Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL PASSO DEL GRANDE BUDDHA

All'interno del forum, per questo film:
Il passo del grande Buddha
Titolo originale:Dai-bosatsu t˘ge
Dati:Anno: 1966Genere: arti marziali (bianco e nero)
Regia:Kihachi Okamoto
Cast:Tatsuya Nakadai, Michiyo Aratama, Yűz˘ Kayama, Y˘ko Nait˘, Tadao Nakamaru, Kei Sat˘, K˘ Nishimura, Ichir˘ Nakatani, Toshiro Mifune
Note:Aka "Sword of doom", "Il passo del grande Bhudda", "Il passo del grande Buddah".
Visite:107
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 15/6/17 DAL BENEMERITO GI¨AN

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Gi¨an 15/6/17 11:04 - 2424 commenti

Lo spietato samurai Ryunosuke, affiliato al clan della Shinsengumi, semina odio e raccoglie (tentativi di) vendetta. Il film di Okamoto smantella il mito del Samurai, facendo del suo (anti)eroe una esasperata incarnazione del male per il male. Cosý al di lÓ di una trama contorta e di un metraggio pesante, resta indelebile nella memoria la performance mefistofelicamente carismatica di Nakadai, "terminator" sociopatico, strupratore senza scrupoli (baratta sesso con una donna, venendo meno alla promessa fattale di non ucciderne il marito), nichilista e dissoluto.
I gusti di Gi¨an (Commedia - Horror - Thriller)

Rufus68 3/3/18 0:09 - 1876 commenti

Elegante chambara (al netto di qualche punto morto) in cui furoreggia un incredibile Nakadai. Il primo omicidio, insensato, reca il protagonista (come ne "Il vecchio marinaio") a una spirale di morte e abiezione: dapprima agisce come trasognato, con crudeltÓ psicopatica, quindi inizia a dubitare e a riconoscersi per ci˛ che Ŕ; una rivelazione, questa, che lo porterÓ alla follia e a un ultimo cruento massacro. Nakadai domina incontrastato e la sua vitrea fissitÓ che, infine, si distorce in uno sguardo allucinato ha qualcosa di scespiriano.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il combattimento nella neve, la follia, il massacro finale.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)