Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DUNKIRK

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 24
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/8/17 DAL BENEMERITO CAPANNELLE POI DAVINOTTATO IL GIORNO 9/9/17
Colpisce l'uso rivoluzionario del sonoro: un coagulo di suoni rintronante che non cessa mai, che destabilizza, che crea ansia e tensione costanti attraverso distorsioni e rimbombi. La guerra di Nolan è prima di tutto un rombo che avvolge e t'immerge. Poi certo, anche la storia dell'evacuazione della Dunkirk assediata mortalmente dai nazisti. Via terra fino al molo da cui ci s'imbarca e si attendono aiuti, via mare dove le imbarcazioni dei civili cercano di portare soccorso ai soldati dispersi, via aria nella battaglia aerea condotta dagli Spitfire inglesi. Che i tre segmenti durino rispettivamente (come indica una didascalia) una settimana, un giorno e un'ora non pare granché significativo: distrugge semplicemente l'apparente contemporaneità innestando di tanto in tanto qualche aggancio curioso all'interno di un tipico meccanismo nolaniano dalle idee sovente confuse; perché al solito la sceneggiatura il nostro se la scrive da sé denotando tutti i limiti in materia, limiti sempre perdonati in virtù del successo garantito comunque dai suoi film, che dal punto di vista registico riguadagnano ciò che in scrittura perdono. Accade anche qui: per quanto a livello di spettacolarità si resti alle spalle di altri capisaldi del genere, la qualità delle riprese è indubbia. Analizzando però le tre fasi, cucite insieme da musiche e sonorizzazioni che le saldano in un unico affresco, abbiamo... Terra: soldati che affogano stipati in navi e imbarcazioni di ogni genere bombardati dall'alto. Spesso di notte, camera a mano, grida, tuffi, affondamenti, nuotate disperate. Aria: acrobatici voli in formazione sull'infinita distesa d'acqua, qualche scontro aereo, ali che fumano. Mare: avventure di padre, figlio e un amico alla ricerca dei dispersi. Succede poco o nulla. Nella lodevole ambizione d'inquadrare la guerra da tre angolazioni differenti Nolan azzera quasi i dialoghi e infila tutto in un calderone che a tratti stupisce per magnificenza e grandiosità (il bombardamento sulla spiaggia con le esplosioni che gradatamente si avvicinano al protagonista disteso è uno straordinario momento di cinema), altre volte lascia perplessi per quanto poco riesca a comunicare: nelle lunghe scene di massa a bordo delle navi, negli stucchevoli giochi di sguardi tra padre e figlio sulla piccola imbarcazione di soccorso... Se poi poco si conosce della vicenda storica non è facile comprenderne le sottigliezze, interpretare le considerazioni degli ufficiali sul molo e in ultima analisi finanche il quadro generale in cui ci si muove. Si resta ad osservare una guerra scomposta in flash (talvolta registicamente superbi) separati, rimontati, rimescolati senza un vero perché. O forse solo perché più il cinema procede, più colpire con le armi tradizionali diventa ogni giorno più difficile.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Puppigallo 2/9/17 0:29 - 3930 commenti

Di notevole impatto dal punto di vista audio-visivo, questa pellicola bellica non lo è altrettanto da quello dei personaggi, che pur non sfigurando, sembrano non essere all'altezza di un tale impianto. Nessuno resterà particolarmente impresso nella memoria, se non il pilota, che da angelo custode, veglierà sui poveretti, ridotti a bersagli umani, a carne da macello, fino alla fine, senza aprire praticamente bocca. La mano del regista comunque si sente; e la rete di collegamenti tra le varie storie dà un perchè al tutto, rendendolo meritevole di visione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La prima scena, con i proiettili che sembrano sibilare vicino alle orecchie; Il tiro al bersaglio dei tedeschi, con aerei e sommergibili.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Rebis 10/9/17 13:08 - 2053 commenti

