Cerca per genere
Attori/registi più presenti

THE WAR - IL PIANETA DELLE SCIMMIE

All'interno del forum, per questo film:
The war - Il pianeta delle scimmie
Titolo originale:War for the Planet of the Apes
Dati:Anno: 2017Genere: action (colore)
Regia:Matt Reeves
Cast:Andy Serkis, Woody Harrelson, Steve Zahn, Karin Konoval, Amiah Miller, Terry Notary, Ty Olsson, Michael Adamthwaite, Toby Kebbell, Gabriel Chavarria
Visite:460
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/7/17 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Puppigallo 16/7/17 1:06 - 3952 commenti

A quanto pare l’evoluzione è fatta a scale, c’è chi scende e c’è chi sale. E gli umani, qui, di certo non salgono. Anche nel terzo capitolo, che avvicina sempre più la saga al noto epilogo (vedi Cornelius), Cesare domina la pellicola, aiutato dall'orango e da un esempio di “nuovo umano". Girato con discreto ritmo, evita allo spettatore pause troppo prolungate, puntando su, rabbia, follia e cieca vendetta, che possono trasformare il pianeta in un inferno in terra. Nel complesso non è male, anche se il protagonista umano "scimmiotta" Brando in Apocalypse Now e la scimmia paurosa risulta forzata.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Cesare osserva la bambina mentre lo nutre (grande espressività negli occhi); La bambolina, che l'umano non dovrebbe sottovalutare; Il finale.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Tarabas 16/7/17 10:30 - 1450 commenti

Rispetto ai due capitoli precedenti ci sono meno idee e il citazionismo abbonda, non sempre con misura adeguata. Peraltro, gli autori hanno così poca fiducia nel pubblico da sentirsi in dovere di ricordare a tutti (tramite idonea scritta murale) il debito con Apocalypse now. Preso per quel che è, uno spettacolone, risulta divertente e propone l'azzeccato personaggio dell'anziana scimmia parlante, sorta di fool destinato al controcanto leggero. Ad Harrelson non sarà parso vero di poter rifare Brando (in sedicesimi, s'intende).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Come se non fosse abbastanza chiaro, a un certo punto su un muro si legge "Ape-pocalype now". Fortunatamente, nessuno dice "L'orrore! L'orrore!"...
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 11/10/17 21:25 - 6557 commenti

Dopo il primo sorprendente capitolo ed il debole secondo, ecco la degna conclusione della trilogia prequel del Pianeta della Scimmie che ci ha fatto conoscere ed ammirare Cesare, scimmia leader carismatica più espressiva dei suoi partner umani grazie alle espressioni del formidabile Serkis. Qui si trova di fronte ad un altro mostro di bravura, ossia Harrelson, impegnato in una spudorata imitazione kurtziana nel ruolo del colonnello fuori di testa. Pieno zeppo di citazioni ed omaggi, un film di guerra a cui si perdonano ingenuità e forzature...nel nome di Cesare. Finale struggente.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

124c 17/7/17 1:21 - 2482 commenti

Con questo capitolo della saga si completa la trilogia della scimmia intelligente Cesare, che è costretta, assieme ai suoi simili, a far guerra a un colonnello umano pazzo, intenzionato a schiavizzare, se non uccidere le altre scimmie. A una prima parte che vede Cesare in cerca di vendetta iniziare un viaggio con pochi compagni fidati, arriva la seconda tutta ambientata in uno stalag per scimmie, con un convincente Woody Harrelson nel ruolo del militare folle. Notevole anche il ruolo di "Asino", la scimmia negriera al servizio dei soldati.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I dialoghi fra Cesare e Maurice la scimmia dal pelo rosso; Maurice che "adotta" una bambina muta, Nova, a causa del virus che fa regredire gli uomini.
I gusti di 124c (Commedia - Fantastico - Poliziesco)

Piero68 13/10/17 13:46 - 2199 commenti

Alcune figure cinematografiche sono talmente iconiche che il solo "pensare" di replicarle è una bestemmia. Figurarsi poi se il personaggio è il Kurtz di Brando e l'"omaggio" viene fatto in un blockbuster del genere! Per il resto ordinaria amministrazione. Nulla toglie e nulla mette a quanto già espresso con il capitolo precedente: un grandissimo Serkis, effetti spettacolari e il nulla a contorno. Alcune scene addirittura da ridicolo involontario. Insomma, si rimpiange la versione di Burton: lì almeno si lavorava di trucco, più che di CG.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: In negativo: il linguaggio scimmiesco che, attraverso grugniti e mezzi gesti, riesce ad esprimere addirittura frasi complesse e pensieri metafisici.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Josephtura 2/8/17 8:56 - 74 commenti

Il film mi ha ricordato L'ultimo apache di Aldrich e Indians (nella marcia dei nasi forati). Lo scontro di civiltà prosegue. L'idea portante è la condanna che alcuni portano su di sé: l'incapacità di perdonare il male ricevuto genera altro male. In questo forse è importante il passaggio in cui un fanatico Harrelson parla di insegnamenti del passato (che lui non ha appreso). Molto stiracchiato il finale, per il resto godibile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le scimmie "cattive", al servizio degli umani per vendetta e orgoglio.
I gusti di Josephtura (Documentario - Fantastico - Guerra)