Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SEOUL STATION

All'interno del forum, per questo film:
Seoul station
Titolo originale:Seoul Station
Dati:Anno: 2016Genere: animazione (colore)
Regia:Sang-ho Yeon
Cast:(animazione)
Note:Il film ha avuto un sequel "dal vero" dello stesso regista sempre nel 2016: "Train to Busan", gran successo commerciale nella Corea del Sud.
Visite:75
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/4/17 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Puppigallo 12/4/17 10:42 - 3951 commenti

Anime zombie movie, che parte a rilento, ma che, poco per volta, ingrana, grazie anche a personaggi con un loro peso specifico e a zombi assatanati, vogliosi di mordere. I vari protagonisti, dalle opposte personalitÓ, si alternano in una fuga e ricerca quasi ossessiva, con continui attacchi. Interessante la figura del senzatetto (il suo sfogo "Questo Paese non ha nulla a che fare con noi") e del "padre", contrapposto allo smidollato. Merita la visione, anche per i colpi di scena finali, uno dei quali intuibile, se si coglie un particolare in una delle tante situazioni potenzialmente letali.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La ragazza scivola dalle scale e lo zombi in volo la manca; La pazzoide; "Andate a casa e guardate il telegiornale"; In equilibrio sulla struttura.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Daniela 14/4/17 0:36 - 6554 commenti

Train to Busan, pur valido sotto il profilo horrifico, aveva nell'eccessiva stereotipizzazione dei personaggi il suo limite maggiore. Da questo punto di vista, questo prequel animato convince maggiormente ed anche la narrazione, lenta all'inizio e poi sempre pi¨ concitata, riserva maggiori sorprese e soprattutto culmina in un finale disperato che colpisce. Come non di rado accade nel cinema sudcoreano, anche qui troviamo un "ordine" costituito, rappresentato dalla polizia, imbelle, insensato o addirittura criminale, cartina di tornasole di una societÓ intrinsecamente violenta e classista.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Dentro la cella; La polizia schierata contro i "sovversivi"; "Tornate a casa, guardate il televisore"; L'epilogo .
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)