L'impianto visivo e sonoro è potente, ieratico, trascende il film di guerra per farsi qualcosa di assoluto, quasi sci-fi per forza astrattiva; almeno fino a quando non entra in scena il patriottismo, generando un effetto tra il patetico e il retorico. Nolan interseca ben tre piani narrativi per racimolare un quarto della tensione che in altri war movie viene prodotta con molti meno espedienti e una regia semplicemente più partecipante. Vince la sfida tecnica, ma la definizione dei caratteri è insufficiente e l'appuntamento con la Storia, mancato. Nolan: un Kubrick da fast food?
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Caesars 13/9/17 13:37 - 2239 commenti

Nolan racconta la ritirata da Dunkerque intrecciando tre diverse sequenze temporali per tre diversi "punti di vista" (terra, mare e aria). Il risultato è un film che tiene alta la tensione per tutta la sua durata (fondamentale in questo senso la colonna sonora di Hans Zimmer) e in cui i volti dei protagonisti si confondono l'un con l'altro per raccontarci storie che hanno carattere generale per tutti i soldati che vissero quell'esperienza. Certo qualche caduta nella retorica non manca, ma il risultato finale è convincente e coinvolgente.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Deepred89 10/9/17 20:40 - 2821 commenti

Ottime scene di bombardamenti e sparatorie divinamente sonorizzate che intervallano infiniti minuti di purissimo tedio bellico, con trama ridotta all'osso (all'incirca quella raccontata nelle didascalie iniziali) e personaggi in gran parte interscambiabili. Le finezze della regia (particolarmente efficaci le scene di massa in campo lungo) e l'assoluto livore dell'atmosfera conferiscono al film quel minimo di personalità, la quale non impedisce però alla noia di fare capolino per gran parte della durata. Un certo miglioramento nel secondo tempo.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Markus 9/9/17 9:46 - 2263 commenti

L'invasione del Terzo Reich nel nord della Francia costrinse migliaia di soldati britannici a un repentino rimpatrio sotto il feroce fuoco nemico. Nolan racconta il fatto in tre episodi intrecciati... ovverosia tre punti di vista nel vivere il dramma; ma levata l'enfasi della paura e il dovuto rispetto per le persone coinvolte, la pellicola dice assai poco. La "gloriosa sconfitta" degli inglesi si riduce solamente a sterili immagini d'orrore della guerra - nemmeno troppo insistite - con dialoghi ridotti all'osso. Nel complesso deludente.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Capannelle 18/8/17 13:42 - 3245 commenti

E' pura apnea cinematografica, dosata sapientemente su tre piani diversi e con un incessante scandire del tempo che ti entra dentro grazie a nuove sonorità esplorate da Zimmer. Si parla poco e il linguaggio delle armi prende nuove forme: senza eroi, fiotti di sangue o "americanate" varie. Tutto è giocato sulle facce dei protagonisti e sulla loro straziante attesa in situazioni a dir poco opprimenti e con un nemico quasi invisibile. Un film di guerra perfettibile ma capace di affrancarsi dai capolavori del campo e di andare oltre il genere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'intersecarsi delle tre storie; L'occhiata di approvazione del capitano al figlio.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Matalo! 14/9/17 23:37 - 1280 commenti

Che talento perso Nolan. Dunkirk fu una tragedia dall'alto tasso umano. Qui parte benissimo, media res e realismo. Poi diventa una macchina fredda in cui potremmo essere in un qualsiasi momento di guerra. Il racconto dello storico salvataggio dei civili non fa breccia mentre la lacrima e la prosopopea di Branagh fan sorridere. Grande lavoro sonoro di Zimmer (la cosa migliore del film) e bei punti di vista aerei. Ma giocarsi male un grande come Tom Hardy è un crimine. O troppo asettico o retorico alla Spielberg dei momenti "no".
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

