Cerca per genere
Attori/registi più presenti

FAI BEI SOGNI

All'interno del forum, per questo film:
Fai bei sogni
Dati:Anno: 2016Genere: biografico (colore)
Regia:Marco Bellocchio
Cast:Bérénice Bejo, Guido Caprino, Emmanuelle Devos, Valerio Mastandrea, Fabrizio Gifuni, Barbara Ronchi, Linda Messerklinger, Lorenzo Monti, Ferdinando Vetere, Drazen Pavlovic
Note:Tratto da un romanzo di Massimo Gramellini che racconta la storia della sua vita.
Visite:508
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/11/16 DAL BENEMERITO MYVINCENT

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Grande esempio di cinema a detta di:
    Myvincent
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Nancy
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Galbo
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Didda23


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 11/5/17 5:50 - 9792 commenti

Un sopravvalutato (secondo chi scrive) libro di Gramellini diventa in mano a Bellocchio un film meritevole di visione. Il regista ha il merito di valorizzare gli elementi più interessanti della storia che, sopratutto quando entra in scena l’ottimo Valerio Mastandrea, diventa un percorso esistenziale di recupero “nobile” e catartico del passato del protagonista. Funzionano la prova di tutto il cast e la plumbea ambientazione. Peccato non si riesca ad evitare qualche lungaggine di troppo che appesantisce il film.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Myvincent 13/11/16 23:25 - 1886 commenti

Bellocchio è uno dei pochi registi rimasti a ricreare un cinema autoriale all'ombra dei grandi nomi di una volta, dai quali ha appreso appieno la lezione. La storia, tratta da un romanzo di Gramellini, è un'occasione per sparare su alcune italiche istituzioni (come la famiglia, la figura materna) ancora troppo intoccabili nell'Olimpo tradizionale di ciascuno di noi. Il risultato è formidabile (pur con qualche esasperazione drammatica) nella proposta di rilanciare instancabilmente motivi di riflessione e approfondimento umano.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La maschera di Belfagor come deus-ex-machina a cui appellarsi nei momenti di difficoltà.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Didda23 2/4/17 12:35 - 1796 commenti

Tanto curato esteticamente e nella forma quanto inutile nella sostenza (fondamentalmente non trovo la vita di Gramellini così più interessante di tante altre storie). Bellocchio conferisce il giusto piglio registico e la fotografia dalle tonalità plumbee di Ciprì è più che consona alla "drammaticità" della vicenda. Mastandrea, in un ruolo a lui congeniale, sa offrire il meglio di sé. Molti elementi poco ficcanti - Sarajevo e la celebrazione del ricordo di Superga - allungano malamente il brodo oltre le due ore e dieci. Tanta sovrastruttura per esprimere semplici e basilari concetti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La madre che vuole restare sull'autobus; La parentesi tangentopoli che è superflua ma ci regala un grande Gifuni.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Nancy 26/11/16 17:25 - 685 commenti

Bellocchio ripropone le stesse tematiche a lui care (trite e ritrite) del conflitto genitoriale prendendo spunto dal best seller di Gramellini. Una trama decisamente scontata ma che fa di questa scontatezza il fulcro della sua vicenda e ripercorre la vita del protagonista con un incedere quasi psicoanalitico. I momenti drammatici abbondano, ma sono abbastanza coesi, tranne tutte le sequenze con la Bejò, che personalmente ho trovato slegate al resto e francamente brutte (a partire dalla faccia di lei). Fotografia super dark di Ciprì. Da vedere.
I gusti di Nancy (Commedia - Drammatico - Thriller)