Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA TARTARUGA ROSSA

All'interno del forum, per questo film:
La tartaruga rossa
Titolo originale:La tortue rouge
Dati:Anno: 2016Genere: animazione (colore)
Regia:Michael Dudok de Wit
Cast:(animazione)
Note:Film privo di dialoghi o testi.
Visite:180
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/11/16 DAL BENEMERITO AZEL

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 3/3/18 6:28 - 10317 commenti

Una storia ambientalista che rifugge i canoni commerciali del genere per adottare una visione più simbolica che non tralascia di mostrare (all’inizio) una versione ostile della natura, virando poi verso una storia più criptica, resa affascinate dai disegni e dagli splendidi sfondi. Scene che mostrano la violenza degli elementi naturali si alternano sapientemente a quadri quasi pittorici di un paesaggio affascinante e nel complesso rendono il film meritevole di visone anche quando la storia si fa più statica e povera di spunti.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Puppigallo 9/2/17 12:56 - 4046 commenti

Singolare prodotto animato, che convince e si può considerare riuscito, ma che non spicca un volo tale da raggiungere le vette più alte; e proprio quando avviene la svolta (dalla tartaruga sulla spiaggia). Ci si abitua infatti a seguire le vicissitudini del naufrago, con problemi annessi e vari tentativi di fuga sabotati, così bene, che quando il tutto si "normalizza", se così si può dire, la narrazione inizia a risultare meno coinvolgente e più "vita vissuta da chiunque" (una chimera), seppur descritta con sensibilità. Il finale, per quanto intuibile, era anche l'unico possibile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'incontro subacqueo; Il "difficilmente" reale quartetto di archi; I granchi spazzini; L'uscita dalla sabbia delle tartarughine (molto realistica).
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Capannelle 2/4/17 20:29 - 3391 commenti

E' bene trovare alternative al fumetto americano ricco di stravaganze e di mutuazioni più o meno riuscite della vita quotidiana. Però questa storia volutamente povera di personaggi e riferimenti alla realtà, che pone al centro un rapporto tra uomo e forze della natura meditato e rispettoso, appare pesantuccia e un po' troppo metaforica per appagare chi guarda. Il disegno è comunque appropriato, vi si ritrova la delicatezza di sguardo dello studio Ghibli.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Saintgifts 11/5/17 18:12 - 4099 commenti

Fatti salvi i meriti tecnico-artistici, molto apprezzabili, con i quali è stato realizzato questo film d'animazione, resta da capire il messaggio, se mai ce n'è uno, che si è voluto dare, come spesso accade in questo tipo di opere. La metafora è la prima delle sensazioni che emerge, poi è la favola a sembrare la più appropriata; ma le favole sono per i bambini, dalla mente più sgombra, che si fanno affascinare dal racconto accettando più facilmente eventuali spiegazioni. Questa opera però non sembra per bambini e poi c'è quella bottiglia...
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Xamini   27/3/17 22:16 - 798 commenti

Non è necessario che succedano grandi cose. Non è necessario dire. La tartaruga rossa, in fondo, lo fa, ma evitando accuratamente l'uso di parole e passando attraverso immagini, inizialmente stranianti per chi si aspetta una produzione Studio Ghibli, ma via via sempre più notevoli. Un racconto delicato, fatto di emozioni semplici, qualche sorriso, completamente fuori dal tempo. Analizzarlo è fin eccessivo, va ascoltato attraverso il linguaggio del silenzio.
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Azel 29/11/16 10:14 - 27 commenti

Produzione franco-belga-nipponica, il film ha un valore tecnico/artistico eccezionale, sposando l'estetica di fumetti come Tin Tin con la qualità di animazione e i temi dello Studio Ghibli, in una storia fortemente evocativa. Apprezzarlo richiede alcune condizioni: la vicenda non è esposta esplicitamente e la comunicazione avviene in modo non verbale, traslando tutto su un livello emotivo, in un atto d'amore verso la vita e la natura personificata nella bellissima immagine della tartaruga marina, figura benevola e incantata. Ammaliante.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il ballo sulla spiaggia; Il ruolo comico dei granchietti.
I gusti di Azel (Animazione - Comico - Horror)