Cerca per genere
Attori/registi più presenti

EASY - UN VIAGGIO FACILE FACILE

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/8/17 DAL BENEMERITO XAMINI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 2/9/17 10:22 - 6449 commenti

Un film easy, come facili e non certo imprevedibili sono la storia e molti dei suoi sviluppi narrativi. Ma le qualità apprezzabili non mancano: quella degna di maggior lode ed attenzione, rarissima per il nostro cinema, è la scelta (funzionale al narrato: la diversità linguistica non è per forza una barriera comunicativa ed emotiva) di far parlare ciascuno nella sua lingua. Sotto questo aspetto siamo quasi dinanzi ad un piccolo inno alla fratellanza. Inoltre non si cerca la risata facile, ma si resta in bilico, in modo riuscito, tra sorriso e malinconia. Particine per la Bouchet e De Rienzo

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il maglione numero uno e quello numero due; i pescatori vedono passare davanti a loro Isi a cavallo della bara.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Xamini   24/8/17 11:15 - 742 commenti

Kaurismakico nei modi (ma meno geometrico) questo road movie di Andrea Magnani, che vorrebbe in realtà ispirarsi a certo western. Easy è un disadattato che intraprende un viaggio in direzione Ucraina per ricondurre ai suoi cari la salma di un defunto. Ne nasce un'opera costantemente sospesa tra la malinconia e il sorriso, incentrata sul nodo (e il paradosso) della comunicazione. Non esente da difetti logici, rimane comunque compatto e funzionante sotto il profilo emotivo sino alla fine.
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)