Cerca per genere
Attori/registi più presenti

PIRATI DEI CARAIBI - LA VENDETTA DI SALAZAR

All'interno del forum, per questo film:
Pirati dei Caraibi - La vendetta di Salazar
Titolo originale:Pirates of the Caribbean: Dead Men Tell No Tales
Dati:Anno: 2017Genere: avventura (colore)
Regia:Joachim Rønning, Espen Sandberg
Cast:Johnny Depp, Javier Bardem, Geoffrey Rush, Brenton Thwaites, Kaya Scodelario, Kevin McNally, Golshifteh Farahani, Paul McCartney, David Wenham, Stephen Graham, Angus Barnett, Martin Klebba, Orlando Bloom, Keira Knightley
Note:Quinto capitolo della saga "Pirati dei Caraibi".
Visite:422
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/5/17 DAL BENEMERITO RAMBO90 POI DAVINOTTATO IL GIORNO 28/5/17
Illogico aspettarsi - dal quinto capitolo di una saga che già dal numero 3 aveva mostrato di non saper più come procedere - qualcosa di molto meglio. L'obiettivo è solo quello di intercettare nuovamente un pubblico fedele che dal film sa già cosa aspettarsi e che se quello gli si dà si ritiene soddisfatto. Sostanzialmente si prende il solito Johnny Depp in versione Jack Sparrow, gli si fa infilare qualche battuta e lo si fa combattere con un villain dall'appeal sufficientemente intrigante. Scegliendo per il ruolo Javier Bardem metà obiettivo è raggiunto: carismatico come pochi, disgregato come la sua ciurma da un effetto digitale notevole che ce lo presenta come una sorta di zombi frantumato cui mancano dei pezzi (fondamentale anche il capello fluido che ondeggia al ralenti come fosse immerso nell'acqua), l'ottimo attore spagnolo garantisce la personalità necessaria a regalare un barlume di brillantezza al tutto. Anche perché se c'era da affidarsi al solito Barbossa/Rush o - ancor peggio - ai due attor giovani (Thwaites e la Scodelario) sostituti della coppia Bloom/Knightley, si poteva anche rinunciare in partenza; disgregando invece in particelle i corpi di Bardem, della sua ciurma e persino degli squali della zona, l'impatto spettacolare è garantito; anche il veliero (polena compresa, che si animerà!) è in gran parte scheletrico e semidistrutto per un aggiornamento di quanto s'era già visto nei precedenti capitoli. Tolto questo, e rimarcata l'ottima resa del mare che si apre grazie al tridente di Poseidone con una discesa negli abissi spalancati che prelude a un finale vertiginoso, il film procede svogliatamente sostenuto dalle tonitruanti musiche di Geoff Zanelli, che non smettono un attimo di accompagnare arrembaggi e cannonate. Più cupo e buio rispetto ai precedenti capitoli, LA VENDETTA DI SALAZAR riconferma Depp come icona in progressivo declino: privato delle battute salaci che avevano reso indimenticabile il personaggio nella MALEDIZIONE DELLA PRIMA LUNA, non trova più tra faccette e strabuzzamenti d'occhi la chiave per arricchire una trama insulsa quanto i due giovani protagonisti. Si ricerca la singola trovata memorabile (basti vedere la ripetutamente fallita decapitazione al volo di Sparrow), si lancia la mdp in spettacolari voli tra gli alberi dei velieri, ci si aggancia al cameo d'effetto (Paul McCartney nel ruolo di “zio Jack” dopo che Keith Richards degli Stones fu “padre” di Sparrow nei capitoli precedenti), ma il film è il solito pachidermico carrozzone che ha da tempo perso ogni freschezza, ricettacolo spento di rigurgiti digitali d'ogni sorta (c'è persino un Johnny Depp giovane del tutto ricreato a computer).
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 5/10/17 5:47 - 9791 commenti

Se la serie dei pirati dei Caraibi si fosse fermata al primo film, oggi rimpiangeremmo la figura di Jack Sparrow che arrivata alla quinta pellicola è ormai poco più di una macchietta di pretesto per storie tanto ricche di effetti mirabolanti quanto povere di contenuti, tanto che si deve "ripescare anche Bloom. Per fortuna il carisma di un grande attore come Bardem tappa in parte la falla e i pochi momenti godibili sono legati alla sua presenza. Per il resto effetti speciali di serie A per un film all'insegna della pura routine "marinaresca".
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Puppigallo 28/5/17 8:26 - 3951 commenti

Umorismo da quattro dobloni bucati e un protagonista ormai oltre la macchietta (gli mancano solo, il naso rosso, le scarpe fuori misura e un tendone) caratterizzano questo ennesimo capitolo di una saga che aveva già detto tutto, ma che la Disney sta tentando di rivitalizzare, approfondendo le storie dei personaggi. Certo, se il risultato è questo, il the end sarebbe meglio, soprattutto se persino le scene più spettacolari, come l'edificio portato via, vengono stiracchiate e perdono quel minimo di attrattiva visiva. P.S. Anche l'astronoma e il fu sterminatore di pirati non sono niente di che.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena della ghigliottina; "Prepararsi ad affogare!".
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

124c 29/5/17 15:13 - 2482 commenti

Non è che presenti sostanziali novità rispetto alle precedenti, anche perché Johnny Depp non s'impegna, gigioneggia e fa di Jack Sparrow un irritante pirata ubriacone imparentato con un irriconoscibile Paul McCartney. Orlando Bloom e Keira Knightley fanno solo comparsate mordi e fuggi, lasciando a due giovani interpreti inadeguati il compito di spalleggiare il protagonista. Chi evita che la nave affondi nella noia sono il Barbossa di Geoffrey Rush e lo spaventoso e riuscito Salazar di Javier Bardem. Assai confusa la battaglia finale.
I gusti di 124c (Commedia - Fantastico - Poliziesco)

Rambo90 25/5/17 0:48 - 4926 commenti

Al quinto episodio la saga cerca di ricongiungersi alla trilogia originale, con il figlio di Turner che cerca di scioglierlo dalla maledizione. Il mix di avventura e risate non cambia, ma mai come questa volta il ritmo è davvero fiacco e le scene d'azione non troppo esaltanti, anche se supportate da effetti sbalorditivi. La delusione più grande è Depp: ormai pallido riflesso dell'antieroe che fu, Sparrow assiste passivo e ubriaco a ogni evento. Molto meglio Rush, Bardem e la ciurma. L'ultima mezz'ora comunque risolleva il film discretamente.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Rikycroc77 28/5/17 14:07 - 38 commenti

Abbastanza sottotono, questo nuovo capitolo dei Pirati. Il potenziale c'era: un Bardem inquietante e carismatico, nuovi personaggi interessanti e una cura dei dettagli visivi notevole. Tutto ciò garantisce un piacevole spettacolo di intrattenimento, ma il film si perde in una trama mal intrecciata, con un ritmo spesso lento e intermezzi comici raramente divertenti. Qui Jack è quasi la parodia di se stesso: sempre ubriaco e spesso irritante. Ottime la colonna sonora e la mitologia creata da alcuni oggetti/simboli. Un film imperfetto ma onesto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Salazar e la sua ciurma; La rapina alla banca; Gli squali fantasma; Barbossa e il suo toccante addio.
I gusti di Rikycroc77 (Animali assassini - Fantascienza - Horror)