Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• UN MARESCIALLO IN GONDOLA

All'interno del forum, per questo film:
• Un maresciallo in gondola
Dati:Anno: 2002Genere: commedia (colore)
Regia:Carlo Vanzina
Cast:Ezio Greggio, Debora Caprioglio, Victoria Silvstedt, Sandro Ghiani, Philippe Leroy, Giacomo Piperno, Michele La Ginestra, Giancarlo Padoan
Note:Spin-off di "Anni '50".
Visite:652
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Ciavazzaro 1/11/08 11:29 - 4657 commenti

Carino, molto meglio della maggior parte delle fiction che si vedono oggigiorno in televisione. Greggio da solo si dimostra più che bravo nell'interpretare il maresciallo trasferito da Cortina a Venezia per fare da scorta a una famosa attrice (la Silvstedt che è si un belvedere ma non sa recitare). La storia è molto semplice, ma il film-tv si fa vedere piacevolmente.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Rambo90 16/10/12 23:20 - 5162 commenti

Dopo un inizio particolarmente brutto a Cortina, i Vanzina riescono a risollevare la storia portando il maresciallo Colombo in trasferta alla Biennale di Venezia: qui un po' si ride, soprattutto per merito di Greggio, particolarmente in forma, mentre la storia è sempre troppo semplice e statica per decollare. La Silvstedt è solo bella da vedere, la Caprioglio è del tutto nulla, Leroy molto simpatico ma sprecato. Non una delle migliori prove dei Vanzina (nemmeno fra quelle televisive).
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Panza   9/7/15 18:07 - 1327 commenti

Meschino filmetto televisivo tutto retto sulle spalle di Greggio che qui la fiacca e smorta regia di Vanzina comprime in uno sciocco personaggio coinvolto in una svogliata farsa composta da logori sketch che riutilizzano le classiche situazioni viste e riviste. Simpatico il cameo di Leroy, ma molto meglio le forme della Silvestedt (anche se di recitare non se ne parla...). Risate sporadiche, quasi sorrisi (praticamente solo in qualche duetto con Ghiani). Innocuo: si poteva ottenere qualcosa di più.
I gusti di Panza (Commedia - Drammatico - Poliziesco)