Cerca per genere
Attori/registi più presenti

THE FIRST

All'interno del forum, per questo film:
The first
Titolo originale:The First
Dati:Anno: 2014Genere: fantascienza (colore)
Regia:Jacobo Rispa
Cast:Vivi Pineda, Eva Tamargo, Manuel Uriza, Joss Waleska, Byron Haigh, Chaz Mena, Anthony Guzman, Miriam Benard, Carlos Guerrero, Guadalupe Hernandez
Visite:339
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 1
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/9/17 DAL DAVINOTTI
Direttamente dal Nicaragua (ma il film è spagnolo) un thriller a blanda base fantahorror che trova nei bei paesaggi locali (ben fotografati) la sua qualità maggiore. Protagonista è Sara (Pineda), una giovane poliziotta sospesa dal servizio e in cura psichiatrica dopo aver sparato alla persona sbagliata (ma la ragazza ha comunque il grilletto facile, come scopriremo poi). Chiamata al telefono dal padre che le chiede di raggiungerlo sull'isola natia perché sua sorella Elena (Waleska) è scomparsa misteriosamente, Sara torna e scopre che anche il padre non c'è e della famiglia è rimasta la madre (Tamargo), i cui comportamenti non sembrano sempre logici; così come non sembrano esserlo quelli degli altri abitanti... Il più normale pare lo scemo del villaggio, per capirsi, che dice di esser stato presente all'incidente dopo il quale si son perse le tracce di Elena. Era notte, ha visto delle luci nel cielo e Sara gli crede, venendo lentamente a scoprire un complotto in perfetto stile ROSEMARY'S BABY ma in chiave fantascientifica, con la comunità contadina locale legata a strane presenze aliene che di tanto in tanto si affacciano nella piantagione con risultati piuttosto comici: non tanto per gli effetti speciali, comunque in digitale di bassa lega, quanto perché le due anime del film (quella fantascientifica e quella thriller dalle venature horror) si sposano a fatica generando un ibrido un po' rozzo. Fortunatamente, come detto, l'insolita collocazione nicaraguense fornisce scenari di una certa suggestione che una fotografia soprattutto notturna piuttosto ricercata sa valorizzare. E' il cast a lasciare perplessi, a cominciare da una protagonista perennemente preoccupata e dallo sguardo sofferente lontana dall'incarnare l'eroina che ci si aspetterebbe. Il soggetto è semplice, lo sviluppo altrettanto e non offre nulla di nuovo limitandosi a riambientare idee usurate. Di tanto in tanto una bella apertura paesaggistica o le luci del mare al tramonto ci salvano dalla noia, che invece si riaffaccia quando lo spazio viene lasciato ai dialoghi e all'untuosa amorevolezza della madre. Titoli di coda che partono inaspettati consegnandoci un finale aperto sul quale a pochi interesserà riflettere.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

Il ferrini 29/12/17 0:41 - 1110 commenti

Tremendo. Personaggi stereotipati, dialoghi inverosimili, recitazione senza controllo... L'unica cosa che si salva sono alcune location oggettivamente suggestive. Il plot è la solita storia di alieni e di abduction su cui tutto è già stato detto prima e meglio (Bagliori nel buio, giusto per citarne uno). Oltretutto il film è anche di una lentezza estenuante, specie nella prima parte, mentre nella seconda prende il sopravvento una assai discutibile CGI che colloca in modo definitivo la pellicola fra quelle da evitare con cura.
I gusti di Il ferrini (Commedia - Thriller)