitato dal protagonista Branagh ma che risulta un po' distante, quasi fosse un esercizio di stile fine a se stesso. Mancano il thriller, l'emozione, il colpo di scena inaspettato. Tanti gli interpreti famosi (su tutti Michelle Pfeiffer, non più giovane eppure affascinante).
I gusti di Bruce (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Von Leppe 3/12/17 20:19 - 815 commenti

Kenneth Branagh dirige un Poirot classico, senza troppa azione come di moda oggi, ma inserendosi nel filone dei vecchi film dedicati al detective belga, a cominciare dalla presenza di vari celebri attori, come da tradizione, che interpretano molto bene le parti loro assegnate. Anche la trama segue quella del tipico giallo ed è girata ottimamente, se si esclude qualche calo in alcuni passaggi dell'indagine. I paesaggi montani sono ben realizzati, seppur abbastanza scontati e forse manca proprio un pizzico di originalità.
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)

Digital 1/12/17 20:39 - 715 commenti

Meraviglioso adattamento del classico della Christie da parte di Branagh che, oltre a dirigere ottimamente, interpreta al meglio il famoso investigatore belga. Ciò che maggiormente colpisce sono l’accurata confezione (valorizzata da una fotografia di abbacinante bellezza) e il ben assortito cast sui cui svettano, oltre al summenzionato Branagh, una rediviva Pfeiffer, l’arrogante Deep e il simpaticissimo (ancorché inquietante) Dafoe. Un giallo senza sbavature, con dialoghi ficcanti, personaggi ben scritti, da vedere più e più volte, esattamente come il prestigioso film di Lumet.
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)

Thedude94 1/12/17 11:45 - 185 commenti

Un cast ricco di nomi capitanato e diretto lodevolmente da Branagh, il quale mette in scena un nuovo Poirot in maniera brillante, dando lustro al suo carattere e alla sua personalità. Regia ottima, buona sceneggiatura, ma il ritmo risulta un po' altalenante per via forse dei troppi personaggi coinvolti nel mistero. Comunque si tratta di una buona idea, anche a livello produttivo, che il regista sembra saper gestire bene e con sicurezza. Per chi ama il giallo un appuntamento al quale non mancare.
I gusti di Thedude94 (Drammatico - Gangster - Sentimentale)