124c 11/9/17 1:20 - 2462 commenti

L'evacuazione di Dunkirk secondo il regista de Il cavaliere oscuro è un continuo rumore di spari che fanno saltare dalla sedia, quando li senti. Il nemico non si vede, ma si notano le facce dei giovani soldati in fuga, raccolti da un peschereccio. Paura, odio, dubbio e rimpianto... c'è tutto in quelle scene dove a farla da padrone non sono i grossi nomi (che ci sono, ma hanno ruoli alquanto ristretti, anche se importanti - vedi l'ufficiale di marina di Kenneth Branagh e il pilota d'aerei Tom Hardy, a esempio), ma bravi e giovani attori.
I gusti di 124c (Commedia - Fantastico - Poliziesco)

Giapo 12/9/17 15:59 - 213 commenti

Ricostruzione della battaglia/assedio di Dunkirk tecnicamente impressionante e terrorizzante per realismo. Ma c'è più spettacolo che sostanza: se da un lato l'assenza di dialoghi e di una vera trama conferisce al film un tenore ancora più documentaristico, dall'altro ne svilisce i personaggi e la storia. Il tutto si riduce a un frenetico montaggio di bombardamenti, affondamenti e battaglie aeree che alla lunga stufano. Alla fine il film non lascia molto, se non un certo retorico senso patriottico. Sublime la colonna sonora.
I gusti di Giapo (Gangster - Horror - Thriller)

Rambo90 1/9/17 23:29 - 4837 commenti

Meticolosa e sentita ricostruzione dell'evacuazione di Dunkirk, che Nolan gestisce con una tripartizone temporale che si rivela vincente e sveltisce il ritmo. La caratterizzazione dei personaggi è all'osso, giusto quel tanto che basta per empatizzare con loro, senza eccedere con toni drammatici. La messa in scena è grandiosa, con effetti pratici riusciti e una bella ricostruzione storica. Certo i dialoghi scarni non sempre rendono digeribile il tutto, ma nel complesso è notevole. Cast ottimo, nessuno spicca ma tutti son funzionali.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Pinhead80 5/9/17 17:09 - 2896 commenti

I volti impauriti e scavati dei protagonisti; i boati degli aerei pronti a bombardare sulla spiaggia e in mare; le estenuanti attese mentre si respira un'aria satura di morte. Non sono necessari fiumi di parole per raccontare l'orrore della guerra, ma sono sufficienti tre storie che si sfiorano fino a toccarsi in un abbraccio forte e solidale. Questa è la grandezza di un film da vivere sino all'ultimo secondo lasciandosi trasportare dal fiume di emozioni che è in grado di generare.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Belfagor 16/9/17 9:13 - 2475 commenti

Film schizofrenico, diviso tra l'angoscia bellica che punta all'assoluto e il patriottismo legato al contesto storico. Nolan ha indubbiamente le capacità tecniche per realizzare la prima parte ma si dimostra privo della sottigliezza necessaria per integrarvi a dovere la seconda. Sebbene la divisione in tre piani temporali crei alcuni paralleli interessanti, il risultato rimane poco omogeneo, come simboleggiato da due difetti: la musica debordante, spesso superflua e la luce dorata da Mulino Bianco che cozza con l'ottima fotografia fredda.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Didda23 6/9/17 16:28 - 1757 commenti

Un film eccessivamente e sterilmente nolaniano nella costruzione a incastro della sceneggiatura che poggia su tre tempi narrativi diversi che a conti fatti non aggiungono nulla sia a livello di pathos sia a livello di stimolazione intellettuale. Un compitino ben fatto (e ci mancherebbe, visti i mezzi a disposizione) che spreca un cast attoriale di primissimo livello in nome di una scelta ideologica ben precisa, ma sulla quale è lecito porre qualche dubbio. Qualche scena ha il suo forte impatto orrorifico, soprattutto per lo score di Zimmer.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Hardy, che dopo un film girato completamente in macchina, torna con un'interpretazione claustrofobica su un aereo; L'inizio con i proiettili vaganti.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Bruce 11/9/17 10:07 - 850 commenti

