Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• LA PALESTRA

PALLINAGGIO UFFICIALE:
TREND CRITICA/PUBBLICO:
GIUDIZIO UTENTI:
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Cliccate sul nome del critico per leggere in basso la sua dissertazione.

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 15/3/09 23:11 (Horror - Poliziesco - Thriller) - 3973 commenti

Modesto e patinato film a destinazione televisiva, strutturato come propaggine a lungo termine (ovvero 90 noiosissimi minuti) di gag tipiche del gruppo artistico formante "il Bagaglino". Mattioli e Masciarelli sono anche bravi e cercano di fare quel che possono per sorreggere la baracca. Purtroppo sul versante femminile, pur essendo presente un buon reparto estetico rappresentativo delle "bionde" (Marini) e delle more (Prati), c'è da stare poco allegri, anche in virtù di una sceneggiatura che definire soporifera è cosa clemente: non a caso predomina la location del centro estetico...

Il Gobbo 11/3/08 8:55 (Gangster - Poliziesco - Western) - 2795 commenti

Bagaglinata in famiglia, somigliante più a uno spottone per il beauty-center in cui è ambientata che a un film (?) per la tv. L'impegno di scrittura, regia, recitazione (fatto salvo il sempre generoso Mattioli, peraltro condannato a ripetere un suo eterno ruolo) è molto al di sotto del minimo sindacale, e non sono sufficienti le prorompenti bonazze a indurre a una visione integrale o, se in differita, senza ripetute pressioni sul fast forward. Teribbile!

Homesick 10/10/10 18:13 (Giallo - Horror - Western) - 4731 commenti

Al Salone Margherita le imitazioni e le parodie di Pingitore lanciano bordate satiriche contro politica, politici e partiti, ma questa infima produzione televisiva è solo una catena di amori clandestini e sfuriate di gelosia che si consumano tra le attività fisiche di un enorme centro benessere. Mattioli è l’unico a svolgere con serietà il suo mestiere di attore in mezzo ad insignificanti macchiette e alle primedonne del Bagaglino: una Marini sempre più smorfiosa, una Prati sempre più statuaria e una Melillo safficamente concupita. Al posto di Pippo Franco c’è la sua ex fiamma Troschel.

Ciavazzaro 14/3/09 14:56 (Giallo - Horror - Thriller) - 4313 commenti

Pessimo. Da Pingitore davvero un'operazione squallida e mal riuscita, con attori che non si possono chiamare tali. Già la foto che si vede in locandina dice tutto sulla qualità della pellicola; non vi sono abbastanza termini negativi. Non provate a guardarlo, è meglio.

Mco 15/10/09 18:20 (Animali assassini - Giallo - Horror) - 1373 commenti

Considerazione preliminare: Canale 5 trasmise questa pellicola in prima serata nel 2003! Incredibile verrebbe a dirsi, in quanto l'opera non manca certamente di erotismo (soft?) portato in scena dagli allegri attori del celeberrimo "Bagaglino". Che sia una manna per gli occhi dei cultori del pecoreccio non v'è da ribattere, con la soave Marini in tutto il suo strabordante splendore o la statuaria Prati in cerca di facili emozioni. Ma il clou è la Melillo che si concede anche una performance pseudo-saffica con la splendida Ridolfi. Embè...

Rambo90 11/8/11 20:51 (Azione - Musicale - Western) - 3185 commenti

Da un film (seppure per la televisione) girato da Pingitore e con un cast così folto mi aspettavo di più: invece ci sono i soliti tradimenti, una spruzzata di erotismo (una scena lesbica fra la Mellilo e la Ridolfi in uno spogliatoio) e qualche battutina piazzata dai vari Mattioli e Giuliani. Roncato è spento, la Marini imbarazzante per come recita, gli altri appaiono poco. Il finale magari è simpatico, con la rivincita del povero inserviente bistrattato, ma ad arrivarci...

Panza 24/9/12 13:41 (Commedia - Drammatico - Poliziesco) - 737 commenti

Un centro fitness fa da sfondo a un blando intreccio (stranamente erotico) di corna e di relativi cornuti. Inutili volgarità a go-go, recitazione penosa e regia super-televisiva sono i difetti di questo filmetto di serie Z. Nel cast, quello migliore sembra sembra Mattioli, relegato a poche comparsate nel ruolo del padrone, mentre le controparti femminili sono terribili, anche quando amoreggiano con aitanti insegnanti. C'è persino un cane di nome Schumacher su cui non viene risparmiata una stupida battuta.