Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• SHARK ATTACK III - EMERGENZA SQUALI

All'interno del forum, per questo film:
• Shark attack III - Emergenza squali
Titolo originale:Shark attack III - Megalodon
Dati:Anno: 2002Genere: animali assassini (colore)
Regia:David Worth
Cast:John Barrowman, Jenny McShane, Ryan Cutrona, Bashar Rahal, George Stanchev, Pavlin Kemilev, Plamen Manassiev, Krasimir Simeonov, Ivo Tonchev, Rosi Chernogorova, Plamen Zahov, Peter Rusev
Note:Sequel di "Shark attack - Squali all'attacco". Aka "Shark" o "Shark attack 3 - Megalodon".
Visite:1974
Il film ricorda:L'ultimo squalo (a Puppigallo), Tentacoli (a Buiomega71)
Approfondimenti:1) TUTTI GLI SQUALI AL CINEMA E IN TV
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
È il terzo capitolo della serie SHARK ATTACK, girata per il circuito homevideo e finora di scarso interesse: storie scialbe, confezione modesta, poco sangue, nessuna tensione. Con questo SHARK ATTACK 3 - MEGALODON le cose cambiano. Non tanto sotto il punto di vista della qualità complessiva (anche se qualche passo in avanti è stato fatto), quanto sotto quello della spettacolarità; se per un'ora pare di assistere alla solita storia dello squalo bianco (versione paleozoica, ma a vederlo sembra normale, pure sottodimensionato) che terrorizza la spiaggetta messicana dove confluiscono gli interessi degli immancabili faccendieri, l'ultima mezz'ora è qualcosa di indescrivibile: morto lo squaletto rabbioso della prima parte (che comunque morde e smozzica senza complimenti tra un ruggito e l'altro) fa la sua comparsa un megalodon di venti metri, grande come una portaerei e capace di inghiottirsi una barca intera in un sol boccone. La sua prima, inattesa entrata in scena lascia tutti di stucco, noi compresi. Da qui in poi il film sconfina sovente nel ridicolo, anche se va rimarcato che gli effetti sono più verosimili del previsto (nei limiti di una produzione direct to video, si intende). Come sempre abbondantemente stereotipati i personaggi, con la paleontologa giunta al museo di San Diego che raggiunge il belloccio primo scopritore del megalodon. Curioso il montaggio, che fa reagire i protagonisti spesso in ritardo con effetti esilaranti. Segno di un pressapochismo che coinvolge la regia del “SHARK ATTACK maker” David Worth, causa di frequenti incongruenze che minano la plausibilità (?) della vicenda. Le musiche sviliscono l’impatto degli attacchi marini.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Puppigallo 31/7/09 9:27 - 4058 commenti

L'inizio è quasi potabile, anche se il ruggito dello squalo mi ha fatto capire che il peggio sarebbe presto arrivato. E così è stato. Da quando viene inserito il trasmettitore al babymegalodon, tutto precipita. Sembra proprio che in queste insulse pellicole non si possa fare a meno di ridicolizzare gli squali e i loro antenati, ingigantendoli a dismisura con la scusa dell'esemplare preistorico (il megalodon poteva raggiungere massimo i 10 metri e non 30!). Comunque, tra gente ingoiata, barche fagocitate, effettacci e ruggiti squalici, la puzza di vaccata aumenta pericolosamente. Tossico.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il Marlin tranciato a metà dallo squalo. La scena sarebbe plausibile, se non fosse per i due pirla dietro che amoreggiano mentre il vecchio pesca.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Ciavazzaro 7/6/08 14:53 - 4658 commenti

Molto brutto, soprattutto per gli effetti speciali (vedi nel finale le persone inghiottite nelle fauci dello squalo). Anche se il titolo riporta il numero 3 non è legato ai due film precedenti: è una trama a sè stante con un nuovo squalo bramoso di carne di bagnanti. Evitabile. Molto meglio l'intera saga dello Squalo.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Lovejoy 13/12/07 19:34 - 1825 commenti

Quando si vuole rivoluzionare un genere inflazionato come ormai è quello dedicato agli squali assassini, chissà perché i registi tendono ad esagerare. Qui addirittura il protagonista è uno squalo di venti metri che, in una scena cult e ridicola insieme, si divora una barca intera. Insomma... Parlare di regia, sceneggiatura e attori, naturalmente, è del tutto fuori luogo.
I gusti di Lovejoy (Comico - Horror - Western)

Piero68 19/4/10 17:30 - 2349 commenti

Il film si fa notare per una sola cosa: perché c'è uno squalo che ruggisce. O che comunque emette una specie di grugnito. Cos'altro si può dire al cospetto di tanta superficialità e stupidità? Comunque le immagini reali di squalo bianco, "rubate" sicuramente a qualche documentario, sono apprezzabili. Quando vedo questi scempi, perché non si può nemmeno parlare di b-movie, mi continuo a domandare come sia possibile che ci siano persone che li producano. E come sia possibile che dei professionisti (si spera) si prestino a fare ciò. Da cancellare.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Buiomega71 31/5/11 0:34 - 1774 commenti

Divertentissimo e godibilissimo, 90 minuti di scemenze e straordinari attacchi squaleschi. Worth retrocede rispetto a Shark attack 2, ma alcuni attacchi dello squalone sono da antologia: un ragazzo fatto a pezzi mentre gioca con il suo cane, arti staccati, un tripudio di sangue, lo squalo che mena la mascella all'interno della barca semi affondata. Poi arriva il Megalodon, con una CG cialtronesca, che ingoia tutto e tutti, peggio di un aspirapolvere. La prima parte è notevole, poi svacca. Comunque non malaccio. Il divertimento è assicurato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La ragazza che fa parapendio nautico trascinata dallo squalo e poi divorata; l'alta società che si butta in acqua dallo yacht, caviale per megalodon.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Werebadger 18/9/11 15:51 - 270 commenti

Orrendo. L'idea del megalodon, immenso squalo preistorico da alcuni ritenuto ancora esistente, era uno spunto interessante, che poteva essere sviluppato per il meglio. Qual è invece il risultato? Pietoso: attori che recitano da cani, CGI di quarta categoria, spezzoni documentaristici montati alla meno peggio, scene buttate lì giusto per allungare il brodo (la scena di sesso sotto la doccia con tanto di sonoro: ma che cosa c'entra col film?!). Ridicolo! Nemmeno buono per farsi quattro risate in una serata tra amici.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'uomo che toglie di mano il giubbotto salvagente alla tipa, si lancia in acqua e cade dritto nella bocca del mostro; e la cretina piange pure per lui!
I gusti di Werebadger (Animazione - Fantastico - Horror)