Cerca per genere
Attori/registi più presenti

CIVILTà PERDUTA

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/6/17 DAL BENEMERITO DIGITAL

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Grande esempio di cinema a detta di:
    Digital
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Cotola
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Capannelle
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Josephtura


ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 17/7/17 13:34 - 6449 commenti

James Gray si conferma regista interessante e talentuoso ma forse gli manca ancora qualcosa per essere davvero grande: uno stile che sia davvero più personale? Qui le tematiche affrontate non sono nuove ma comunque interessanti. La sceneggiatura non fa pesare le due ore e venti di durata ed il livelli di coinvolgimento è buono nonostante dei ritmi non esaltanti. Il vero neo del film è, a mio avviso, il personaggio principale cui manca quella forza, quella follia che lo renda memorabile come un Fitzcarraldo o un Aguirre ed affini. Attori protagonisti poco memorabili: meglio i comprimari.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Capannelle 16/7/17 13:23 - 3247 commenti

Film realizzato con cura e una ricerca di significati meno banali del solito, pur rimanendo in un contesto fortemente classico. Questo per dire che la mano di Gray è felice ma la narrazione risente della lentezza di fondo ed è incentrata più sui personaggi che sulle vicende (sbilanciandosi su di esse poteva diventare un capolavoro o una baracconata). Bella la prova di Hunnan, piccolo cameo per Franco Nero.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Digital 23/6/17 9:58 - 694 commenti

Traendo spunto dal romanzo "Z – La città perduta", Gray ci fa conoscere la rocambolesca ma autentica storia di Percy Fawcett, esploratore inglese attivo nei primi anni del Novecento. Una regia di classe per un film che lascia il segno, sebbene patisca un ritmo non esattamente spedito e repentini cambi di scenario (un secondo prima siamo nella giungla e un istante dopo si torna nella confortevole Londra). La storia riesce a intrigare, appassionando sino a un finale nel quale è impossibile non commuoversi; cast ottimo. Grande esempio di cinema.
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)

Josephtura 27/6/17 12:21 - 67 commenti

Una vera delusione. Non salvo quasi nulla. Alla fine sembra quasi che il film sia una cantilenata elencazione di passaggi nella foresta, sui fiumi, coi selvaggi... senza indicazioni di dove si vada, dove ci si trovi... Nessuna scena spettacolare, almeno dal punto di vista naturalistico. Più interessante, ma abbandonato a se stesso l'aspetto sociale anche nei rapporti familiari. Complessivamente modesto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La posta che raggiunge gli esporatori nei posti più impensati.
I gusti di Josephtura (Documentario - Fantastico - Guerra)