Cerca per genere
Attori/registi più presenti

MILES AHEAD

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 30/12/16 DAL BENEMERITO GALBO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Nando, Kinodrop
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Galbo


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 30/12/16 5:48 - 9796 commenti

Miles Davis prepara il ritorno sulle scene dopo cinque anni di silenzio. Film biografico su uno dei "colossi" del jazz, Miles ahead è strutturato come un'improvvisazione musicale in cui senza ordine apparente si alternano periodi e momenti di vita diversi. La storia non intriga particolarmente ma il film "vive" sopratutto della grande prova del protagonista (nonché sceneggiatore e regista), Don Cheadle che fornisce del musicista un'interpretazione sentita e credibile. Pregevole, come era da attendersi, la colonna sonora.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Nando 10/4/17 0:00 - 3100 commenti

Una pellicola sul grande Miles Davis che affronta il suo straordinario ritorno al successo. Vari momenti della vita del tormentato trombettista tutti ben resi da un ottimo Cheadle che tra regia, sceneggiatura e interpretazione se la cava egregiamente. Forse i vari flashback possono apparire lievemente poco chiari, ma il risultato è apprezzabile e la colonna sonora eccellente.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Kinodrop 20/4/17 18:13 - 599 commenti

Impressiona subito la somiglianza fisica tra Cheadle (interprete, sceneggiatore e regista) e Miles Davis, accentuata da un meticoloso studio della mimica e della gestualità musicale. Un devoto omaggio al grande trombettista nella sua fase di rinascita dopo un periodo oscuro e, insieme, alla musica jazz da lui così sommamente rappresentata. Si mescolano in modo convulso presente e passato, creatività e crisi, droga e depressione, in uno stile improvvisativo tra lo psicologico e l'action movie. Straordinarie le session e i solisti tra gli anni '60 e '70.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il mistero dei nastri; Il caratteraccio del musicista; L'attaccamento morboso a Frances.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)