Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA TENEREZZA

All'interno del forum, per questo film:
La tenerezza
Dati:Anno: 2017Genere: drammatico (colore)
Regia:Gianni Amelio
Cast:Elio Germano, Micaela Ramazzotti, Giovanna Mezzogiorno, Renato Carpentieri, Greta Scacchi, Maria Nazionale, Giuseppe Zeno, Arturo Muselli, Salvatore Cantalupo, Nunzio Giuliano
Note:Tratto dal romanzo di Lorenzo Marone "La tentazione di essere felici" (2015, Longanesi).
Visite:666
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/4/17 DAL BENEMERITO GALBO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 25/4/17 20:30 - 10388 commenti

Ambientato a Napoli, il film di Gianni Amelio è ispirato ad un sentimento mancante. Splendidamente interpretato da Renato Carpentieri, l'anziano avvocato vedovo vede nella giovane famiglia dei vicini un possibile approdo sentimentale e nello stesso tempo scorge una muta richiesta di aiuto che si rivelerà purtroppo concreta. L'ambiente che circonda i personaggi è volutamente anonimo, tanto da portare in primo piano i dialoghi che raccontano molto dell'essenza dei personaggi, rivelando le loro fragilità. Notevole.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Cotola 17/5/17 0:37 - 6621 commenti

In una Napoli mai così discreta ed algida (si vedano le location), si muove un'umanità dolente e in preda alla solitudine cui manca il sentimento del titolo ma più in generale il rapporto con gli altri. Amelio gira un film molto duro, in modo quasi inusitato, ma anche lucido in cui riesce sempre e meritoriamente a sfuggire alla tentazione di cedere al melodramma ed al patetico. E costruisce una galleria di personaggi magari non memorabili ma sicuramente interessanti, veri e per certi versi umani. Forse il finale cede un po' "troppo" alla speranza: ma ci può stare.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 13/1/18 1:49 - 7145 commenti

Un tempo avvocato di successo, ora vedovo e pensionato, il protagonista si è inchiuso in se stesso. La presenza di una giovane coppia con bimbi piccoli che è venuta ad abitare nell'appartamento accanto al suo sembra spingerlo ad uscire dal guscio di solitudine ma... La mano di Amelio si fa quasi invisibile per lasciare spazio agli attori e Carpentieri lo ripaga con una intensa interpretazione, ma il film non decolla per una via di una sceneggiatura esile e scontata, nell'epilogo anche troppo programmatica nella ricerca della commozione. Apprezzabile ma non fra i migliori del regista,
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Capannelle 30/9/17 0:06 - 3403 commenti

Buon lavoro di Amelio che manca solo nel proporre nella seconda parte la stessa freschezza e curiosità che avevano contraddistinto la prima. In parte ciò è dovuto al cambio di prospettiva, da una famiglia all'altra, ma rimane il filo conduttore degli umori di una Napoli particolare. Regia che può apparire asettica come la stanza di un ospedale ma in realtà brava a dirigere gli attori (ottimo il contributo delle figure femminili) e a raffigurare lo scontro di caratteri nelle loro ambiguità.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Rambo90 27/4/17 19:13 - 5162 commenti

Supportato dall'ottima interpretazione di Carpentieri, il film vuole raccontare di legami spezzati e di affetti muto, senza essere supportato a dovere da una sceneggiatura troppo anonima (e prevedibile). La regia statica non aiuta e quindi unico motivo di interesse rimane il gran lavoro attoriale (Germano anche di gran spessore) e una generica atmosfera di dolore che ben si addice alla pellicola. Occasione mancata.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Gabrius79 30/7/17 21:50 - 1040 commenti

Lo stile sobrio, asciutto e a tratti dolente di Gianni Amelio balza all'occhio dello spettatore in questo film dove assistiamo a una ottima prova attoriale di Renato Carpentieri ma anche la Ramazzotti e la Mezzogiorno sono brave. Il tutto avviene nella location della città di Napoli che dà un tocco di grazia in più alla storia. Ogni tanto si avverte qualche calo di ritmo (specie nella parte finale), ma sostanzialmente il film si fa vedere e apprezzare.
I gusti di Gabrius79 (Comico - Commedia - Drammatico)

Kinodrop 6/4/18 20:48 - 735 commenti

Nella storia dell'avvocato Bentivoglio e del suo recente vicino di casa non latita solo la tenerezza, ma proprio i sentimenti di base, sostituiti da altri valori fino alla crudeltà. Purtroppo questa carenza emotiva si trasfonde in una regia tremendamente televisiva e in una sceneggiatura schematica e asfittica fatta di dialoghetti con qualche velleità filosofeggiante che non si sollevano dalla banalità. Sopravvalutate le prove attoriali, compresa quella di Carpentieri, che porta avanti una maschera (non disdicevole) ma monotona dal principio alla fine.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'incomprensibile soliloquio della figlia-interprete; Carpentieri caparbio "padre"; Germano e il trenino; Il finale tanto per.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)

Nancy 3/5/17 23:10 - 730 commenti

Storia di solitudini ambientata in una Napoli grigia e sconsolata, insolita. Buono il cast a partire da Carpentieri che interpreta un avvocato in pensione sentimentalmente arido che incontra una coppia del nord (Germano che recita in triestino) trasferitasi in città coi figli. Non da meno le protagoniste femminili; a mancare veramente è una buona sceneggiatura che non si tenga solo sulle parole pur ben recitate dai protagonisti ma che alleghi un'azione più definita dai protagonisti (ce n'è una, enorme, ma non basta). Poco coeso in generale.
I gusti di Nancy (Commedia - Drammatico - Thriller)

Lou 26/5/17 23:26 - 671 commenti

Una intensa storia di solitudine e di incomprensione, di sofferenza e di follia. Amelio rappresenta con cupo realismo le cose tristi della vita: rapporti familiari guastati e incapacità (o impossibilità) di comunicare i propri sentimenti; la tenerezza del titolo sembra irraggiungibile, quasi un miraggio. Ottime le interpretazioni degli attori, molto autentiche; soprattutto quella di Carpentieri, perfettamente aderente al personaggio. Apprezzabile l'ambientazione napoletana.
I gusti di Lou (Avventura - Azione - Drammatico)

Beffardo57 30/8/17 10:05 - 206 commenti

La stanchezza e il peso del passato scavano il volto dolente del vecchio avvocaticchio, un monumentale Renato Carpentieri, che si aggira angosciato per Napoli, sporca, caotica, rumorosa e sovrappopolata. Il tema è quello del logoramento dei rapporti umani e familiari, già sotterraneamente incrinati anche quando ancora apparentemente sereni (la giovane famiglia dei vicini). Anche il finale non è banalmente consolatorio, ma suggerisce l'idea di una faticosa solidarietà tra sconfitti. Un'opera intensa, sobria, a tratti molto emozionante.
I gusti di Beffardo57 (Commedia - Drammatico - Thriller)