Cerca per genere
Attori/registi più presenti

ENTRéE DU CINéMATOGRAPHE

All'interno del forum, per questo film:
Entrée du cinématographe
Titolo originale:Entrée du cinématographe
Dati:Anno: 1896Genere: corto/mediometraggio (bianco e nero)
Regia:Charles Moisson
Cast:(n.d.)
Note:Catalogo Lumière 250. Da non confondere con l'omonimo film girato dallo stesso Moisson a Vienna (Catalogo Lumière 275). Aka: "Entrata del cinematografo".
Visite:51
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 11/9/17 DAL BENEMERITO B. LEGNANI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 11/9/17 0:18 - 4176 commenti

Filmato sostanzialmente pubblicitario, perché l'operatore Charles Moisson, giunto a Londra, non manca certo di inquadrare l'ingresso di un cinema sul quale campeggia vistosa la scritta LUMIERE CINEMATOGRAPHE – EVERY EVENING. L'interesse del film, per il resto ordinario, sta essenzialmente nella funzione dell'edificio, altrimenti anonimo, della ripresa.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 31/1/18 7:21 - 10317 commenti

Il cinema inizia già agli albori a celebrare sè stesso in un filmato che è sostanzialmente pubblicitario ed è realizzato in una via di Londra in cui è ubicato un locale (ben inquadrato) in cui si proiettano dei film. Un via vai di persone di varia estrazione sociale e di carrozze trainate da cavalli. Molti passati (uno in particolare) fissano un po' troppo a lungo la camera.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Pigro 12/12/17 9:07 - 6960 commenti

Il cinema celebra il suo successo: a Londra, in parallelo a quanto fatto da un collega col Panoptikum berlinese, Moisson immortala l'esterno di un cinematografo. In realtà quel che si vede, a parte la grande insegna sullo sfondo, è il solito scorcio di una strada trafficata, sulla quale circolano vetture e passanti, i quali spesso si fermano a guardare curiosi in macchina: il cinema ha sì successo, ma è ancora una cosa strana e anomala. Carina l'idea, mentre la realizzazione è di ordinaria amministrazione.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)