Imponenti riprese panoramiche sulle coste francesi ove migliaia di uomini si accalcano cercando disperatamente una via di fuga per sopravvivere alla furia del nemico tedesco che avanza. La guerra è atroce e non fa prigionieri. La sceneggiatura è minima, i dialoghi ridotti all'osso; su tutto domina un sonoro tragico e inquietante. Interessante la scelta di rappresentare la vicenda da tre diversi piani d'azione, anche temporale, che si intrecciano. Rigoroso ma poco empatico.
I gusti di Bruce (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Xamini   9/9/17 12:04 - 742 commenti

La complessità innata di Nolan si snoda attraverso tre linee narrative sistemate su altrettanti assi temporali, a raccontare uno degli episodi più significativi della WWII. Grazie anche alla sperimentazione musicale di Zimmer, il nostro rinuncia allo splatter e rappresenta la tensione del momento in modo magistrale: il ritmo è pazzesco, le pause sono strumentali alla concitazione e sino al denouement non si respira, al pari delle vittime protagoniste. Montaggio e regia sicuramente su livelli d'eccellenza.
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Nancy 8/9/17 12:07 - 681 commenti

Nolan supera se stesso con un film maturo, compiuto. La solita ripartizione in piani temporali qui anziché essere narrativa è visiva, ed è proprio il piacere della visione che risulta centrale in questo film: non gli attori, non la sceneggiatura (come il solito Nolan) ma le immagini bellissime con cui si racconta l'evacuazione di Dunkirk attraverso il mare, l'aria, l'attesa sulla spiaggia. Un nemico invisibile e la totale assenza di un eroe come pure della solita retorica spicciola ne fanno un grande film di guerra capace di rinnovare il genere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il bombardamento iniziale sulla spiaggia; Le battaglie aeree; Le navi che affondano.
I gusti di Nancy (Commedia - Drammatico - Thriller)

Lou 17/9/17 12:54 - 535 commenti

Spettacolare celebrazione della ritirata da Dunkerque del '40, quando circa 350.000 soldati alleati furono riportati in Inghilterra grazie anche al supporto delle imbarcazioni civili. Nonostante l'espediente della narrazione differenziata temporalmente, prevale la spettacolarizzazione basata su un sorround enfatico e su immagini impattanti che alla lunga però diventano ripetitive (soprattutto quelle aeree).
I gusti di Lou (Avventura - Azione - Drammatico)

Jurgen77 4/9/17 8:40 - 508 commenti

Grande esempio di cinema bellico. Dialoghi ridotti all'osso, clima claustrofobico e riprese spettacolari (no SFX, ma modelli e mezzi reali). Fantastiche le riprese delle battaglie aeree. Ben congegnati anche i rumori degli attacchi e la colonna sonora durante le fasi di attacco ai soldati sulla spiaggia e durante lo svolgimento degli eventi. Nessuna scena sanguinaria: il nemico non lo si vede o si sente parlare praticamente mai. Lontano anni luce dal classico cinema hollywoodiano. Incedere veloce e tensione altissima sino alla fine.
I gusti di Jurgen77 (Fantascienza - Guerra - Horror)

Magi94 16/9/17 12:53 - 209 commenti

Ma perché Nolan non rinuncia alle sue velleità autoriali e non si dedica a ottimi film di genere? Perché qui le scene di guerra sono ben fatte, con un buon uso del sonoro e un'ottima contrapposizione cielo/terra/mare (anche se mi sembra eccessivo dire che ha rinnovato il genere). Ma al posto di fermarsi qui, ci getta addosso fiumi di melassa retorica al limite del patetico che fan perdere il gusto del divertimento, con scenografie patinate dove i soldati sono tutti bellocci e vestiti bene, a dire che la guerra è bella anche se fa male.
I gusti di Magi94 (Commedia - Drammatico - Horror)

