Cerca per genere
Attori/registi più presenti

TERRORDACTYL

All'interno del forum, per questo film:
Terrordactyl
Titolo originale:Terrordactyl
Dati:Anno: 2016Genere: animali assassini (colore)
Regia:Don Bitters III, Geoff Reisner
Cast:Jack E. Curenton, Bianca Haase, Christopher John Jennings, Kevin Keator, Adam Key, David Landry, Candice Nunes, Leo Oliva, Victoria Summer, Jason Tobias, Aubrey Wakeling
Note:E non "Terror dactyl".
Visite:202
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/11/16 DAL DAVINOTTI
Massì, perché ostinarsi a cercare una trama quando film così li si guarda perlopiù per sghignazzare dei soliti effettacci da quattro soldi con mostri antropofagi improbabili? E allora eccoci qui: lui vede lei in un locale, si innamorano; ma lui non ha un soldo e su suggerimento di lei (appassionata del campo) decide di partire alla ricerca di qualche meteorite per rivedenderlo e guadagnarci. Gli va incredibilmente bene perché la notte prima ne eran caduti in quantità, alcuni schiudendosi e portando alla luce una sorta di "pellicani mutanti" (come li definirà lui stesso), riconducibili effettivamente alle antiche forme degli pterodattili. Qui è roba aliena però, che cogli estinti sauri ha poco a che fare. A vederli volare tra i grattacieli par quasi di essere tornati al glorioso serpente alato di Larry Cohen, ma dove lì una storia e dei personaggi esistevano eccome, qui tutto si esaurisce nei primi minuti; il resto è un gran battagliare con stormi di uccellacci che sfondano muri e come prevedibile attaccano (ben poche le scene di massa, a dire il vero). Una lotta senza quartiere combattuta con armi di fortuna, per i giovani protagonisti: pali di ogni genere, ombrelli, perfino una bandiera americana piantata nel petto d'un mostro che s'accascia suscitando sentimenti di fiero patriottismo. Dialoghi? Quattro parole in croce buttate là alla ricerca di un'impostazione da commedia che dopo la prima mezz'ora ha già ampiamente stancato. Gli effetti speciali, volendo chiudere un occhio sui primi piani e su una fotografia piatta che di certo non rappresenta l'ideale per nascondere il solito abuso di computergrafica, non son tanto peggio di quel che si vede in giro nel genere. D'accordo, quando il budget è risicato lo si intuisce subito (ah, salterà poi fuori pure la regina, l'uccellaccio grande dieci volte gli altri che nel finale s'avvinghierà alle pareti d'un grattacielo come King Kong), ma non sta qui il problema; ciò che veramente si fatica ad accettare è l'assenza di una sceneggiatura degna di tale nome: i personaggi sono di un'inconsistenza rabbrividente, i loro botta e risposta fan cadere le braccia e le ultime scene rimandano chiaramente agli SHARKNADO, vista la soluzione "dall'interno" scelta per chiudere. Film da catena di montaggio; a voler salvare qualcosa si può pensare ai voli tra le pareti a specchio dei grattacieli, alle inquadrature dal basso che puntano verso cieli offuscati dalle sagome filanti di questi sauri alieni. Ma la chiusura alla trasmissione televisiva spiega chiaramente come manchino le idee e si sia scritto il copione pensando giusto alle prime cose che passavano per la testa. Sangue? Ben poco, sa tutto di asettico e plastificato... Visibile e immediatamente digeribile (al grosso rutto ci pensa l'ultimo pterodattilo, in una scena ai confini col cinepanettone).
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Puppigallo 18/11/16 16:57 - 3951 commenti

Tremenda boiata, che non riesce neanche a far sorridere. I personaggi sono talmente puerili e trasparenti da non lasciare alcuna traccia, la ripetitività degli attacchi, alla visto il primo li hai visti tutti, è imbarazzante; e i veri protagonisti, gli pterodattili, la cui presenza è "giustificata" da una totale assurdità, non riescono a compensare l'assoluta pochezza di una pellicola che non riesce mai a colpire, a causa della totale assenza di una anche minima, accettabile idea. Persino lo sciroccato che non muore mai non riesce proprio ad attirare simpatie. Il finale poi... Da evitare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: In mezzo alle teste incastrate nel muro ce n'è una ancora vivente. E vabbé...
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Mco 21/11/16 18:47 - 1847 commenti

Piccolo guilty pleasure che miscela elementi fantahorror e toni da commedia per un composto leggero ma compatto e divertente. I soldi a disposizione sono pochetti e allora si gioca al risparmio. Ma perlomeno non si lavora unicamente di CGI, lasciando spazio a bestioni che riportano la mente agli avversari diabolici di Megaloman. Anche le protagoniste meritano menzione, soprattutto la "bitchy" Bianca Haase mentre Candice gioca un ruolo decisamente più combattivo. Vedere i grattacieli in fiamme, poi, fa sempre un certo effetto...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La telefonata alle 7 della mattina.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)