Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SHARK KILLER

All'interno del forum, per questo film:
Shark killer
Titolo originale:Shark Killer
Dati:Anno: 2015Genere: animali assassini (colore)
Regia:Sheldon Wilson
Cast:Derek Theler, Erica Cerra, Paul du Toit, Arnold Vosloo, Neels Van Jaarsveld, Wayne Harrison, Ashleigh van der Hoven, Hennie Bosman, Nathan Wheatley, Joseph Mitchell, Grant Swanby, Paul Pieterse, Rory Acton Burnell
Note:Da non confondere con "Killer shark" (2011).
Visite:129
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 1
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 21/12/16 DAL DAVINOTTI
Per presentarci il fustone protagonista, tale Chase Walker (Theler), il film comincia subito con una classicissima scena di panico: bagnanti su una piattaforma in mare, squalo in avvicinamento. Tutti sopra ma una ragazza cade; arriva Chase e infilza la bestia un attimo prima che addenti la bella. Lei, per ringraziare il suo eroe, se lo porta a letto. Terminato l'insulso prologo entra in scena il fratellastro di Chase, Jake (Du Toit), un poco di buono che ha ricontattato il familiare perché recuperi un diamante senza prezzo divorato da uno squalo bianco, enorme e dalla pinna nera. Chase accetta (anche perché gli deve un favore) ma si porta dietro l'avvocatessa di Jake, la seducente Jasmine (Cerra), reclutata come autista prima e come compagna di avventure subito dopo. La coppia è fatta, manca solo il nemico vero: pronto Arnold Vosloo, l'ex Imhotep della MUMMIA caduto un po' in disgrazia e pronto a qualsiasi ruolo di villain gli capiti sottomano. Anche lui vuole il diamante, ovvio, e non si ferma davanti a nulla. Il filone è insomma quello dello squalo con allegata caccia al tesoro, ma le due anime del film sono piuttosto separate: nel primo tempo i nostri Chase & Jasmine se ne vanno per mare in cerca dello squalo, nel secondo Jasmine viene rapita e il tutto si trasforma nel solito action povero con i due fratelli che assaltano la tana di Vosloo per riprendersi la donna. Meglio la prima parte, in cui almeno ci possiamo divertire un po' a seguire una coppia piuttosto singolare, per il genere: lui caccia squali ma odia l'oceano (tanto che il fratello gli ha prenotato un megahotel sul mare ma lui preferisce deviare su una bettola in città), lei accetta di seguire lui su ordine di Jake ma sembra non sopportare l'atteggiamento strafottente del nuovo partner; solo apparentemente però, perché appena quello si gira lei sorride compiaciuta nel tipico gioco di sguardi e frasi furbette che precede l'inevitabile innamoramento. Il tutto però rimane su livelli decenti, i due sono in fondo simpatici e come variante è accettabile. Certo, lo squalo è più che altro un optional messo lì a fare presenza: ogni tanto sbuca fuori, si fa la sua nuotata digitale, attacca a bocca aperta ma gli autori lo lascian quasi sempre a dieta. Sangue pressoché bandito: i cadaveri al massimo galleggiano qua e là... Spunta la pinna, la gente urla, la cinepresa punta alle gambe che si agitano sott'acqua ma il più delle volte si arriva a un nulla di fatto. L'ambientazione a Città del Capo, in Sudafrica, offre giusto un paio di begli scorci e l'ovvio (visto il luogo) tema "diamanti", con Vosloo nei panni di supercollezionista che si autodefinisce praticamente immortale e parla sibilando con lo sguardo in tralice. Ci si aggiungano un po' di scazzottate-riempitivo, qualche scambio da commediola senza speranze e ci si accorgerà che a fare il film son soprattutto le occhiate di fuoco e i sorrisini da gatta fatale della Cerra, bilanciate dall'espressività più ingenua del fisicatissimo Derek Theler, ex modello. Ad ogni modo se nel secondo tempo non si crollasse nell'action da bancarella il film si sarebbe mantenuto su una media migliore del solito (a cominciare dalla bella grafica sui titoli di testa).
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

Galbo 20/8/17 7:09 - 9793 commenti

Nonostante il titolo, lo squalo assassino è solo il coprotagonista di questa trascurabile pellicola destinata all'home video e mai uscita al cinema. Parte della vicenda è dedicata ad un traffico di diamanti in cui entra in gioco un oscuro figuro interpretato dall'unico attore con una minima notoriteta, Arnold Vosloo il cui passato è più illustre del presente. Il digitale è ovviamente adoperato a profusione nelle scene (non molte) in cui compare il bestione, peraltro molto ripetitive. A vantaggio del film la sua breve durata e un minimo di auto ironia.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)