Mtine 1/9/17 23:08 - 198 commenti

Se un film fosse basato esclusivamente sulla sua componente tecnica, Dunkirk meriterebbe il massimo dei voti. Peccato che l'ultimo lavoro del sopravvalutato Nolan non abbia praticamente trama: esplosioni, voli mozzafiato in aereo, sparatorie... ma poi? I personaggi sono evanescenti, nonostante l'ottimo cast, i colpi di scena assenti e la fa da padrone un malcelato nazionalismo da quattro soldi, che dona ulteriore piattezza al film. Peccato, perché il montaggio è geniale e tutto sommato il film è coinvolgente; ma cosa resta dopo la visione?
I gusti di Mtine (Comico - Giallo - Thriller)

Thedude94 21/9/17 11:13 - 146 commenti

Nessun protagonista principale, solo una guerra che fa da sfondo a un'operazione di salvataggio da parte di un popolo, che rappresenta la Gran Bretagna. Nolan dirige e scrive discretamente questo film che, a parte momenti davvero spettacolari, non sembra mai prendere la direzione giusta e non riesce a convincere al 100%. Le musiche e le scenografie sono buone, così come la suddivisione della sceneggiatura in capitoli sovrapposti l'uno all'altro; modesti gli attori (si fa notare in bene solo il buon Hardy). Il finale poi è da dimenticare.
I gusti di Thedude94 (Drammatico - Gangster - Sentimentale)

Josephtura 4/9/17 11:16 - 67 commenti

Nolan dirige un film teso, compatto e drammatico che quasi non concede pause. Tre spazi e tre tempi: spiaggia, mare aria; 1 settimana, 1 giorno, 1 ora. In questa scenografia un grandioso film corale che in certi momenti mi ha ricordato passaggi del libro di Irène Némirovsky "Suite francese": un momento biblico di un'umanità dispersa e disperata. Come in Interstellar mi sembra che ci sia l'importanza del scarficarsi per gli altri, dare uno scopo alla propria esistenza. La scenografia, nel suo complesso mi ha ricordato spesso Lawrence d'Arabia.
I gusti di Josephtura (Documentario - Fantastico - Guerra)

Rikycroc77 17/9/17 17:10 - 38 commenti

Un film potente, epico e grandioso. Nolan divide l'opera in tre fasi temporali ben distinte, tutte finalizzate all'esperienza emotiva e sensoriale da parte dello spettatore. Il regista tralascia volutamente la caratterizzazione dei personaggi per trascinarci all'interno della storia, grazie a immagini maestose e una colonna sonora straordinaria. La tensione, la paura e l'angoscia dei protagonisti è palpabile in ogni fotogramma. Una pellicola che trasmette forti emozioni solo attraverso le immagini, senza troppi spiegoni; questo è il Cinema.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il bombardamento sulla spiaggia; Il combattimento aereo (strepitoso Tom Hardy); Il "tiro al bersaglio"; I diversi punti di vista dei personaggi.
I gusti di Rikycroc77 (Animali assassini - Fantascienza - Horror)

Noncha17 1/9/17 17:00 - 26 commenti

Parte in modo talmente frenetico che quando si "normalizza" rallenta fin troppo: questo il difetto principale del film, oltreché un voler raccontarci solamente com'è andata così da risultare tanto distaccato che, quando si arriva al momento patriottico, si tira un bel sospiro di sollievo. Insomma, manca uno scambio equo tra l'attenzione che ci vuole nel seguire i pur stimolanti back-to-back e quello che uno vorrebbe sentire dentro di sé... Per il resto il film offre ottime panoramiche aeree e c'è da dire che, stavolta, Nolan è riuscito a condensare il tutto in 100'!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il volto del protagonista; L'abitacolo dello Spitfire; Le esplosioni sul pontile; L'allagamento della nave; L'atterraggio dell'eroe sulla spiaggia.
I gusti di Noncha17 (Azione - Fantascienza - Giallo)